Ancora schede madri con il brand Fatal1ty?

Ancora schede madri con il brand Fatal1ty?

Si affaccia il ritorno di una nuova serie di schede madri, sviluppate a quanto pare da Asus, legate al popolare videogiocatore americano

di pubblicata il , alle 14:33 nel canale Schede Madri e chipset
ASUS
 

Il nome Fatal1ty è ben noto tra gli appassionati di videogiochi, in quanto identifica Johnathan Wendel, di fatto uno dei primi videogiocatori professionisti a livello mondiale che è stato capace, negli scorsi anni, di sfruttare il proprio brand anche per la realizzazione di specifiche serie di componenti hardware.

Le schede madri Fatal1ty sono state in passato proposte da Abit, azienda che sino alcuni anni fa era ben presente nel mercato dei prodotti enthusiast con schede madri particolarmente efficienti in termini di overclock e caratterizzate da soluzioni tecniche alquanto peculiari.

mobo_fatal1ty_2010.jpg (31057 bytes)

Il brand Fatal1ty, secondo quanto evidenziato dal sito legitreviews, starebbe per ritornare sul mercato con una nuova scheda madre basata su chipset Intel P67, sviluppata quindi in abbinamento ai processori Intel della serie Sandy Bridge. Il debutto di queste CPU è atteso per il CES di Las Vegas, ad inizio Gennaio 2011, pertanto pare plausibile che sarà proprio questa la cornice scelta per la presentazione di una scheda madre Fatal1ty.

Mancano conferme ufficiali ma è ipotizzabile che sarà Asus l'azienda alla quale spetterà la produzione e la commercializzazione di questa soluzione. L'azienda taiwanese ha già a listino da tempo proprie soluzioni specificamente rivolte al mercato dei videogiocatori e degli appassionati più esigenti con la linea ROG; Republic Of Gaming. Una scheda madre Fatal1ty potrebbe quindi entrare all'interno di questa gamma, o andare a comporne una a se stante.

Aggiornamento: sono emerse informazioni chiare su questa nuova serie di schede madri, che verrà prodotta non da Asus ma da ASRock. La scheda madre, indicata con il nome di Fatal1ty P67 Professional, integrerà 3 slot PCI Express 16x con supporto alle tecnologie SLI e CrossFire, 10 connettori SATA dei quali 6 SATA 6 Gbps, due schede di rete e circuiteria di alimentazione a 16+2 fasi.

Una delle particolarità di questa scheda madre è l'inserimento di una specifica porta USB pensata per il collegamento del mouse, overcloccata dai 125 Hz di default sino a 500 Hz di sampling rate. Troveremo anche sottosistema audio dotato di certificazione THX TrueStudio Pro oltre a un bios UEFI.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7702 Dicembre 2010, 14:52 #1
Vabbeh.. ormai il brand si chiama FATAL1TY e indica la fascia enthusiast.

Non credo poi che sia ancora così associato al reale proprietario!
(anche se credo che la cosa gli frutti qualche soldino)
rexcat02 Dicembre 2010, 14:53 #2
Brand,direi, alquanto INUTILE..specchietto per allodole!
Kanon02 Dicembre 2010, 15:12 #3
Fatal1ty è diventato il sindaco della Rpublic of Gaming!
_Aenea_02 Dicembre 2010, 15:47 #4
Ehm... popolare? (!)
supertigrotto02 Dicembre 2010, 16:30 #5

Fatal1ty?

Ma come?
Se una scheda non ha questo marchio allora non è una buona scheda per gamer?(sarcasmo)
Ma i soldi che danno a sto tizio in diritti,non potrebbero investirli in ricerca e sviluppo o mettere qualche cent di qualità in più sui prodotti?^????
Maxt7502 Dicembre 2010, 16:51 #6
Mah.. mi sembra un po' demodè la cosa, anche se ho una scheda audio nel case targata cosi.
perfidoclone02 Dicembre 2010, 19:08 #7
@ supertigrotto
1)non penso che i diritti che ha ricevuto possano essere stati tolti dalla R&D ma semmai dal advertising

2)i soldi che destinano le aziende per l'advertising sono decise dal consiglio di amministrazione e sono percentuali che non influezano la qualita' dei componenti.

non credo sia inutile, visto che EA nei giochi fa la stessa cosa con ottimi risultati..
il modo del gaming, soprattutto il mondo consumer, vive di credibilita' e usare il nome di un gamers puo' darla ad un pubblico abituato a ragionare per associazione e immedesimazione.

i leader sportivi vivono grazie all'essere usati per dare credibilita' ad un prodotto
hibone03 Dicembre 2010, 15:01 #8
quando lasceranno perdere ste puttanate e penseranno a testare meglio l'hardware per incompatibilità e bug vari sarà sempre troppo tardi...
Icemanrulez05 Dicembre 2010, 15:37 #9
quella scheda non sarà dell'asus ma sarà la futura top gamma ASROCK con P67 con un prezzo intorno ai 250 dollari
uscirà tra circa un mese

Link ad immagine (click per visualizzarla)

La nuova scheda Fatal1ty verrà fornita in una confezione rossa sgargiante, supporta processori Intel LGA1155, e dispone di alimentazione digitale della CPU a 16 +2 fasi, condensatori a stato solido con capsula esterna color oro, quattro slot di memoria DDR3-2133, BIOS UEFI, chip bridge PLX, e tre slot PCI-Express x16.
La dotazione prevede sei porte SATA 6.0 Gbps, quattro porte SATA 3.0 Gbps, dual Gigabit Ethernet, quattro USB 3.0, una porta FireWire, eSATA, audio a 7.1 canali, debug LED e tasti di accensione, reset, e Clear CMOS onboard.

fonte nexthardware :http://www.nexthardware.com/news/sc...rofessional.htm
Masamune05 Dicembre 2010, 16:13 #10
la nike c'ha campato anni e anni con le air jordan.
nn è che un con quelle scarpe raddoppiavi l'altezza del salto...
quindi qual'è il problema nel realizzare un prodotto ed utilizzare una personaggio come testimonial?
un brand serve per individuare il target di un prodotto in maniera un po piu specifica. che poi il prodotto sia effettivamente biono o meno è un altro discorso.
di primo accchitto sembra una mobo interessante e con una linea abbastanza sborona, che piacerà a parecchi gamers. ^^
ma per valutarla meglio occorre accenderla.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^