Active Armor: risolti i problemi di corruzione dei dati?

Active Armor: risolti i problemi di corruzione dei dati?

I più recenti driver NVIDIA per chipset nForce avrebbero risolto i problemi di corruzione dei dati, a scapito però dell'occupazione della cpu

di pubblicata il , alle 08:41 nel canale Schede Madri e chipset
NVIDIA
 

Molti possessori di schede madri basate su chipset nVidia nForce 4 hanno sperimentato problemi di corruzione dei dati nei trasferimenti da rete locale, abilitando la funzionalità Active Armor implementata in queste soluzioni chipset.

Active Armor è una tecnologia che dovrebbe permettere di gestire il TCP checksumming direttamente all'interno del chipset via hardware, invece che appoggiandosi al processore via software. Questo permetterebbe di liberare risorse a disposizione del sistema, anche se in alcuni casi a scapito dell'integrità dei dati. Disabilitando Active Armor non si verificano più problemi di integrità dei dati, pur perdendo i benefici dell'accelerazione.

Le nuove versioni di driver NVIDIA Forceware, versioni 6.70 per chipset AMD e 6.85 per chipset Intel, risolverebbero questo problema definitivamene, a scapito tuttavia della percentuale di occupazione del processore.

Stando ai dati riportati dal sito TechReport, l'impatto sulla percentuale di occupazione del processore dato dai nuovi driver sarebbe pari a circa i 24%, un valore inferiore sia al 42% di occupazione ottenuto senza abilitare Active Armor, sia al 35% mediamente fatto registrare da una scheda di rete Gigabit basata su chip Marvell.

D'altro canto, un impatto sulla percentuale di occupazione del processore a vantaggio della completa integrità dei dati sembra un prezzo più che accettabile da pagare.

NVIDIA dovrebbe risolvere completamente i problemi di corruzione dei dati a partire dalle prossime versioni di chipset nForce, previsti al debutto assieme alle prossime generazioni di processore AMD Athlon 64 con supporto alla memoria DDR2.

Questo non fa che confermare l'impressione inziale, cioè che i problemi di corruzione dei dati con Active Armor abilitato siano dipendenti dall'implementazione del chipset nForce, e non da un limite dei driver. Le modifiche introdotte nei nuovi driver Forceware risolvono questo bug, senza tuttavia permettere di sfruttare al meglio le soluzioni chipset al massimo delle proprie potenzialità.

Fonte: Techreport.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

61 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Motosauro06 Marzo 2006, 09:21 #1
Mah...
Io sono sempre dell'idea che una bella ipcop su uno scassone di pentium risolva questi problemi in modo molto più efficiente ed elegante
UIQ06 Marzo 2006, 09:25 #2

Veramente scandaloso

Una presa per i fondelli bella e buona da parte nei confronti dei clienti: Dopo la corruzione dei dati dei dischi fissi attivando il NCQ (mai del tutto risolta), la corruzione dei dati del firewall, l'AntiAliasing farlocco delle schede Serie 7, dell'unità video bacata delle 6800 Ultra ecc credo sia assolutamente chiaro che è meglio stare alla larga da Nvidia :-(((

P.S. Ho una Leadtek 6600GT AGP (che ha un problema irrisolvibile con la decodifica Smart dell'Nvidia/TT decoder), ma la prossima sarà certamente una ATI R600, Nvidia ha finito di prendere soldi da me!!!!
Dr3amer06 Marzo 2006, 09:39 #3
mha... 1 anno di nforce4 e mai avuto questo tipo di problema ?_?
demon7706 Marzo 2006, 09:53 #4
Io NF4 ce l'ho da un mesetto.. devo dire che va benissimo anche se sto Nvidia firewall mi da un po' di grattacapi ma credo dipenda dal fatto che non ci capisco nulla di firewall..

Alla fine sto active armor da più rogne che altro mi sembra di capire..
Zannawhite06 Marzo 2006, 09:57 #5
Sarò sfortunato io, ma non funziona per niente questo firewall
Ho provato a fargli chiudere delle porte aperte del Pc, non c'è stato verso,

rimanevano sempe aperte

Ho installato Zone alarm e come per incanto, tutte le porte bloccate

Sono veramente deluso da nVidia. Driver IDE che se abilitati ci mettono 2 minuti per caricare il sistema operativo invece che 20 secondi.
A un Lanaprty ho dovuto rimuovere i driver della shceda di rete in versione 6.70 e mettere quelli in verisone 6.53 perchè creschava sempre il sistema
Fanno cavolate anche su dei driver di rete
ultimate_sayan06 Marzo 2006, 10:02 #6
Certo, per l'utente finale non è mai facile accettare certi bug (soprattutto se si parla di corruzione di dati) però bisogna riconoscere che nVidia è stata la prima ad implementare un firewall nei propri chipset... e come tutte le novità all'inizio problemi e affidabilità sono il prezzo da pagare...
zappy06 Marzo 2006, 10:03 #7
Originariamente inviato da: Dr3amer
mha... 1 anno di nforce4 e mai avuto questo tipo di problema ?_?

+ che altro, + di un anno che esiste il nforce4 e ancora non hanno corretto il bug hw?!?
Motosauro06 Marzo 2006, 10:08 #8
Originariamente inviato da: zappy
+ che altro, + di un anno che esiste il nforce4 e ancora non hanno corretto il bug hw?!?

Effettivamente questo da parte di Nvidia è abbastanza strano.Viene da pensare che il problema sia proprio a livello di progettazione
UIQ06 Marzo 2006, 10:22 #9
Non è una impressione, è esattamente così: Il problema è hardware, quindi irrisolvibile via software, se non appunto disattivando la funzionalità bacata!!!!
zappy06 Marzo 2006, 10:59 #10
Originariamente inviato da: UIQ
Non è una impressione, è esattamente così: Il problema è hardware, quindi irrisolvibile via software, se non appunto disattivando la funzionalità bacata!!!!

beh, TUTTO l'hw è fallato...
processori, chipset... l'ho scoperto guardando un datasheet dell'athlon 64... ci sono valanghe di bachi e la spiegazione di come aggirarli via sw... ho sentito che i nuovi centrino duo sono catastrofici...
quindi nulla di strano.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^