Abit e nVidia: un po' di chiarezza

Abit e nVidia: un po' di chiarezza

Dopo le indiscrezioni degli scorsi giorni, alcuni dati di fatto: Abit e nVidia continueranno a collaborare nella produzione di schede madri, ma qualcosa non quadra ancora

di pubblicata il , alle 17:45 nel canale Schede Madri e chipset
NVIDIA
 
Nei giorni scorsi sono state pubblicate varie informazioni, benché non ufficiali, che indicavano un possibile split tra nVidia e Abit. Queste informazioni sono state riportate in questa notizia pubblicata su Hardware Upgrade.
Già in quella news, comunque, era stato evidenziato come abbastanza difficilmente Abit e nVidia avrebbero smesso di collaborare.

Abit ha manifestato intenzione di interrompere la produzione di schede video basate su chip nVidia, a favore di una completa gamma di prodotti basati su chip ATI Radeon XT.

Questo, stando alle informazioni non ufficiali pubblicate nei giorni scorsi, avrebbe portato ad una rottura tra le due aziende, giustificata da "inconciliabili differenze di gestione". Formalmente, quindi, l'accordo con ATI non avrebbe avuto alcuna influenza in questo.

Una rottura completa tra Abit e nVidia, a onor del vero, avrebbe a mio personale avviso ben poco senso: Abit ha un business ottimo nella produzione di schede madri Socket A di fascia alta, in particolare i modelli basati su chipset nVidia nForce 2 e nForce 2 Ultra 400.

nVidia, d'altro canto, trova proprio in Abit uno dei propri partner principali nel difficile mercato delle schede madri Socket A per utenti appassionati, coloro che trovano nel brand Abit garanzie di solidità, funzionalità avanzate per il tweaking e prestazioni velocistiche.

E' interessante notare come Abit abbia, qualche giorno fa, specificato all'interno di un comunicato stampa la propria intenzione di continuare a produrre schede madri con chipset di tutti i produttori, nVidia compresa.
With a bevy of new products being introduced in 2004, ABIT will continue to provide the utmost level of support for its current product line, including Intel-, NVIDIA-, VIA-, and SiS-based motherboards, along with graphic cards. “Our current lineup has garnered numerous awards worldwide, and our support for them on a reseller and end-user level will not diminish in any way.”
Una fonte estremamente attendibile mi ha confermato questo pomeriggio che i rapporti tra nVidia e Abit non sono assolutamente interrotti, e che Abit ha tutte le intenzioni di continuare a lavorare in collaborazione con il produttore californiano nella produzione di schede madri basate su chipset nVidia.

Pare però quantomeno strano che Abit abbia rilasciato quest'oggi il proprio comunicato stampa con il quale ha annunciato la produzione di schede video basate su chip ATI Radeon (si veda questa notizia), salvo poi rimuoverlo con tutta fretta da tutti i propri siti web.

Mi pare evidente che qualche sorta di "conflitto d'interessi" sia in corso, e il dubbio che in tutto questo ci sia la mano di nVidia viene. Del resto, che anche Abit sia passata alla produzione di schede video ATI non è notizia gradita a nVidia, dopo che Asus e altri produttori hanno deciso di abbracciare la produzione di schede Radeon.

Non potendosi rivalere più o meno direttamente con i principali produttori taiwanesi, tra i quali in primi Asus, è più logico che nVidia possa cercare di porre pressione sui produttori minori, tra i quali per l'appunto Abit, e da questo potrebbero essere nate tutte le notizie non ufficiali dei giorni scorsi.

Da questo seguirebbe anche la rimozione, dal sito web Abit, del comunicato stampa ufficiale che annuncia la produzione di schede video Radeon, fatta quest'oggi in tutta fretta dopo che aveva letteralmente invaso tutti i siti web del settore.

Si tratta, beniniteso, di una mia personale interpretazione e posso benissimo essere nel torto, ma conoscendo bene la mia fonte e il tipo di reazione che nVidia può avere nel vedere l'ennesimo partner passare alle soluzioni video ATI, non credo che la verità stia poi molto lontano da quanto ho scritto.

Ben lieto di ricevere smentite dalle aziende qui sopra menzionate.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
rob-roy12 Gennaio 2004, 17:52 #1
Nvidia è di un'arroganza davvero insopportabile....la classica mentalità del "o con mè,o contro di mè"...un bel vaff..ci starebbe proprio.
neo198712 Gennaio 2004, 18:06 #2
mavaf****************
terrys312 Gennaio 2004, 18:09 #3
i commenti costruttivi si sprecano, vero?
ogni volta che compaiono le parole nVidia, Microsoft e Intel è sempre la stessa storia... E basta!!!!
Dumah Brazorf12 Gennaio 2004, 18:53 #4
Che poi queste sono tutte elucubrazioni del Corsini, non sono da ritenersi verità assoluta, magari è la volta che si sbaglia...




... Corsini è onniscente!
Dark Schneider12 Gennaio 2004, 19:23 #5

ahah

Ma quale arroganza? Ma dove scusa? E' ovvio che non era proprio il massimo annunciare le Abit Radeon il giorno del chiarimento con nVidia,no? nVidia non ha mica proibito all'Abit di produrre le Radeon. La vera gaff(si scrive così?) è di Abit che sta facendo casini su casini. Interrompe il legame con nVidia...poi ritorna sui suoi passi...perchè buona parte degli incassi li fa sopratutto grazie a nVidia con le schede madri. Scusa ragà ma voi come reagireste se: fate la pace con una persona che ha lavorato con voi e poi il giorno stesso presenti il sostituto? Ma è uno scherzo vero? E'una mancanza di rispetto insomma. Abit ha fatto le sue gaff ed oggi ne ha fatta un altra: insomma fai passare qualche giorno per presentare le Radeon,no? Perchè il comportamento Abit con ste gaff mi ha dato una sensazione come dire.......presa per il sederino!!
Insomma aspettava qualche giorno ed annunciava le Radeon...nessuno gli ha proibito di non produrre le schede Ati...però insomma visto che per anni ha prodotto schede nVidia almeno una buona uscita di scena in buoni rapporti ci stava.
lasa12 Gennaio 2004, 19:27 #6
Di certo i responsabili marketing di Abit non hanno gestito bene la situazione.....
halduemilauno12 Gennaio 2004, 19:29 #7

Re: ahah

Originariamente inviato da Dark Schneider
Ma quale arroganza? Ma dove scusa? E' ovvio che non era proprio il massimo annunciare le Abit Radeon il giorno del chiarimento con nVidia,no? nVidia non ha mica proibito all'Abit di produrre le Radeon. La vera gaff(si scrive così?) è di Abit che sta facendo casini su casini. Interrompe il legame con nVidia...poi ritorna sui suoi passi...perchè buona parte degli incassi li fa sopratutto grazie a nVidia con le schede madri. Scusa ragà ma voi come reagireste se: fate la pace con una persona che ha lavorato con voi e poi il giorno stesso presenti il sostituto? Ma è uno scherzo vero? E'una mancanza di rispetto insomma. Abit ha fatto le sue gaff ed oggi ne ha fatta un altra: insomma fai passare qualche giorno per presentare le Radeon,no? Perchè il comportamento Abit con ste gaff mi ha dato una sensazione come dire.......presa per il sederino!!
Insomma aspettava qualche giorno ed annunciava le Radeon...nessuno gli ha proibito di non produrre le schede Ati...però insomma visto che per anni ha prodotto schede nVidia almeno una buona uscita di scena in buoni rapporti ci stava.

completamente d'accordo.
Raven12 Gennaio 2004, 23:30 #8

Re: Re: ahah

Già...


... e vediamo di evitare i soliti commenti da tifosi, ok?!
terrys312 Gennaio 2004, 23:38 #9
per fortuna c'è ancora qualcuno che ragiona in giro....
piffe13 Gennaio 2004, 02:25 #10

.

E' il gatto che si morde la coda... Ieri Abit con nVidia, oggi con Ati, domani di nuovo con nVIdia... Tutto per far credere che venga scelto il fornitore di chipset migliori, ma in realtà viene scelto quello che fa i prezzi migliori: si paga meno il chippettone ma il prezzo end-user rimane invariato, ed il fatturato sale, sale, sale...
Io non mi fido molto dei vari bench che si vedono in giro, vado un po' a naso, un po' a portafoglio e mi sono sempre trovato bene.
Se Abit passerà ad Ati vuol dire che avrò un marchio in più su cui basare la mia scelta per la futura scheda video. Poi tanto Abit tornerà ad nVidia, e di nuovo...
CHE PALLE!!! Ma che facciano quel che vogliono, basta che sia senza troppo casino e non pregiudichi la qualità del prodotto finale.

Oh, ora sto meglio!

Ciauz!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^