865PE supporta la tecnologia PAT?

865PE supporta la tecnologia PAT?

Le performances della scheda madre Asus P4P800, modello Socket 478 basato su chipset Intel 865PE Springdale, fa pensare che PAT sia abilitabile anche con questo chipset

di pubblicata il , alle 09:33 nel canale Schede Madri e chipset
IntelASUS
 
Le notevoli prestazioni velocistiche della scheda madre Asus P4P800, modello Socket 478 basato su chipset Intel 865PE Springdale, fa pensare che PAT sia abilitabile anche con questo chipset. PAT, performance Application Technology, è una funzionalità che Intel ha attivato nel proprio chipset 875P Canterwood, e solo in quest'ultimo, e permette di ottenere un boost prestazionale grazie alla riduzione di alcuni stadi d'accesso alla memoria DDR.

Nella giornata di ieri Asus ha annunciato, con un comunicato stampa però prontamente rimosso dal proprio sito web nel giro di qualche ora, che la propria scheda madre P4P800 basata su chipset 865PE Springdale supporterebbe la tecnologia PAT.
Questa sarebbe la procedura da seguire da bios per abilitare PAT con la scheda P4P800:

Enter BIOS setup utility;
Select “Advanced” menu;
Select “Chipset” configuration;
Enabled Memory Acceleration Mode.

Essendo PAT, Performance Accelerator Technology, una funzionalità abilitata a livello hardware nei soli chipset 875P Canterwood, pare abbastanza improbabile che i tecnici Asus siano riusciti ad abilitarla nel chipset 865PE. L'elemento che al momento distingue le schede madri Asus 865PE dagli altri modelli basati sullo stesso chipset, e che fa pensare a significative differenze prestazionali, è dato dalla forte e spinta ottimizzazione dei timings di accesso della memoria.

Nel corso dei nostri test sulla scheda madre Asus P4P800 Deluxe, pubblicati a questo indirizzo, avevamo evidenziato come la piattaforma Asus fosse in grado di avvicinare i valori di bandwidth ottenibili con schede 875P, distanziando nettamente altri modelli basati sullo stesso chipset Springdale. In occasione di quell'analisi avevamo concluso che quei risultati erano legati ad una forte ottimizzazione dei timings di accesso alla memoria da parte del bios e non all'implementazione indiretta della tecnologia PAT.

Di seguito è riportato il risultato ottenuto con i memory test del benchmark Sandra 2003; si nota chiaramente come la scheda Asus P4P800 Deluxe permetta di ottenere un valore molto vicino a quello del chipset 875P Canterwood, distanziando nettamente gli altri modelli basati su chipset Springdale.

sandra_2003_springdale_pat.gif


Questi benchmark sono stati effettuati nei giorni scorsi per un testing comparativo tra schede madri Socket 478 basate su chipset Intel 865 Springdale e 875P Canterwood, che verrà pubblicato prossimamente.

Resta ora da vedere se anche altri produttori di schede madri saranno capaci di implementare le medesime ottimizzazioni, a livello di bios, che Asus ha reso disponibili nelle proprie schede madri Socket 478.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

36 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bananarama29 Maggio 2003, 09:51 #1
Questa scheda e' davvvero una bomba! LA voglio, peccato sia cosi' povero... Cmq se girano ste voci evidentemente alla asus si sono fatti scappare qualche cosa di troppo, forza, scopriamo i segreti del PAT!

Ciao
HotMuscle29 Maggio 2003, 09:52 #2

Confermo la bontà dell'Asus P4C800 DeLuxe

Ho acquistato questa fantastica mobo di Asus, insieme a due DIMM DDR 256MB Kigston mod. HyperX CL2 P3200, P4 FSB800 2,4 GHZ. Ho settato dal bios la configurazione Overclock 30%. La Cpu opera ora a 3,14 Ghz con il CPU standard Intel. Davvero una bomba questa ASUS P4C800 !!!
cagliostro29 Maggio 2003, 09:52 #3
... Asus 865PE dagli altri mdoelli absati sullo stesso chipset....
In occasione di quell'analosi avevamo....
Buongiorno...
Paolo sei per caso milanista?hai fatto baldoria ieri sera e oggi sei un po stanchino
cionci29 Maggio 2003, 10:01 #4
Può essere benissimo che il PAT sia abilitabile o meno tramite qualche piedino registro del chipset...
HotMuscle29 Maggio 2003, 10:05 #5

Precisazione

Scusate, intendevo dire che il processore opera con il CPU FAN standard Intel, temperatura cpu rilevata 65°, temperatura mobo rilevata 39°. Mi sapreste dire qual'è la temperatura massima tollerata da una CPU/MOBO a regime ? Grazie
Ciao
JoJo29 Maggio 2003, 10:20 #6
Possibile ke gli 865 non siano altro che 875 rimarchiati con la PAT "addormentata" da BIOS? In fin dei conti la differenza tra i 2 chipset stà solo nella PAT. Secondo me ad Intel conviene produrre un solo chipset e venderlo in 2 modi differenti: 875 e 865 (ovvero 875 castrato).

Un po' come le ATI con le 9500@9700...

Aspettiamo e vediamo, sono solo mie ipotesi basate su... niente!
massidifi29 Maggio 2003, 10:27 #7
x corsini
Nel test che hai svolto nel bios della asus p4p800 Memory Acceleration Mode era abilitato?
Se ha dato questi risultati in modalita off figuriamoci abilitandola....arriverebbe veramente a una 745p....
D1eguz29 Maggio 2003, 10:37 #8
il super-bypass dei vecchi k7 slot-a
Barix29 Maggio 2003, 10:59 #9
Sarebbe facilissimo che i due chipset fossero identici e in uno dei due venisse disabilitato il PAT .. lo hanno fatto tutti, la Ati, la yamaha (il cd-r 2x diventava un 4x) e altri .. e la Intel già ai tempi del 486 lo faceva .. 486SX e 486DX erano identici ma nel SX veniva segato il coprocessore matematico. Quando si comprava il coprocessore (487DX mi pare) in realtà si comprava un'altro 486DX standard in un package diverso, installandolo la cpu primaria (486SX) veniva disabilitata e la seconda cpu faceva tutto .. in pratica si aveva una singola cpu con coprocessore che lavorava e l'altra stava a guardare. Sono leggi di mercato, costa moooolto meno fare tutto uguale, e se poi ci si vuole guadagnare bisogna trovare un modo per differenziare il prezzo ..
ErPazzo7429 Maggio 2003, 11:03 #10
x hotmuscle:
guarda che 65gradi e non siamo ancora a luglio sono troppi! Occhio!
Magari d'inverno si ma ora x l'estate mettilo + tranquillo
La temperatura della mobo e' alta ma "normale", quella della cpu e' troppo alta x cui potrebbe essere che declocchi a volte x cui torna giu'...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^