40 milioni di schede madri: ecco il risultato 2005 di Foxconn

40 milioni di schede madri: ecco il risultato 2005 di Foxconn

Il produttore taiwanese, noto per la produzione OEM ma ora impegnato anche nel canale retail, ha ottenuto importanti risultati in termini di vendite nell'anno appena concluso

di pubblicata il , alle 11:56 nel canale Schede Madri e chipset
Foxconn
 

Digitimes segnala, con questa notizia, l'ottimo risultato complessivamente ottenuto dalla taiwanese Foxconn in termini di numero di schede madri prodotte nel corso del 2005.

Si tratta di 40 milioni di pezzi circa, con una crescita superiore al 30% rispetto ai 30 milioni di pezzi prodotti nel corso del 2004. I 4 principali produttori taiwanesi di schede madri, Asus, ECS, Gigabyte e MSI, hanno prodotto circa 105 milioni di schede madri nel corso del 2005; questo fa capire quale sia la portata del risultato di Foxconn.

Tra i first tier, il ruolo principale è svolto da Asus, che ha chiuso il 2005 con circa 52 milioni di schede madri prodotte e commrcializzate. Stando alle informazioni riportate da Digitimes, nel corso del 2006 Asus avrebbe intenzione di spostare parte del proprio focus produttivo lontano dalla produzione di schede madri, dedicandosi maggiormente allo sviluppo di barebone e di sistemi PC.

Foxconn è un marchio solo da poco tempo presente nel canale retail; questo produttore, infatti, si è specializzato nella produzione OEM per conto di altre aziende, ma a partire dalla metà del 2004 si è presentato anche nel canale retail con una gamma di schede madri indirizzate ai segmenti di fascia media ed alta.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Taz8327 Gennaio 2006, 12:04 #1
Interessante.. Qualcuno ha per caso una Foxconn e riesce a fare oc spinti?
generals27 Gennaio 2006, 12:06 #2

Azz

Ottimo risultato, l'nforce4 venduto a buon prezzo ha avuto successo, è un messaggio anche per gli altri produttori (abbassate i prezzi!!)
ThePunisher27 Gennaio 2006, 12:07 #3
"Stando alle informazioni riportate da Digitimes, nel corso del 2006 Asus avrebbe intenzione di spostare parte del proprio focus produttivo lontano dalla produzione di schede madri, dedicandosi maggiormente allo sviluppo di barebone e di sistemi PC."

Era ora lo aggiungo io .
R0b127 Gennaio 2006, 12:16 #4
Foxconn fa pure schede per la Intel se non sbaglio...di questi 40 milioni quante schede sono quelle uscite a marchio Intel?
Altro dato importante, Foxconn lavora molto con i server a differenza dei 4 produttori taiwanesi...quindi magari ci sono 10 milioni di schede server in mezzo a quei 40 che MSI non sa nemmeno cosa siano ad esempio
Italian Soldier27 Gennaio 2006, 13:16 #5
Io ho una foxconn, non mi trovo male solo alcune piccole cose non mi vanno, ma sono passato da ASUS a Foxconn quindi...
Cmq tutto sommato vanno bene.
Come OC non ti saprei dire, con l'ultimo BIOS sembra tutto andare meglio. Cioè io non sono capace di fare OC ma questa scheda implementa funzioni di OC "predefinite" con una semplice impostazione il mio sistema stà tranquillamente a 2420 daily-use.
MaxArt27 Gennaio 2006, 13:46 #6
Foxconn in passato è rimasta associata anche al marchio Winfast. Ho avuto modo di provare una scheda con chipset VIA K7M400... La scheda proprio non era granché, assai limitata anche come BIOS e overclock, ma del resto era di fascia davvero bassa, pagata sui 40 euro, per cui il mio esempio non è significativo.
JohnPetrucci27 Gennaio 2006, 13:47 #7
Finalmente dati di un produttore che non impallidiscono di fronte ad Asus.
Sono sempre favorevole agli incrementi di mercato che portano a maggiore concorrenza, di questo strapotere Asus spesso immotivato non ne guadagnano di certo gli utenti.
tisserand27 Gennaio 2006, 16:38 #8
Come sempre avete il pessimo gusto di sputare fango...ma non siete in grado di leggere, o di scrivere, una notizia. Si dice "...in termini di schede PRODOTTE una crescita superiore al 30% rispetto ai 30 mln di pezzi PRODOTTI nel 2004...asus ha chiuso il 2005 con circa 52mln (quasi il doppio...chissà perchè?...a già i famosi utonti; una miseria intellettuale scrivere questo) di schede PRODOTTE e COMMERCIALIZZATE.
Non si nota una sottile differenza? O si vuole far credere che produrre (e basta) è la stessa cosa di produrre e commercializzare? Allora fornite, e commentate, i dati sul fatturato (capite questa parola?) e non assimilate patate e prosciutto...o forse questa onestà intellettuale non vi conviene perchè così non potreste spalare merda!?
JohnPetrucci27 Gennaio 2006, 17:59 #9
Originariamente inviato da: tisserand
Come sempre avete il pessimo gusto di sputare fango...ma non siete in grado di leggere, o di scrivere, una notizia. Si dice "...in termini di schede PRODOTTE una crescita superiore al 30% rispetto ai 30 mln di pezzi PRODOTTI nel 2004...asus ha chiuso il 2005 con circa 52mln (quasi il doppio...chissà perchè?...a già i famosi utonti; una miseria intellettuale scrivere questo) di schede PRODOTTE e COMMERCIALIZZATE.
Non si nota una sottile differenza? O si vuole far credere che produrre (e basta) è la stessa cosa di produrre e commercializzare? Allora fornite, e commentate, i dati sul fatturato (capite questa parola?) e non assimilate patate e prosciutto...o forse questa onestà intellettuale non vi conviene perchè così non potreste spalare merda!?

Da hardware Upgrade:
"Si tratta di 40 milioni di pezzi circa, con una crescita superiore al 30% rispetto ai 30 milioni di pezzi prodotti nel corso del 2004. I 4 principali produttori taiwanesi di schede madri, Asus, ECS, Gigabyte e MSI, hanno prodotto circa 105 milioni di schede madri nel corso del 2005; questo fa capire quale sia la portata del risultato di Foxconn."

Mi sa che dovresti leggerle tu bene le news che dai degli utonti agli altri.
Asus non ha chiuso con quasi il doppio ma con 52mln vs i 40mln di Foxconn.
La concorrenza fa bene, ricordatelo.
rrolando27 Gennaio 2006, 18:45 #10

Un po' di chiarezza!

Rispondo per fare un po' di chiarezza su cosa rappresenta Foxconn, prendendo spunto dalla provocazione di Tisserand (senza provocare flame sull'argomento, spero!).

Innanzitutto, pressoché tutte (a parte qualche migliaio di pezzi in stock a fine anno) le 40 milioni di schede madri sono state commercializzate o fornite ai grandi system integrator, che hanno poi essi stessi distribuito loro prodotti sul mercato.

Foxconn, anche se non è ancora molto conosciuta in Italia, è più grande di qualsiasi competitor Taiwanese (con un fatturato superiore ai 26,7 miliardi di dollari nel 2005), essendo la più grossa società privata di Taiwan (e nota anche col suo nome di "battesimo" Hon Hai Precision Industry). Impiega più di 190.000 dipendenti nel mondo, è il più grande esportatore della Cina (possedendovi molti centri di produzione) e mantiene anche il record di brevetti depositati a Taiwan. E' il secondo produttore al mondo di schede madri, ma il primo di cabinet PC (50 milioni di pezzi l'anno), di dissipatori e di connettori PC.

Ovviamente non tutto il fatturato di Foxconn nasce nel settore PC, anzi; molti stabilimenti sono dedicati alla produzione per terzi, nelle tecnologie per le telecomunicazioni - inclusi molti telefoni cellulari distribuiti in Italia - e persino gaming console in commercio e DAP (Digital Audio Player) dal design decisamente celebre...

Da metà 2004 Foxconn (fondata nel 1974) ha iniziato a investire nella distribuzione di prodotti a proprio marchio, e così... Eccoci!

Ultima nota: anche le schede madri commercializzate con il marchio Winfast sono (ora) completamente prodotte e commercializzate da Foxconn, e sono dedicate ai processori AMD.

Rodolfo Rolando
Marketing & Comunicazione
FOXCONN Southern Europe (CSD5)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^