Windows Vista: nessuna backdoor per BitLocker

Windows Vista: nessuna backdoor per BitLocker

Microsoft ha ribattuto alle accuse portate dall'emittente britannica BBC, secondo la quale la società americana starebbe contrattando con gli enti governativi l'inserimento di una backdoor nel proprio sistema operativo

di Marco Giuliani pubblicata il , alle 11:15 nel canale Sistemi
MicrosoftWindows
 

Lo scorso febbraio la nota emittente televisiva britannica BBC aveva dichiarato che il governo britannico fosse in trattative con Microsoft per un'eventuale backdoor in Windows che permettesse l'accesso ad un sistema in qualunque momento. La società di Redmond ha voluto mettere a tacere queste voci per mezzo di un incaricato Microsoft.

"Microsoft, né ora né mai, inserirà nel proprio sistema operativo Windows alcuna backdoor, ha dichiarato il rappresentante in un'e-mail.

La discussione è stata incentrata sulla nuova tecnologia di Microsoft denominata BitLocker Drive Encryption, inserita nel nuovo sistema operativo Windows Vista. BitLocker permette di criptare i dati contenuti in un pc se il computer viene rubato oppure perso.

Ovviamente questa nuova funzionalità renderebbe tutto più difficile per le forze dell'ordine nell'eventualità di dover verificare dati.

"Le voci che girano affermano che noi staremmo lavorando in collaborazione con gli enti governativi per creare una backdoor in modo tale da poter accedere in qualunque momento ai dati criptati con BitLocker. Si dovrà passare sul mio corpo", ha dichiarato nel proprio blog Niels Ferguson, sviluppatore e crittografo per Microsoft.

"Che Microsoft stia parlando con gli enti governativi di Windows Vista è vero, ma solo per presentare il proprio sistema operativo e le garanzie di sicurezza che la nuova tecnologia potrà fornire. Inoltre abbiamo ricevuto molte domande da alcune autorità giudiziare che vorrebbero poter leggere i dati criptati. Le backdoor sono inaccettabili e non troveranno nessuno nel nostro team che accetterà di implementare una backdoor simile", ha concluso poi Ferguson.

Fonte:ZDNet

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

78 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dsajbASSAEdsjfnsdlffd06 Marzo 2006, 11:25 #1
anche perche sarebbe una protezione che si crakka con un grissino... e con gia i gorssi problemi d'immagine che microsoft ha sul fronte sicurezza, di sicuro non si tireranno la zappa sui piedi in questo modo.
schwalbe06 Marzo 2006, 11:34 #2
E pone anche un problema: se so che il mio pc può essere visitato in qualunque momento perchè ci devo "archiviare" le mie cose? Torno al quaderno allora! Sono contrario a molte esasperazioni sulla privacy, ma questo supera ogni cosa!
E poi dopo cosa chiedono? La copia della chiave della cassaforte, di quella del diario, della cassetta di sicurezza, ...
Special06 Marzo 2006, 11:40 #3
Speriamo che sia così...
Aryan06 Marzo 2006, 11:42 #4
W la privacy, anche se con M$ non so quanto in buone mani siamo...
jpjcssource06 Marzo 2006, 11:44 #5
In ogni modo questo backdoor doveva essere presente solo per le copie vendute nel regno unito quindi non ci tocca, non penso che il governo britannico possa andare a spiare anche i computer di altri paesi, almeno ufficialmente....
riccardosl4506 Marzo 2006, 12:03 #6
Speriamo sia tutto vero e non una manovra per distogliere l'attenzione...
k0nt306 Marzo 2006, 12:21 #7
a me la falla del wmf ha parecchio insospettito (e anche a qualche esperto di sicurezza).. anche perchè non è una falla, ma proprio una feature voluta mmm.. per quale motivo dare la possibilità a un file del genere di eseguire codice?
comunque sia fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio! preferisco l'opensource da questo punto di vista
coschizza06 Marzo 2006, 12:31 #8
Originariamente inviato da: k0nt3
a me la falla del wmf ha parecchio insospettito (e anche a qualche esperto di sicurezza).. anche perchè non è una falla, ma proprio una feature voluta mmm.. per quale motivo dare la possibilità a un file del genere di eseguire codice?
comunque sia fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio! preferisco l'opensource da questo punto di vista


pensi veramente che la falla del wmf fosse stata fatta apposta?
quella falla è stata "progettata" nel 1990 con windows 3.0 (nenche 3.1)
quando la sicurezza non esisteva nel campo informatico, l'errore di un progettista non puo dar discredito a un' intera zienda, anche perche piu volte è capitato che fossero inserite backdor in build di linux proprio a causa delle troppe mani che ci lavorano sopra, poi la verità non la sapremo mai

byby
diabolik198106 Marzo 2006, 12:34 #9
Originariamente inviato da: coschizza
pensi veramente che la falla del wmf fosse stata fatta apposta?
quella falla è stata "progettata" nel 1990 con windows 3.0 (nenche 3.1)
quando la sicurezza non esisteva nel campo informatico, l'errore di un progettista non puo dar discredito a un' intera zienda, anche perche piu volte è capitato che fossero inserite backdor in build di linux proprio a causa delle troppe mani che ci lavorano sopra, poi la verità non la sapremo mai

byby


straquotone... mi domando, quando la gente inizierà a parlare con un po di cognizione di causa e senza sparare su un'azienda solo perchè antipatica?

lo so, non accadrà mai...
MiKeLezZ06 Marzo 2006, 12:42 #10
Ma basterebbe non farlo mai accedere a internet
Quantomeno non con l'HD con i dati "sensibili"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^