Uno chassis ESA per Cooler Master

Uno chassis ESA per Cooler Master

Il case Cosmos è ora disponibile anche in una nuova versione specificamente sviluppata per aderire al nuovo standard ESA, recentemente presentato da NVIDIA

di pubblicata il , alle 13:48 nel canale Sistemi
NVIDIACooler Master
 

In questo focus abbiamo segnalato il lancio ufficiale di Enthusiast System Architecture, una serie di specifiche che permettono a vari componenti presenti nel sistema di interagire tra di loro, fornendo informazioni utili a verificare il corretto funzionamento del sistema nel suo complesso.

Le specifiche ESA sono state sviluppate con il principale contributo di NVIDIA, unitamente ad una serie di produttori di componentistica che stanno sviluppando proprie soluzioni aderenti a questo standard.

cosmos_esa_1.jpg (48394 bytes)

cosmos_esa_3.jpg (40348 bytes)

Cooler Master ha ufficialmente presentato una nuova versione del proprio chassis Cosmos, specificamente sviluppato per le nuove specifiche ESA e indicato con il nome di Cosmos ESA. Il nuovo chassis Cooler Master riprende tutte le caratteristiche tecniche base del modello Cosmos, integrandolo con la circuiteria necessaria per gestire le ventole integrate e poter così interfacciare queste ultime, attraverso connessione USB, con i restanti componenti presenti all'interno del sistema.

 

cosmos_esa_2.jpg (57307 bytes)

cosmos_esa_4.jpg (37474 bytes)

Lo standard ESA si pone l'obiettivo di verificare le interdipendente esistenti, all'interno di un sistema, tra componenti quali il case, l'alimentatore e il sistema di raffreddamento. Informazioni quali i voltaggi applicati in un determinato istante dall'alimentatore, la velocità di rotazione delle ventole del case o la temperatura del liquido di raffreddamento di un sistema a liquido possono ora venir tenute sotto controllo grazie a questo nuovo standard.

NVIDIA ha basato ESA su due elementi base fondamentali: da una parte l'utilizzo dell'interfaccia USB per la comunicazione dei vari dati tra le periferiche, sfruttando in questo uno standard di mercato presente in ogni PC in commercio. Dall'altra, la volontà di rendere aperto a qualsiasi azienda il nuovo approccio: ESA, di conseguenza, non richiede alcun tipo di royalty ai produttori che sviluppano soluzioni certificate, a patto ovviamente che le specifiche vengano rispettate pienamente.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

39 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gwwmas13 Novembre 2007, 14:04 #1
Ma cavolo.
Appena uscito.....appena preso....già vecchio !!!
Ma che andassero tutti a.............
TROJ@N13 Novembre 2007, 14:04 #2
Mah........
Igorilla13 Novembre 2007, 14:06 #3
Praticamente integrano un controller per ventole & affini nel case, gestibile via software, rendendo così inutili i vari prodotti zalman & co.
Io la trovo un'ottima idea, l'importante non faccia lievitare il costo del case di troppo
Cmq nello specifico questo Cosmos ha una disposizione degli HD pessima, imho, se ci metti davanti una ventola per raffreddarli il flusso d'aria viene bloccato dal primo hd che incontra!
giaballante13 Novembre 2007, 14:11 #4
Originariamente inviato da: Igorilla
Cmq nello specifico questo Cosmos ha una disposizione degli HD pessima, imho, se ci metti davanti una ventola per raffreddarli il flusso d'aria viene bloccato dal primo hd che incontra!


Forse l'aria viene da sotto e non dal davanti
Motosauro13 Novembre 2007, 14:12 #5
Originariamente inviato da: Igorilla
Praticamente integrano un controller per ventole & affini nel case, gestibile via software, rendendo così inutili i vari prodotti zalman & co.
Io la trovo un'ottima idea, l'importante non faccia lievitare il costo del case di troppo
Cmq nello specifico questo Cosmos ha una disposizione degli HD pessima, imho, se ci metti davanti una ventola per raffreddarli il flusso d'aria viene bloccato dal primo hd che incontra!


Infatti se non ho visto male la ventola per gli hd è sul pavimento.

Ma il BTX? c'entra niente? o è nato morto come sembra?
Ad ogni modo 'sti cassoni imho sono destinati a scomparire. Viva il nano-tx
predator8713 Novembre 2007, 14:26 #6
Originariamente inviato da: Motosauro
Infatti se non ho visto male la ventola per gli hd è sul pavimento.

Ma il BTX? c'entra niente? o è nato morto come sembra?
Ad ogni modo 'sti cassoni imho sono destinati a scomparire. Viva il nano-tx


vero.. che fine ha fatto il BTX? comunque quanto costerà più o meno?
Fra_cool13 Novembre 2007, 14:30 #7
Chissà se si trova un controller stand-alone come quello integrato in questo case...
Aegon13 Novembre 2007, 14:38 #8
Finalmente un case con un sistema di ventilazione intelligente
(basso -> alto è molto + performante di frontale -> posteriore), peccato che costerà uno sproposito

Gli harddisk cmq son messi sul fianco e l'aria è si presa da sotto, quindi nn trova resistenza. Poi scusate, chi lo riempie quel coso con SEI hard-disks?
Igorilla13 Novembre 2007, 14:39 #9
http://pics.computerbase.de/1/8/7/4/9/14.jpg
A me sembra sia addirittura a fianco degli hd, ne sotto ne davanti.
Dexther13 Novembre 2007, 14:41 #10
Premettendo che dell'ESA non mi frega una mazza, il case mi pare splendido .

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^