Thermaltake: nuovi case, dissipatori e alimentatori

Thermaltake: nuovi case, dissipatori e alimentatori

Interessanti novità per Thermaltake al Computex 2011: l'azienda taiwanese propone evoluzioni della propria gamma di soluzioni e periferiche per sistemi desktop

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:19 nel canale Sistemi
Thermaltake
 

Al Computex 2011 Thermaltake ha mostrato in funzione la propria completa gamma di alimentatori, sistemi di raffreddamento e chassis unitamente a varie altre tipologie di accessori per il proprio sistema desktop e notebook.

thermaltake_ct2011_1.jpg (38605 bytes)

Quale migliore dimostrazione per un alimentatore di elevata potenza come quella di alimentare contemporaneamente due sistemi desktop tutt'altro che di ridotte prestazioni? E' questo quanto fatto da Thermaltake con il modello Toughpower XT Gold 1475 Watt, mostrato al Computex collegato a un sistema con 3 schede video NVIDIA GeForce GTX 580 in configurazione Triple SLI e a un secondo sistema con due schede video AMD Radeon HD 6990, ciascuna dotata di due GPU sullo stesso PCB.

thermaltake_ct2011_2.jpg (72699 bytes)

thermaltake_ct2011_3.jpg (66513 bytes)

Lo chassis Level 10 GT è stato mostrato in dettaglio da Thermaltake in occasione del Cebit 2011 di Hannover; di questa soluzione trovate inoltre la nostra analisi a questo indirizzo. Al Computex l'evoluzione di questa proposta è passata attraverso alcune nuove versioni: una di colore completamente bianco, l'altra sviluppata appositamente per l'abbinamento con prodotti NVIDIA che quindi alterna il verde di quest'ultima al nero.

thermaltake_ct2011_4.jpg (66445 bytes)

Decisamente numerosi i sistemi di raffreddamento mostrati al Computex 2011 da Thermaltake; il modello Frio Extreme qui raffigurato utilizza una struttura massiccia a doppio radiatore connesso con heatpipes alla base, abbinato a due ventole da 140 millimetri di diametro. La risultante è la capacità di dissipare sino ad un massimo di 250 Watt, valore ben più elevato del TDP massimo delle più veloci CPU Intel e AMD per sistemi desktop.

thermaltake_ct2011_6.jpg (58150 bytes)

thermaltake_ct2011_5.jpg (70149 bytes)

Con BigWater 760Plus passiamo invece ad una soluzione a liquido di tipo integrato, che prevede il complesso radiatore e pompa installati in un bay che occupa 2 unità da 5 pollici e 1/4 all'interno dello chassis. Anche in questo caso troviamo placche di fissaggio al socket del processore di tipo universale oltre ad un regolatore manuale della velocità di rotazione della ventola di raffreddamento, accanto ad un indicatore del livello del liquido di raffreddamento.

thermaltake_ct2011_7.jpg (44768 bytes)

BigWater A80 è l'ultimo kit di raffreddamento a liquido di tipo integrato proposto da Thermaltake: in questo caso il design è simile ad altre proposte presentate recentemente dall'americana Corsair, con waterblock che integra la pompa al proprio interno e il complesso ventola e radiatore che devono venir posizionati nella parte posteriore dello chassis. Per questo modello l'azienda taiwanese certifica sin d'ora la compatibilità con le future piattaforme Intel dotate di socket 2011 LGA.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
B4rt0cchi009 Giugno 2011, 09:11 #1
Il dissipatore per CPU cn le due (s)ventolone mi sembra di aver già visto... ma dove?

Nessuna polemica ovviamente... prendere "spunto" da chi ha già fatto un buon lavoro è di casa in questo mondo
ulk09 Giugno 2011, 09:33 #2
Originariamente inviato da: B4rt0cchi0
Il dissipatore per CPU cn le due (s)ventolone mi sembra di aver già visto... ma dove?

Nessuna polemica ovviamente... prendere "spunto" da chi ha già fatto un buon lavoro è di casa in questo mondo


Tritro e ritrito in questi anni, solo il case "strano" è originale ma in quanto a praticità avrei seri dubbi.
Mparlav09 Giugno 2011, 09:41 #3
Già nel 2008 Thermaltake aveva prodotto un dissipatore heatpipe con doppio radiatore (tutto in rame), solo che allora utilizzava una sola ventola centrale da 92mm.
Adesso è più di "moda" adottare i doppi sventolazzi da 120-140 mm
bollicina3109 Giugno 2011, 10:29 #4
per il case nero e verde , preferisco il vecchio staker nvidia
molochgrifone09 Giugno 2011, 11:25 #5
Piccolo errore nell'ultimo paragrafo dell'articolo:

"BigWater A80 è l'ultimo kit di raffreddamento a liquido di tipo integrato proposto da Thermalright"

Il sistema a liquido con gruppo radiatore/pompa/ventola integrato in due slot da 5,25 imho performa meno di un qualsiasi dissi ad aria di buon livello
3ACKDOOR09 Giugno 2011, 11:26 #6
Ma alla TT che cacchio combinano???? è da qualche anni che fanno di tutto per non vendere... mah a me fanno schifo tutti i loro prodotti... anni fa non erano così
Alessandro Bordin09 Giugno 2011, 11:35 #7
"Thermalright": sistemato, grazie della segnalazione
Perseverance09 Giugno 2011, 13:35 #8
Thermaltake mi dà l'impressione che stia tirando un po' troppo la corda. Sinceramente quanti prodotti utili ha? Solo 3 case (V3, V4, ElementQ mITX). Il resto che produce (anzi che fà produrre a terzi) non fà più concorrenza: dagli alimentatori, ai dissipatori fino ad arrivare alle ventole.

Thermaltake non produce altro che queste tre cose e da diverso tempo sta tirando fuori degli obbrobri che ad una ditta così specializzata non si addicono. O cambiano o andranno dritti verso il fallimento.

I prodotti interessanti di thermaltake imho sono solo quei 3 case, per tutto il resto altre marche e anche per i case ci sono altre case che fanno uguale o meglio.
fax_modem_56k09 Giugno 2011, 13:40 #9
Una volta erano i cinesi che copiavano tutto, ora è thermaltake che si prende la briga di svolgere questo duro compito.
Però le cineserie costano meno di solito.
mail9000it09 Giugno 2011, 15:13 #10
Originariamente inviato da: articolo
Quale migliore dimostrazione per un alimentatore di elevata potenza come quella di alimentare contemporaneamente due sistemi desktop tutt'altro che di ridotte prestazioni?


Quale migliore dimostrazione che un alimentatore da 1475 Watt in un computer non ha senso ?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^