Thermaltake, dissipatore Engine 17: ventola e corpo in metallo con tecnologia Sandia

Thermaltake, dissipatore Engine 17: ventola e corpo in metallo con tecnologia Sandia

ià nel 2016 Therlmaltake aveva presentato un modello denominato Engine 27, con dimensioni pari a 91,5x91,5 mm per 27 mm di altezza, ora ne offre una versione ancora più compatta ed efficiente, parliamo dell'Engine 17

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Sistemi
Thermaltake
 

Thermaltake richiama uno dei brevetti meno noti nel mondo dei dissipatori, parliamo della tecnologia Sandia, ideata nel 2011 da un team di ingegneri dei Sandia National Laboratories in New Mexico, la quale predeve l'ottimizzazione dello smaltimento del calore grazie all'adozione di una particolare interazione tra ventola e base del dissipatore entrambi necessariamente realizzati interamente di metallo.

Già nel 2016 Thermaltake aveva presentato un modello denominato Engine 27, con dimensioni pari a 91,5x91,5 mm per 27 mm di altezza, ora ne offre una versione ancora più compatta ed efficiente, parliamo dell'Engine 17: dimensioni in pianta identiche al predecessore ma un altezza di soli 17 mm ed un peso di appena 205 g; indicato per processori con socket LGA115x e valori TDP pari a 35 W, è una soluzione ideale per sistemi da inserire all'interno di case rack alti una sola unità.

La tecnologia costruttiva Sandia prevede l'adozione di una base in rame nichelato sulla quale si incastra una particolare ventola da 60 mm di diametro realizzata interamente in alluminio, dotata non di pale bensì di alette atte a spingere l'aria calda verso il contorno più esterno di alette dissipanti: il particolare incastro tra base e ventola, nonché la tipologia di materiale metallico utilizzato, garantisce che anche l'intera superficie della ventola contribuisca a svolgere il ruolo di dissipatore passivo, sfruttando realmente ogni singolo millimetro quadrato per lo smaltimento del calore.

La scheda tecnica riporta che la ventola adottata, nonostante le dimensioni contenute, è in gradi di girare a velocità comprese tra 1.500 e 2.500 RPM, spingendo circa 9 CFM d'aria, con un rumore che varia tra 11 e 23 dBA.

Per il momento nessuna informazioni circa disponibilità e prezzo, il precedente modello Engine 27 attualmente lo si può trovare in vendita a circa 55 €, supponiamo che il nuovo modello Engine 17 risulti sicuramente meno costoso; per maggiori immagini e dettagli, vi invitiamo a visitare la pagina dedicata a questo particolare dissipatore per processori.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dark_edo26 Giugno 2018, 09:07 #1
Come può la ventola contribuire a dissipare il calore se, per girare, non può essere in contatto con la base? Se tra i due pezzi c'è l'aria, la trasmissione non può essere efficiente, mentre se c'è contatto c'è attrito e rumore.
+Benito+26 Giugno 2018, 09:27 #2
Interessante scoprire che non sono pale.

Il rotore viene irraggiato dalla base e contribuisce a dissipare, e come si vede l'interfaccia è sagomata per aumentare la superficie dello strato limite. Il coefficiente liminare sarà vantaggioso di conseguenza è una soluzione che aumenta l'efficienza di scambio.
marco.magnaterra26 Giugno 2018, 09:52 #3
Quanto mi affascina sto dissipatore, purtroppo non ho più un PC già da tempo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^