Sycamore: il computer quantistico di Google mostra il suo potenziale

Sycamore: il computer quantistico di Google mostra il suo potenziale

Sycamore, il computer quantistico di Google, è riuscito effettivamente a sopravanzare quelli che sono i supercomputer tradizionali. La strada è ancora lunga ma a Mountain View credono che il percorso sia ormai tracciato verso il futuro.

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Sistemi
GoogleComputer Quantistico
 
41 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
v10_star25 Ottobre 2019, 09:22 #11
Originariamente inviato da: phmk
Scardinare password e blockchain...


o per ottenere l'esatto opposto ovvero cifrature con i contro-c**1
AlexSwitch25 Ottobre 2019, 09:28 #12
Originariamente inviato da: demon77
GRAZIE!
Questo rende l'idea molto bene sulla logica di funzionamento e anche sulla tipologia di applicazioni possibili.

Basandomi su questa spiegazione immagino che in futuro non avremo "computer quantistici" ma più precisamente saranno computer tradizionali che potranno contare ANCHE su coprocessori quantisitci.


Si ma solamente via cloud... Un processore quantistico non potrà mai essere integrato in un sistema tradizionale, nemmeno fra 50 anni, visto che deve essere tenuto in condizioni ambientali e di alimentazione ben precise ed imprescindibili.
demon7725 Ottobre 2019, 09:37 #13
Originariamente inviato da: AlexSwitch
Si ma solamente via cloud... Un processore quantistico non potrà mai essere integrato in un sistema tradizionale, nemmeno fra 50 anni, visto che deve essere tenuto in condizioni ambientali e di alimentazione ben precise ed imprescindibili.


Bon.
Penso sinceramente non manchi molto prima che sia TUTTO via cloud.. (nel bene o nel male)

Tuttavia la tecnologia avanza, se ora i processori quantistici funzionano solo in paticolari condizioni possiamo anche pensare che in futuro troveranno soluzioni per integrarli nei comuni chip di una pc di casa.
andbad25 Ottobre 2019, 09:38 #14
Originariamente inviato da: AlexSwitch
Si ma solamente via cloud... Un processore quantistico non potrà mai essere integrato in un sistema tradizionale, nemmeno fra 50 anni, visto che deve essere tenuto in condizioni ambientali e di alimentazione ben precise ed imprescindibili.


In realtà si spera di no. La ricerca nei materiali superconduttivi a temperature normali (quindi senza azoto liquido) è molto fervida, perché è utile in moltissimi campi. Si spera che entro qualche decina d'anni ci siano soluzioni in tal senso.

In ogni caso, anche se non diventassero proprio di dominio pubblico, sarebbe comunque un grosso passo avanti e allo stesso tempo un grosso problema di sicurezza.

By(t)e
AlexSwitch25 Ottobre 2019, 10:04 #15
Originariamente inviato da: demon77
Bon.
Penso sinceramente non manchi molto prima che sia TUTTO via cloud.. (nel bene o nel male)

Tuttavia la tecnologia avanza, se ora i processori quantistici funzionano solo in paticolari condizioni possiamo anche pensare che in futuro troveranno soluzioni per integrarli nei comuni chip di una pc di casa.


Ci sta lavorando Intel con un prototipo di processore quantistico su silicio... ma la strada è molto lunga e accidentata. Altri stanno percorrendo la strada di usare le proprietà quantistiche della luce, piuttosto che della superconduzione.
E stiamo parlando solo dell'unità di calcolo a qBit... poi si dovrebbe sviluppare una tecnologia di programmazione, controllo e traduzione dati per questa da affiancare in maniera trasparente alle classiche CPU binarie.
Se ci sarà un futuro " consumer " per il qBit, sarà molto lontano e a costi abbastanza elevati...
marcram25 Ottobre 2019, 10:13 #16
Originariamente inviato da: andbad
A me l'hanno spiegata così (non so quanto semplicisticamente e correttamente, mi corregga chi ne sa di più: pensa al pi-greco, per calcolarlo con una certa precisione (10k, 100k, miliardi di cifre decimali, ecc...) un computer tradizionale deve effettuare un fottiliardo di calcoli per tirarti fuori un numero, ma sai che è preciso; uno quantistico ti spara invece un numero elevatissimo di "pi-grechi" con la stessa quantità di decimali, ma con una precisione non certa. A questo punto ti basta prendere il valore medio tra questi e hai lo stesso risultato con la stessa precisione ma con molto meno tempo.
Sempre se non ho capito male, il qubit non può assumere 3 stati (0, 1 e entrambi) ma infiniti stati (0, 1 e tutto quello che c'è in mezzo) contemporaneamente. Quindi l'insieme di qubit che escono dal calcolo rappresentati il pi-greco, nel mio esempio di prima, sarebbero "infiniti" (più o meno) valori tra 3,14 e 3,15. Per questo non servono gigalioni di RAM per fare il calcolo (come nel calcolo digitale tradizionale), ma bastano pochi qubit.
Questo è (passatemi il paragone) una sorta di parallelizzazione estrema dei calcoli.

By(t)e

Premetto anch'io la mia estrema ignoranza in materia.
Ora, una delle poche cose che mi pareva di aver capito, era che il quantistico era estremamente veloce per calcoli paralleli, mentre per calcoli sequenziali rimaneva migliore quello tradizionale.
Calcolare il pi greco dovrebbe essere un calcolo esclusivamente sequenziale (o sbaglio qualcosa?), quindi dovrebbe essere ancora appannaggio dei computer tradizionali...
Viceversa, per trovare ad esempio i fattori primi, il computer va a tentativi: quello tradizionale fa un tentativo alla volta, quello quantistico li fa tutti contemporaneamente.
Opteranium25 Ottobre 2019, 10:22 #17
Originariamente inviato da: demon77
Bon.
Penso sinceramente non manchi molto prima che sia TUTTO via cloud.. (nel bene o nel male)

sarà un gran brutto giorno quando ciò accadrà..
demon7725 Ottobre 2019, 10:24 #18
Originariamente inviato da: Opteranium
sarà un gran brutto giorno quando ciò accadrà..


boh. Non saprei.
Perchè?
Marko_00125 Ottobre 2019, 10:41 #19
@demon77
perché la spina non è attaccata al tuo muro
e se te la staccano, mi sia consentito, t'attacchi...
una cosa paragonabile è successa a Gazprom
un anno fa un suo fornitore francese, per essere zelante
con le ritorsioni americane, gli ha bloccato da remoto
gli apparati che gli aveva venduto
- venduto, non noleggiato.
ora sono passati a soluzioni proprietarie.
ps
Gazprombank, Sberbank, PwC e il Russian Quantum Center
hanno presentano la prima rete quantistica interaziendale il 7 giugno 2019
ad un forum internazionale a San Pietroburgo.
le comunicazioni video utilizzano un canale dati in fibra ottica con crittografia bidirezionale fornita tramite cripto-gateway di S-Terra.
Le chiavi per la decrittografia dei dati sono state trasmesse tramite un canale ottico separato utilizzando le impostazioni della distribuzione quantistica della chiave RCC e Qrate.
andbad25 Ottobre 2019, 11:00 #20
Originariamente inviato da: Marko_001
@demon77
perché la spina non è attaccata al tuo muro
e se te la staccano, mi sia consentito, t'attacchi...
una cosa paragonabile è successa a Gazprom
un anno fa un suo fornitore francese, per essere zelante
con le ritorsioni americane, gli ha bloccato da remoto
gli apparati che gli aveva venduto
- venduto, non noleggiato.
ora sono passati a soluzioni proprietarie.
ps
Gazprombank, Sberbank, PwC e il Russian Quantum Center
hanno presentano la prima rete quantistica interaziendale il 7 giugno 2019
ad un forum internazionale a San Pietroburgo.
le comunicazioni video utilizzano un canale dati in fibra ottica con crittografia bidirezionale fornita tramite cripto-gateway di S-Terra.
Le chiavi per la decrittografia dei dati sono state trasmesse tramite un canale ottico separato utilizzando le impostazioni della distribuzione quantistica della chiave RCC e Qrate.


Avevo sentito di questa criptazione quantistica ottica, ma pensavo non fosse ancora utilizzata in produzione. Fico!

By(t)e

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^