Sharkoon TG5 RGB: case con pannello in vetro temperato a meno di 100 Euro

Sharkoon TG5 RGB: case con pannello in vetro temperato a meno di 100 Euro

Il case di Sharkoon rende democratico il pannello in vetro temperato, tuttavia la qualità costruttiva in generale non è ad altissimi livelli. Meglio, a nostro avviso, il modello immediatamente inferiore in gamma che offre caratteristiche simili a un prezzo più adeguato

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Sistemi
Sharkoon
 

Introduzione ed estetica

La parola d'ordine del 2018 nel mercato dei case è vetro temperato, che ha letteralmente rimpiazzato il più economico plexiglass per quanto concerne le parti trasparenti. Il nuovo materiale offr qualità fisiche migliori: è senza dubbio più resistente ai graffi, offre una rigidezza complessiva maggiore all'intero pannello laterale, ma è più delicato nei confronti di urti e sollecitazioni fisiche di varia natura. Ed è indiscutibilmente più bello del plexiglass, offrendo una limpidezza superiore e la possibilità di ottenere l'intero pannello laterale trasparente: questo avviene ad esempio sullo Sharkoon TG5 RGB, un case che si caratterizza per l'uso del plexiglass sia dal lato che espone le componenti alla vista, sia per l'intero pannello frontale.

Sharkoon TG5 RGB è un Midi-Tower a nostro avviso non troppo ispirato sul piano del design, ma si caratterizza per le quattro ventole RGB che puntano ad offrire un grande colpo d'occhio senza acquistare accessori di terze parti. Tre di queste, da 120 millimetri, sono installate lungo il pannello frontale, che non accoglie nient'altro. L'aspetto è quindi estremamente pulito e sobrio con i LED spenti, ma può diventare decisamente aggressivo quando si "accendono" le ventole. Il pannello frontale adotta due griglie ai due lati per far confluire l'aria che entra nel case, con la struttura che purtroppo è realizzata in vetro e non offre una grande sensazione di qualità. Poco sopra abbiamo il pannello I/O, anch'esso caratterizzato da soluzioni un po' troppo spartane.

Sul piano della concretezza abbiamo, però, tutto: sono quattro le porte USB, di cui due USB 3.0, e ci sono anche le porte audio per mini-jack da 3,5mm. Sulla destra troviamo due LED, uno di stato, e l'altro che indica il caricamento dei dischi di archiviazione, e infine i tasti per il reset forzato e l'accensione/spegnimento del computer installato all'interno. Niente vetro temperato sulla parte superiore, che invece accoglie una griglia parapolvere magnetica che può essere facilmente rimossa per i lavori di manutenzione ordinaria. Il pannello di destra, quello che sta dietro il tray della scheda madre, è tradizionale e senza trasparenze, mentre è da segnalare la totale assenza di spazio per un eventuale disco ottico o drive da 5,25", ma nel 2018 non è una grande mancanza.

Sharkoon TG5 RGB
Dimensioni
452 x 220 x 465 mm
Peso
8,5kg
Schede madri supportate
ATX, Micro-ATX, Mini-ITX
Slot d'espansione
7
Slot per HDD/SSD
5,25"
-
3,5" / 2,5"
1 + 2
2,5"
2
Elettronica
Porte I/O
2 x USB 3.0 Type-A
2 x USB 2.0 Type-A
2 x Audio 3,5mm
Ventole
-
Ventole preinstallate
Frontali
3 x 120mm RGB
Top
-
Posteriori
1 x 120mm RGB
Ventole installabili
Frontali
3 x 120/140mm
Top
3 x 120mm
Posteriori
1 x 120mm
Inferiori
3 x 120mm o 2 x 140mm
Supporto per dissipatore CPU
167mm
Supporto per scheda video
400mm

Il case di Sharkoon si caratterizza per dimensioni particolarmente ridotte: è largo circa 22 centimetri ed alto 45 centimetri, mentre la profondità dichiarata dal produttore è di 46,5 centimetri. Dispone di quattro piedini antiscivolo con punti di contatto con il pavimento in gomma, particolarmente efficaci ma non molto belli alla vista. Nella parte inferiore abbiamo un'ulteriore griglia magnetica di facile rimozione, caratteristica che - come abbiamo scritto sopra - rende molto meno fastidiosa la manutenzione ordinaria. Particolarmente consistente la possibilità di installazione di ventole all'interno del case, ma ne parleremo poco più avanti, mentre l'alimentatore va riposto nella parte inferiore del case, protetto e nascosto - insieme a molti dei cavi - da un tunnel.

A nostro avviso Sharkoon TG5 RGB è un case un po' troppo spartano sul piano estetico se si considera il prezzo finale per l'utente, che si aggira su Amazon intorno ai 100 Euro. È lo scotto da pagare se si vogliono le quattro (costose) ventole RGB: se ci si accontenta infatti del modello standard, con ventole monocromatiche e per il resto identico a quello di cui parliamo in questa pagina, il prezzo scende a circa 60 Euro, cifra assolutamente più giustificabile in relazioni alle dotazioni tecniche di questo particolare modello. Se volete il vetro temperato e non vi interessa la possibilità di personalizzare il colore dell'illuminazione, Sharkoon TG5 è sicuramente una scelta più oculata.

Sharkoon TG5 RGB: Interni

Per accedere alle componenti interne del computer, che comunque rimangono praticamente tutte a vista se si esclude l'alimentatore, bisogna sfilare quattro viti e rimuovere il pannello in vetro temperato. È un'operazione che richiede pochi secondi, e che può essere effettuata anche a mani nude e senza l'ausilio di un cacciavite. La stragrande maggioranza delle componenti può essere installata senza strumenti accessori, ad eccezione ad esempio della scheda video che comunque richiede il fissaggio alla staffa utilizzando una o due viti. Lo spazio interno per installare il sistema è comunque piuttosto elevato, grazie all'assenza della gabbia dei dischi e all'uso di soluzioni alternative in tal merito.

Lo spazio per il cable management non è invece tantissimo, ma comunque in linea con quello dei concorrenti di pari dimensioni, ma la buona disponibilità di spazio all'interno consente comunque di effettuare un'installazione pulita se ci si mette d'impegno. Si tratta, quest'ultima, di una caratteristica indispensabile visto che il computer installato nel case sarà sempre a vista, e anche illuminato: se siete soliti effettuare installazioni disordinate, con cavi che passano da tutte le parti, questo non è il modello che fa per voi. "Di serie" troviamo ben quattro ventole: tre da 120 millimetri nella parte frontale, ovviamente in ingresso, e una - sempre da 120 millimetri - in quella posteriore.

È invece vuota la piattaforma della parte superiore, che può accomodare tre ventole da 120 millimetri o due da 140 millimetri, o radiatori a liquido da massimo 280 o 360mm. Anche in questo caso l'installazione è particolarmente comoda per via del tanto spazio messo a disposizione dall'assenza della gabbia dei dischi. La parte inferiore di Sharkoon TG5 RGB racchiude invece un tunnel, che serve non solo a nascondere la PSU e i cavi più antiestetici che partono da quest'ultima, ma integra anche una piccola piattaforma per l'installazione di dischi da 3,5" o 2,5". Altre due unità da 2,5" possono essere installate sulla parte posteriore, nello spazio in cui va gestito il cable management.

Dotazioni originali e conclusioni

Nella dotazione originale di Sharkoon TG5 RGB troviamo uno Splitter RGB a sei entrate che consente di collegare sei ventole e gestirle attraverso un unico strumento. Sono due le modalità che si possono scegliere: manuale, impostando la combinazione giusta attraverso dei selettori RGB posti in una delle estremità del cavo, oppure via motherboard, gestendo l'illuminazione attraverso il software in dotazione con la propria scheda madre. La prima ci è sembrata una soluzione macchinosa, più ostica da padroneggiare rispetto ad altre opzioni offerte dai concorrenti e, soprattutto, che richiede l'apertura del pannello laterale ogni volta che si vuole cambiare illuminazione.

È tuttavia una soluzione compatibile con tutti i sistemi: basta alimentare il controller delle ventole e lo splitter che si può interagire con diverse impostazioni per i colori di ventole e della striscia LED Strip S1 proposta in dotazione. Nella scatola troviamo anche un set di accessori con fascette per la gestione dei cavi, un piccolo manuale utente e adattatori da 5 a 4-pin. Insomma, Sharkoon TG5 RGB è un case abbastanza tradizionale, con finiture di stampo economico, che viene proposto con una serie di accessori inclusi nel prezzo che consentono un buon grado di personalizzazione.

Le quattro ventole RGB già incluse e montate concorrono però ad un sensibile innalzamento nel prezzo, pari a circa 100€ su Amazon, che diventa a nostro avviso troppo elevato per la soluzione. Di contro risulta molto più appetibile il modello TG5, che rinuncia alla personalizzazione dell'illuminazione (che è solo LED, e non RGB), ma offre comunque ventole monocromatiche ad un prezzo molto più basso (e sensato) rispetto al suo fratellone maggiore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PaoPaolo17 Ottobre 2018, 10:00 #1
visto il case sarebbe stata interessante almeno una foto con le ventole accesetupo quelle che si trovano sul sito ufficiale:
https://it.sharkoon.com/product/20607

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^