Raspberry Pi B+: prezzo invariato nonostante le interessanti novità

Raspberry Pi B+: prezzo invariato nonostante le interessanti novità

È stata annunciata una nuova revisione di Raspberry Pi, denominata B+. Resta la stessa l'architettura hardware, ma vengono raddoppiate le porte USB, viene aggiunto uno slot microSD ed altro. Il prezzo rimane invariato

di Nino Grasso pubblicata il , alle 13:31 nel canale Sistemi
 

Raspberry Pi ha rappresentato per molti utenti l'approccio più appetibile sul fronte dei mini PC, soprattutto per il prezzo estremamente aggressivo e per la versatilità del piccolo sistema. La società ha annunciato una nuova revisione, che introduce fra le novità un maggior numero di pin di input/output (GPIO), due porte USB e uno slot microSD, con miglioramenti anche sul fronte dei consumi energetici.

Raspberry Pi B+

È interessante notare come, nonostante le nuove feature, il prezzo sia rimasto invariato. Raspberry Pi B+ è disponibile da lunedì al solito prezzo di 35$, caratterizzato da un'architettura hardware essenzialmente identica rispetto al precedente modello, da cui riprende lo stesso SoC Broadcom BCM2835 con 512MB di RAM. Come specifica la stessa società all'interno del comunicato, non si tratta di una nuova versione, ma di una sorta di revisione finale del Raspberry Pi originale.

Il nuovo modello annovera un totale di 40 pin per l'interfaccia GPIO, laddove i primi 26 pin mantengono la stessa mappatura di Raspberry Pi B. Chi utilizza il piccolo sistema con finalità multimediali apprezzerà indubbiamente le nuove porte USB 2.0, che diventano quattro su B+. Prendendo in considerazione il più tradizionale degli esempi, un utente non dovrà più inserire un hub USB per collegare mouse, tastiera, dongle Wi-Fi e chiavetta USB allo stesso momento.

Il nuovo slot per schede di memoria accetta adesso anche microSD (non più SD standard come in passato). Sono parecchio interessanti anche le modifiche "invisibili": Raspberry Pi Foundation è riuscita a ridurre il consumo energetico sostituendo i regolatori di tensione lineari con i nuovi regolatori switching ed è possibile apprezzare un output audio migliore grazie ad una sezione d'alimentazione dedicata. B+ ha inoltre un nuovo form factor con angoli arrotondati e una disposizione della componentistica differente.

Il vecchio modello non andrà fuori produzione, almeno fino a quando non cesserà la domanda da parte degli utenti. Nei prossimi periodi sarà probabile verificare un calo del prezzo di listino, anche se ad oggi la situazione appare invariata.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
3l3v3n15 Luglio 2014, 15:46 #1
Bene !

Hanno apportato ottime migliorie !
qboy15 Luglio 2014, 16:29 #2
penso che questi piccoli computer siano più potenti della maggior parte dei computer presenti nelle scuole..e ne avrebbero un disperato bisogno, ma si sa l'informatica è solo per perdere tempo
Dumah Brazorf15 Luglio 2014, 19:00 #3
Se volevano veramente fare un pc per le scuole avrebbero dovuto mettere una porta vga checchè ne dicano sull'ingombro e i costi della porta stessa. Quanto costa un monitor con porta hdmi e quanto un monitor con vga? Vga che oltretutto equipaggerà il 94,9% dei monitor già presenti nelle scuole del "primo mondo" e il 99,99% delle scuole del terzo, se ce li hanno. Un monitor 15" vga usato lo prendi a 10euro.
qboy15 Luglio 2014, 21:43 #4
Originariamente inviato da: Dumah Brazorf
Se volevano veramente fare un pc per le scuole avrebbero dovuto mettere una porta vga checchè ne dicano sull'ingombro e i costi della porta stessa. Quanto costa un monitor con porta hdmi e quanto un monitor con vga? Vga che oltretutto equipaggerà il 94,9% dei monitor già presenti nelle scuole del "primo mondo" e il 99,99% delle scuole del terzo, se ce li hanno. Un monitor 15" vga usato lo prendi a 10euro.


un adattatore hdmi vga viene sui 10 €
bobafetthotmail16 Luglio 2014, 01:19 #5
Se volevano veramente fare un pc per le scuole avrebbero dovuto mettere una porta vga
nel 99% dei casi gli schermi LCD hanno una porta DVI, convertitori HDMI/DVI si trovano a 4 euro.

Originariamente inviato da: qboy
un adattatore hdmi vga viene sui 10 €
quello è un cavo senza elettronica di conversione, non serve ad una mazza.
Gli adattatori HDMI/VGA attivi sono dai 20 euro in su.
peciuz16 Luglio 2014, 07:54 #6
Ma una sata?
Aenil16 Luglio 2014, 08:00 #7
Originariamente inviato da: peciuz
Ma una sata?


visto l'hw penso sia difficle gestirla, servirebbe almeno un A8 1Ghz credo
fano16 Luglio 2014, 10:07 #8
In un system on chip ARM gestire SATA non dovrebbe essere un problema: ci sarà un co-processore dedicato al limite!
Probabilmente una SATA vera non ci stava fisicamente, ma una Mini-Sata tipo portatile forse sì...

Non è poi un problema enorme: per un device del genere o usi l'SD oppure un convertitore SATA->USB.
L'assenza di una ethernet dedicata invece che convertita da USB, invece, è un problema... imbarazzante

Piuttosto mi chiedo cosa aspettano a fare vera una vera nuova versione con un processore decente a me piacerebbe fare un HTPC usando quella base, ma il Broadcom ha difficoltà pure con il 1080p!
Perché non farne uno con Cortex A8/A9 e con una GPU decente come per esempio Mali 400?
Di fatto un clone dei varii Geniatech / Mygica / Futeko ATV1200? Forse non riescono a farlo a 35 $ / €? Io credo il grosso del costo sia per i codec (che sarebbero da pagare a parte) e per la costruzione...
qboy16 Luglio 2014, 11:20 #9
Originariamente inviato da: bobafetthotmail
nel 99% dei casi gli schermi LCD hanno una porta DVI, convertitori HDMI/DVI si trovano a 4 euro.

quello è un cavo senza elettronica di conversione, non serve ad una mazza.
Gli adattatori HDMI/VGA attivi sono dai 20 euro in su.


anche fossero 20€, prenderne in quantità te li danno a 10€
fano16 Luglio 2014, 12:43 #10
Certo che per un device che costa 35 € e che, pure lui, avrà lo sconto quantità (20 €?) un adattatore anche da 10 € finisce per essere il 50% del prezzo... se poi conti che il case ci vorrà pure se no gli scolaretti ci mangiano dentro alla fine non so se conviene!

Un PC con Atom e case "fuffa" (tipo LC Power LC-1320 che per il prezzo che ha non è nemmeno male!) con 1 GB di RAM io sono riuscito a farlo a 100 €, anche in questo caso contando lo sconto quantità... non so se convenga veramente il RasberryPi con tutte le limitazioni che ha

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^