Olidata, nuovi prodotti in arrivo

Olidata, nuovi prodotti in arrivo

Olidata presenta nuove linee di prodotto, fra cui spiccano alcune soluzioni davvero interessanti che avremo modo di provare molto presto

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 15:44 nel canale Sistemi
Olidata
 

Olidata è, a tutt'oggi, una delle aziende italiane più attive nel campo dell'informatica. Nata nell'anno 1982 a Cesena, è divenuta nel tempo una delle aziende in grado di competere a livello italiano ed europeo con marchi ben piiù altisonanti, a riprova di un impegno costante nella realizzazione di soluzioni destinate al grande pubblico. Pensando in effetti ad Olidata viene quasi automatico, per gli appassionati del settore, collegare il marchio alla grande distribuzione, ai grossi centri vendita che vedono i PC affiancati alle lavatrici e ai ferri da stiro, conferendo al marchio meno "carisma" di quanto effettivamente ne meriti.

In seguito ad una riorganizzazione interna e ad un approccio diverso nei confronti del pubblico, Olidata sceglie per la prima volta di farsi conoscere anche attraverso la stampa specializzata, organizzando un incontro volto a far conoscere i propri prodotti ed i loro dettagli. Un passo importante per dare nuovo vigore all'immagine dei propri prodotti, spesso interessanti ma talvolta sconosciuti proprio agli stessi appassionati del settore.

La conferenza stampa ha avuto per oggetto la presentazione della gamma Olidata, costituita da PC desktop, portatili, lettori mp3, periferiche e accessori vari; per motivi di spazio ci soffermeremo sugli apparecchi ritenuti più interessanti.

Iniziamo a titolo di curiosità con il notebook Olidata Tehom C 1900, contraddistinto dalla struttura rinforzata e dalla resistenza agli spruzzi; un prodotto destinato all'utilizzo all'aperto ed in generale a condizioni ambientali ostili. Molto simile al modello Panasonic di pari caratterstiche ma dal prezzo inferiore, tale modello è garantito per un utilizzo da -20°C a + 55°C, è dotato connesisoni Wireless e GPRS/GSM, oltre a contare su una soluzione Centrino basata su processore Pentium M LV Low Voltage e su un monitor da 12,1 pollici con risoluzione 1024x768.

Di indubbio interesse può essere considerato il modello CW 1100, ovvero un ultra-portatile da soli 1,47 Kg basato su tecnologia Centrino e processore Pentium M 753 ULV Ultra Low Voltage, dotato di schermo da 10,6 pollici con risoluzione 1280x768. Previsto un masterizzatore DVD integrato (non esterno quindi, come spesso accade in soluzioni simili), così come un lettore di card MS,MS Pro,SD e MMC. La memoria di sistema ammonta a 1 GB, mentre la capienza del disco rigido è di 80 GB; sul fronte dell'autonomia viene dichiarato un tempo di ben 5 ore.

Cattura l'attenzione il design semplice e pulito, cui contribuisce senza dubbio la colorazione bianca (di non troppo vaga ispirazione Apple iBook). Ciò che più colpisce in ogni caso è il prezzo: 1499 euro IVA inclusa, ovvero ben al di sotto della media dei concorrenti di pari caratteristiche.

Decisamente interessante l'hard disk esterno da 250 GB messo in commercio da Olidata al prezzo di 179 euro. Dotato di interfaccia USB 2.0, la periferica si distingue dai soliti hard disk esterni per essere predisposta ad essere collegata ad un televisore per poter fruire dei contenuti audio/video digitali. I formati supportati sono MPEG1, MPEG2, DivX/Xvid, JPEG, MP3, WAV, mentre sul fronte codec Olidata dichiara la maggiore possibile al momento del rilascio dell'unità.

Non manca il telecomando, incluso nella parte inferiore, anche se la particolarità che più di ha colpito è la presenza di una presa Scart, affiancata in ogni caso dall'uscita composita AV, component e SPDIF Coassiale. Tranne che per la Scart, nella confezione viene fornito tutto il set di cavi per il collegamento al televisore.

Altro prodotto presentato di particolare interesse è costituito dal modello Reglo Live, a tutti gli effetti una postazione Intel VIIV certificata e contraddistinta dalle dimensioni davvero contenute. La componentistica interna è di origine mobile, con CPU Core Duo T, 1 GB di RAM, Wifi, Bluetooth, 80 GB di capienza per quanto riguarda il disco rigido così come è previsto il supporto all'audio multicanale 7.1.

Si può inoltre notare il lettore di card integrato nella parte frontale, così come il look sobrio ed elegante. Di dimensioni simili all'Apple mini, ne condivide anche il prezzo a parità di configurazione, circa 999 Euro.

Fra le diverse proposte desktop un cenno lo merita sicuramente anche il modello hFX, ovvero un Home Theatre PC completamente passivo certificato Intel VIIV, dotato di processore Intel Pentium D e dalla costruzione molto robusta. Approfondiremo prossimamente le caratteristiche di questo particolare prodotto.

Quanto riportato è solo un riassunto dei prodotti osservati nel corso dell'evento stampa; attenderemo ovviamente di effettualre delle prove prodotto per confermare o rivedere il giudizio sulle unità ritenute interessanti. Quello che è certo è che anche l'Italia è in grado di offrire prodotti sulla carta decisamente interessanti, senza scomodare marchi che a prima vista possono sembrare di diversa fattura. Non dimentichiamo che la componentistica è bene o male comune a tutti i prodotti e solo in piccola percentuale modificata dall'azienda che poi li commercializzerà. Non per forza l'erba del vicino è sempre più verde.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lo ZiO NightFall24 Maggio 2006, 15:57 #1
Molto interessante l'hdd esterno con decodifica audio video, se è confermato a 179€ un pensiero deciso ce lo faccio.
ulisss24 Maggio 2006, 15:58 #2
molto interessante il notebook con schermo da 10"... è molto simile ad un modello progettato venduto in U.s.a.
Yesterday24 Maggio 2006, 16:24 #3
Olidata, sul fronte PC, in passato si e' proposta soprattutto con "assemblati" di basso prezzo e basso profilo in termini di componentistica e prestazioni, anche per via del canale principale scelto per la vendita ad utente finale, cioe' la grande distribuzione.
Dove vince il prezzo e molto meno la qualità.

Cio' non toglie che l'azienda abbia numeri, forza e skill tecnico per proporre prodotti come quelli illustrati, che sembrano una reale svolta con una proposta che, pur mantenedo prezzi contenuti, offre anche contenuti di qualità.

E' chiaramente un'impressione, ma molto positiva. Quindi spero venga confermata dai fatti e ben venga questa ventata di novità.
dOnE24 Maggio 2006, 16:50 #4
il mio primo pc era marchiato Olidata, un 286 con 1Mb di ram...
l'ultra portatile non sembra male, è fra i prodotti che avrete modo di testare?
dOnE24 Maggio 2006, 17:00 #5
Tasslehoff24 Maggio 2006, 17:22 #6
mah... sarà che ho visto fin troppe persone cascarci, però vedere dei notebook assemblati da qualcuno che non garantisce anche un supporto sw decente mi fa storcere il naso...

L'ultima volta mi è capitato con un Packard Bell, penoso dal pdv costruttivo e assolutamente inadeguato per quanto riguarda le utility e il software a corredo, non mi aspetti che tutti si comportino come IBM/Lenovo, però almeno fornire uno straccio di utility per la gestione del risparmio energetico...

Non voglio poi parlare del supporto e assistenza hw, aspetto tra i più importati in ambito laptop, ma sul quale non conosco nulla del produttore in questione.
Lotharius24 Maggio 2006, 18:40 #7
Prodotti davvero molto interessanti, devo dire che la Olidata sta tirando fuori dal cilindro delle belle sorprese

Però ho qualche appunto:
1 - Perchè il notebook monta ancora la PCMCIA invece della nuova Express Card, che è più piccola e consuma meno corrente? E' vero che non ci sono molte schede Express Card in circolazione, ma se nessuno comincia montare i lettori sui notebook non si evolverà mai questo standard...
2 - Lo chassis dell'hard disk esterno lo vedo piuttosto plasticoso; io mi sarei concentrato sullo sviluppo di una soluzione più solida e magari di alluminio, dando all'utente la scelta dell'hard disk a seconda delle necessità e del budget.
3 - Mi ritengo inorridito al pensiero di una computer VIIV (che già di per se è uno standard insulso per quanto mi riguarda) dotato di PentiumD e per giunta FANLESS!!! Sono dei folli! Per quale motivo non dotare il sistema di un bel PentiumM 760, o un Core Solo o un Core Duo, che scalda molto di meno, consumano la terza parte e (specialmente l'ultimo) come prestazioni non hanno nulla da invidiare al PentiumD? La vogliamo far finita con questi fornetti?
JOHNNYMETA24 Maggio 2006, 18:48 #8
Nel caso dell'Italia l'erba del vicino non dovrebbe mai essere più verde se non per colpa degli italiani stessi.Basta pensare ad es. alle migliori automobili del mondo(ferrari,lamborghini...), le moto (ducati...) e i designer italiani o gli stilisti.
Riguardo Olidata non capisco perchè solo ora si incontri alla grande con la stampa specializzata visto che i suoi prodotti sono sicuramente interessanti oltre che italiani.
In questo caso mi sembra veramente che stia facendo un gran balzo di qualità...questi modelli sono veramente belli e competitivi.
Dai che facciamo un po' di concorrenza a sti taiwanesi!
permaloso24 Maggio 2006, 19:11 #9
[quote ] In seguito ad una riorganizzazione interna e ad un approccio diverso nei confronti del pubblico[quote]

Leggi affidarsi a terze parti (ditta di imballaggi)che per mezzo di lavoratori interinali vi assemblano il notebook.... bello spendere 1000 euro per un note assemblato da uno che lavora attorno ai pc forse 3 mesi all' anno e per il resto o studia o reimpacchetta il castellino...
May8124 Maggio 2006, 20:47 #10
Sono piacevolmente colpito, non volevo neanche leggerla questa news vedendo che parlavano di olidata, visto che consideravo il brand con veramente pochissimo appeal ma mi sono ricreduto.

Ad una prima analisi sembrano prodotti veramente appetitosi, soprattutto l'ultraportatile e il disco esterno con scart e codifica al volo (una genialata ma finora è il primo che vedo ad un prezzo decente)

Brava Olidata continua così a far conoscere i prodotti perchè se riesci a conquistare chi legge magazine online come questo ti fai una pubblicità esagerata! (non so voi ma visto che sono appassionato di hw i miei amici e la gente che mi conosce ovv. chiede consiglio a me prima di acquistare)

Ora aspetto qualche bella recensione e impressione d'uso però prima di gridare al miracolo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^