chiudi X
Age of Empires Definitive Edition in DIRETTA

Segui la diretta sui nostri canali YouTube - Twitch - Facebook

Microsoft prepara l'arrivo di un esercito di bot "intelligenti"

Microsoft prepara l'arrivo di un esercito di bot "intelligenti"

Microsoft punta in maniera decisa al settore dell'intelligenza artificiale predisponendo strumenti che consentiranno di sviluppare bot per le app più disparate. Un'ondata di assistenti digitali "smart" che si collocano nella più ampia strategia sintetizzata dalla definizione "conversations as a platform".

di Salvatore Carrozzini pubblicata il , alle 08:40 nel canale Sistemi
MicrosoftWindows
 

Microsoft intende andare ben oltre Cortana per quanto riguarda gli strumenti gli assistenti personali digitali e punta a creare una vera e propria piattaforma dedicata alla creazione di bot "smart", definibili tali grazie alla capacità di comprendere le esigenze degli utenti applicando algoritmi di machine learning e potenzialmente in grado di essere integrati in qualsiasi app e piattaforma. Il tutto si snoda partendo  dal concetto di "conversations as platform", più volte ribadito in occasione della Build 2016, ovvero nella volontà di sfruttare la forma di comunicazione tipica del linguaggio umano per migliorare l'interazione con le app e i servizi che vengono comunemente gestiti tramite strumenti digitali più "tradizionali", come interfacce grafiche, il web o lo schermo touch di smartphone e tablet.

Bot framework

Nella visione di Microsoft, i bot diventano l'equivalente delle applicazioni, mentre gli assistenti digitali, come Cortana, diventano le meta applicazioni e potenziali sostituti dei tradizionali browser web. Il collante che tiene insieme gli elementi della piattaforma (bot e assistenti digitali) passa per gli algoritmi di machine learing (si spera, affinati a tal punto da evitare esiti indesiderati, come quello riconducibile al recente caso di Tay - ved. precedente news) che permetteranno di interagire in maniera naturale con i bot, utilizzando il linguaggio colloquiale che si è soliti usare con gli  interlocutori umani. 

Per dare concretezza al progetto, Microsoft ha annunciato in occasione della Build 2016, il Bot Framework, una piattaforma di sviluppo che offrirà la possibilità di realizzare ed integrare i bot all'interno di app e servizi fruibili tramite PC, tablet e smartphone. Nel presentare il framework, Microsoft sottolinea che gli utenti potranno interagire in maniera naturale con i bot controllando funzioni semplici, come l'invio di un messaggio di testo per arrivare a quelle più complesse come quelle legate alla gestione di specifici aspetti di Slack, Office 365, client di posta ed altri servizi molto popolari. Gli sviluppatori interessati possono trovare utili informazioni collegandosi al sito ufficiale.

Un buon esempio che rende l'idea di come opereranno i bot e di come si integreranno in app preesistenti è offerto da Skype. Le chat di Skype supporteranno l'interazione tramite bot su piattaforma desktop, iOS, Android e Hololens,  inizialmente all'interno della chat testuale ed in seguito anche durante le chiamate vocali e video. In occasione della Build 2016, Microsoft ha dimostrato come sarà possibile, ad esempio, prenotare hotel, ordinare una pizza e sfruttare molti altri servizi tramite una semplice interazione vocale con la chat di Skype. Una nuova versione di Skype con supporto ai bot è disponibile in versione preview per le piattaforme Android, iOS e Windows. Gli sviluppatori interessati a creare bot per Skype possono consultare questo indirizzo.

Il dato che è opportuno sottolineare sin da ora è che i bot non sono destinati a prendere il posto di assistenti digitali come Cortana, che sarà sempre disponibile in Windows 10; al contrario, Cortana - come detto - sarà la meta-applicazione che permetterà di controllare tutti i bot tramite le funzioni di chat vocale che gli utenti Windows 10 hanno già imparato ad utilizzare e ad apprezzare; un potenziamento delle funzionalità dell'assistente digitale di Windows 10, quindi, e non uno strumento alternativo. Un progetto indubbiamente interessante, che trova nell'efficienza degli algoritmi di machine learning la principale incognita per assicurare l'effettiva diffusione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
matrix201531 Marzo 2016, 09:20 #1
Cambiate sistema operativo, Microsoft è pericolosa, adesso cominciate a capire il perchè di Windows 10 gratuito.
battilei31 Marzo 2016, 09:36 #2
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
bot per le app più disparate. Un'ondata di assistenti digitali "smart" che si collocano nella più ampia strategia sintetizzata dalla definizione "conversations as a platform".

ahhh come quelli che spammano di notizie ? su 11 news ne conto 5 sulla Microzozz
ma non ne potete fare una cumulativa ?
emiliano8431 Marzo 2016, 09:39 #3
Originariamente inviato da: matrix2015
Cambiate sistema operativo, Microsoft è pericolosa, adesso cominciate a capire il perchè di Windows 10 gratuito.


cosa c'entra con l'os? mica sei costretti ad usarli? questi bot poi saranno utilizzabili da qualsiasi os/app
emiliano8431 Marzo 2016, 09:40 #4
Originariamente inviato da: battilei
ahhh come quelli che spammano di notizie ? su 11 news ne conto 5 sulla Microzozz
ma non ne potete fare una cumulativa ?


e' periodo della Build, quindi ci sono tante novita', e' piu' sensato pubblicare piu' notizie differenziate che una solo ammucchiata...come dopo un evento apple o google
LordPBA31 Marzo 2016, 09:51 #5
Saro' io vecchio che quando annunciavano novita' 20 anni fa erano davvero delle novita', ma per adesso la Build MS 2016 mi sembra la sagra delle cazz...te

Ogni volta che sento " we are very excited... " penso subito "ecco un'altra cosa che ci vogliono rifilare ..."

Le uniche "novita" possono essere hololens (se non rimane il solito esercizio tecnico) e... boh, non mi viene altro in mente, ah si le UA, ma in teoria ci sono da 1 anno e solo adesso abbiamo FORSE, Skype. Si un successone per le UA.

il resto sono solo miglioramenti, non novita'.

Ovviamente IMHO
emiliano8431 Marzo 2016, 09:55 #6
Originariamente inviato da: LordPBA
Saro' io vecchio che quando annunciavano novita' 20 anni fa erano davvero delle novita', ma per adesso la Build MS 2016 mi sembra la sagra delle cazz...te

Ogni volta che sento " we are very excited... " penso subito "ecco un'altra cosa che ci vogliono rifilare ..."

Le uniche "novita" possono essere hololens (se non rimane il solito esercizio tecnico) e... boh, non mi viene altro in mente, ah si le UA, ma in teoria ci sono da 1 anno e solo adesso abbiamo FORSE, Skype. Si un successone per le UA.

il resto sono solo miglioramenti, non novita'.

Ovviamente IMHO


si novita' ci sono state l'anno scorso, quest'anno a parte la bash linux ci sono miglioramenti ... bhe' piu' si va' avanti e piu' e' difficile, gia' che bene o male seguono questo schema novita'-miglioramenti va' bene
inkpapercafe31 Marzo 2016, 10:19 #7
Originariamente inviato da: matrix2015
Cambiate sistema operativo, Microsoft è pericolosa, adesso cominciate a capire il perchè di Windows 10 gratuito.


ncc200031 Marzo 2016, 11:12 #8
A me non riguarda. Ho WP. Ogni ulteriore commento è più che superfluo.
Pino9031 Marzo 2016, 11:43 #9
Originariamente inviato da: ncc2000
A me non riguarda. Ho WP. Ogni ulteriore commento è più che superfluo.


Unrealizer31 Marzo 2016, 11:56 #10
Originariamente inviato da: matrix2015
Cambiate sistema operativo, Microsoft è pericolosa, adesso cominciate a capire il perchè di Windows 10 gratuito.


hai almeno letto di cosa parla la notizia?

Originariamente inviato da: ncc2000
A me non riguarda. Ho WP. Ogni ulteriore commento è più che superfluo.


sarà, ma il bot di prova che ho fatto per telegram riesco ad usarlo da WP, idem slack

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^