Medaglie olimpiche con smartphone e computer riciclati: l'idea per Tokyo 2020

Medaglie olimpiche con smartphone e computer riciclati: l'idea per Tokyo 2020

Il Giappone vuole promuovere la sostenibilità ambientale sfruttando i Giochi Olimpici del 2020. L'idea oggi è quella di utilizzare componenti elettronici per realizzare le medaglie olimpiche

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Sistemi
 

Si sono conclusi da pochi giorni i Giochi Olimpici di Rio 2016 e già si parla della nuova edizione del più importante evento sportivo a livello internazionale. I prossimi si terranno nel 2020 in Giappone e, come di consueto, la nazione farà sfoggio della sua cultura e delle icone che l'hanno contraddistinta nella storia e nelle ultime decadi. Tokyo 2020 potrebbe però anche lasciare un messaggio forte su temi più delicati, come la sostenibilità ambientale, e stando ad un nuovo report di Nikkei le premesse ci sono tutte.

Gli organizzatori della prossima edizione dei Giochi Olimpici stanno infatti pianificando di utilizzare elettronica riciclata per forgiare le medaglie di oro, argento e bronzo che verranno utilizzate nel 2020. L'idea è semplicissima: invece di chiedere alle grosse compagnie minerarie di donare i preziosi metalli da utilizzare nei Giochi, la nazione vuole indurre i suoi cittadini a consegnare i propri rifiuti elettronici, vecchi telefoni cellulari o componenti che non hanno più alcuna utilità. Raccogliere i minerali necessari, insomma, dalle "miniere urbane".

La raccolta dei metalli senza coinvolgere le masse potrebbe non soddisfare la richiesta: sebbene il Giappone riesca a produrre ogni anno metalli preziosi in quantità con il solo riciclo di componentistica elettronica, la maggior parte dei metalli riciclati finisce per essere riutilizzata in campo elettronico. Il Giappone non sembra tuttavia arrendersi e vuole accogliere la sfida: "Abbiamo bisogno di un sistema che rende semplice per i consumatori restituire i componenti elettronici utilizzati", ha dichiarato Takeshi Kuroda, presidente di ReNet Japan Group.

"Dovrebbe essere creato un sistema di raccolta dal settore privato, e i governi centrali e locali dovrebbero occuparsi di promuovere questi servizi privati", ha poi continuato. "Se la collaborazione fra pubblico e privato andasse avanti la raccolta dei rifiuti elettronici potrebbe di riflesso progredire anch'essa". L'obiettivo è infine quello di creare un circolo virtuoso mettendo in contatto autorità e cittadini sfruttando un evento di massa come i Giochi Olimpici per promuovere la sostenibilità ambientale, insieme ad un nuovo programma di raccolta da continuare anche a Giochi conclusi.

Nikkei ha citato anche Yuko Sakita, rappresentante dell'organizzazione non-profit Genki Net for Creating a Sustainable Society: "Perché tutti i cittadini giapponesi partecipino alle Olimpiadi di Tokyo stiamo chiedendo alle compagnie di proporre un progetto di raccolta concreto, e collaborare con gli organizzatori dei Giochi perché la proposta vada a buon fine". 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Simonex8423 Agosto 2016, 15:07 #1
saranno le olimpiadi più NERD della storia
MARROELLO23 Agosto 2016, 16:50 #2
Non mi ha mai incuriosito un'edizione delle olimpiadi come questa che arriverà.
djfix1323 Agosto 2016, 20:38 #3
ma perchè sempre dai giapponesi queste idee rivoluzionarie...noi abbiamo politici imbecilli che per aiutare le aziende favoriscono il licenziamento...povera Italia.
totalblackuot7523 Agosto 2016, 22:24 #4
Gran bella idea ma chissà quanto costerà riciclare cosi tanto oro argento e bronzo,,,

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^