Maker, IoT per neonati e animali domestici

Maker, IoT per neonati e animali domestici

Interessante rassegna di progetti basati su Intel Edison mostrati al Computex di Taipei, con applicazioni che vanno dal monitoraggio dei neonati fino al controllo da remoto degli spostamenti dei propri animali domestici, nonché alla loro nutrizione "da remoto"

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 12:01 nel canale Sistemi
 

Non smetteremo mai di ripetere che la "next big thing" nel campo della tecnologia sarà la Internet of Things, che ci verrà proposta in tutte le salse negli anni a venire. Risulta sicuramente interessante però seguire anche i progetti che non sono quelli delle grandi aziende ma dei cosiddetti maker, ovvero appassionati che propongono le oro idee low cost basate su moduli programmabili come Arduino o, nel caso in questione, Intel Edison. Ecco una rassegna dei progetti mostrati al Computex 2015.


Mabo

Mabo è di fatto un assistente per neonati, in grado di monitorare in tempo reale la temperatura corporea ma anche i movimenti, riproducendoli per giunta su un pupazzetto umanoide che si illumina quando i movimenti non sono quelli di assestamento fra un sonno e l'altro. I genitori possono così sapere cosa succede a prescindere da dove essi si trovino.


Musical Fountain

Forse la più frivola delle idee proposte, ma che dimostra come le idee possono diventare realtà con poco. Musical Fountain permette di far danzare getti d'acqua a tempo di musica o semplicemente con la voce. L'intensità e il ritmo vengono riproposti da due pompe d'acqua sotto la campana di vetro. In piccolo dice poco, ma pensandolo molto più in grande magari in una fontana cittadina il progetto assume ben altro senso.


DiaperPie

La traduzione letterale di diaper è pannolino, e di fatto questo progetto è pensato per essere inserito proprio lì. DiaperPie, oltre che su temperatura e monitoraggio delle posture del neonato, avviserà i genitori se è il caso di cambiare il pannolino e perché, nel senso che registra eventuali eccessi di urina e.. non solo.


Pet's Health Keeper

Una mangiatoia controllabile da remoto per animali domestici per quando si è fuori casa o in vacanza. Pet's health keeper è dotato di sensori che avvisano quando l'acqua e il cibo non sono più freschi, ma anche della quantità residua degli stessi. Siamo di fronte a un dispenser controllabile da smartphone per alimenti secchi e acqua, che possono essere erogati quando si vuole manualmente oppure seguendo una programmazione. Non solo: per non fare sentire solo il cane o il gatto è previsto un altoparlante con cui far sentire la propria voce, che viaggia via traffico dati in tempo reale direttamente dallo smartphone.


ePetCare

Questo progetto è sempre dedicato agli animali ma è differente. ePetCare non nutre gli animali in nostra assenza, ma può tracciarli fra le mura domestiche. Se il cane o il gatto si avventura dove non potrebbe in nostra assenza, speciali sensori in casa ci avvisano via smartphone. Altoparlanti disseminati in casa possono far giungere all''animale voci di rimprovero registrate, oppure in diretta.

Certo, alcune fanno sorridere, ma è bene tenere conto che tutto questo è possibile con una programmazione tutto sommato semplice e con spese davvero contenute. Ben vengano idee e progetti, ormai il limite è solo la fantasia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bivvoz02 Giugno 2015, 12:23 #1
Per quanto io sia un appassionato di tecnologia non metterei mai un oggetto collegato con il wifi accanto a mio figlio neonato.
walter sampei02 Giugno 2015, 12:24 #2
interessante quello del controllo degli spostamenti degli animali, lo vedo utile come base per una nuova generazione di radiocollari low cost per monitoraggi ambientali o in alcuni allevamenti. fino a che si limitano agli animali mi va bene

potrebbe essere utile, ma vedo come imbarazzante la mangiatoia automatica (cose simili esistono da decenni). all'epoca, quando avevo sui 12 anni, ho fatto su un po' di soldi andando a tenere gli animali di qualche parente che era via. pulizia, cibo, acqua e una passeggiata, e ho passato dei bei momenti, ho costruito dei bei rapporti con quegli animali. ma siamo sicuri che vogliamo delegare tutto ad una macchina??? ok, non tutti hanno qualcuno a disposizione e questa cosa potrebbe essere utile a queste persone (penso soprattutto ad anziani soli che finiscono in ospedale e sono preoccupati per i loro animali), ma mi fa un po' tristezza.
GTKM02 Giugno 2015, 12:27 #3
Originariamente inviato da: Bivvoz
Per quanto io sia un appassionato di tecnologia non metterei mai un oggetto collegato con il wifi accanto a mio figlio neonato.


*
walter sampei02 Giugno 2015, 12:29 #4
Originariamente inviato da: Bivvoz
Per quanto io sia un appassionato di tecnologia non metterei mai un oggetto collegato con il wifi accanto a mio figlio neonato.


amen!
marco_18202 Giugno 2015, 13:32 #5
I genitori possono così sapere cosa succede a prescindere da dove essi si trovino.


Visti i tempi che corrono, e vista la scemenza che aumenta:

Hanno lasciato la figlia di un anno e mezzo in auto per tre ore. La bambina, chiusa in un un parcheggio sotto il sole a Vicenza, è morta.
I genitori pensavano che i fratelli più grandi l'avrebbero accudita.


Non sono del tutto contrario a tecnologie simili se lo scopo è quello di salvaguardare la vita altrui, ovviamente nel limiti del possibile.
GTKM02 Giugno 2015, 13:34 #6
Originariamente inviato da: marco_182
Visti i tempi che corrono:

Hanno lasciato la figlia di un anno e mezzo in auto per tre ore. La bambina, chiusa in un un parcheggio sotto il sole a Vicenza, è morta.
I genitori pensavano che i fratelli più grandi l'avrebbero accudita.


Non sono del tutto contrario a tecnologie simili se lo scopo è quello di salvaguardare la vita altrui, ovviamente nel limiti del possibile.


Veramente, l'ideale sarebbe che a certa gente venisse proprio proibito avere a che fare con i bambini. Anche quelli altrui, intendo.
marco_18202 Giugno 2015, 13:39 #7
Originariamente inviato da: GTKM
Veramente, l'ideale sarebbe che a certa gente venisse proprio proibito avere a che fare con i bambini. Anche quelli altrui, intendo.


E come puoi impedirlo visto che la questione si presenta sempre dopo l'accaduto?
Come puoi sapere che dopo 19 mesi o dopo 2/3 anni avrebbero lasciato la loro figlia in auto?
Purtroppo è difficile se non impossibile fermare certa gente, quindi la soluzione credo sia appunto offrire dei sistemi di controllo in grado di offrirti la possibilità di intervenire.

Sono sempre esistiti, non vedo perché non applicarli anche a qualcosa di importante come la vita e non solo a "cose" per materialisti.

Da fastidio ragionare così ma se evita delle morti inutili tanto meglio (vedasi l'airbag che può salvare la vita all'ubriaco di turno che corre a 130 in centro urbano e si schianta contro un platano, ci penserà due volte la prossima volta a bere mettendosi alla guida)

Se il problema non è facilmente stanabile all'inizio tanto vale offrire dei sistemi che possano almeno farti intervenire nel mentre.
tmx02 Giugno 2015, 13:53 #8
Il mio cane non mi riconosce attraverso telefono/skype etc... sarebbe inutile con lui.
io7802 Giugno 2015, 14:17 #9
Progetti carini ma in certi ambiti la tecnologia non dovrebbe mai arrivare. Se ne abbiamo bisogno vuol dire che ne abbiamo abusato e siamo diventati estremamente stupidi.

Dimenticarsi un bambino in macchina è qualcosa di assurdo e ancora più assurdo e accorgersene con ore di ritardo. Il neonato se va cambiato sicuramente te lo fa capire.
io7802 Giugno 2015, 14:28 #10
Originariamente inviato da: marco_182
Da fastidio ragionare così ma se evita delle morti inutili tanto meglio (vedasi l'airbag che può salvare la vita all'ubriaco di turno che corre a 130 in centro urbano e si schianta contro un platano, ci penserà due volte la prossima volta a bere mettendosi alla guida)


Sfortunatamente gli automobilisti ubriachi beneficiano di una tecnologia creata per salvare innocenti. Nel caso di ubriachi la macchina dovrebbe capire che l'autista è ubriaco e salvare i passanti lasciando morire l'automobilista.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^