Lo storico ZX Spectrum rivive sotto forma di console portatile

Lo storico ZX Spectrum rivive sotto forma di console portatile

Una console portatile in stile PS Vita è protagonista di un progetto Indiegogo che mira a far rivivere lo storico home computer di Sir Clive Sinclair

di Salvatore Carrozzini pubblicata il , alle 17:41 nel canale Sistemi
 

Nell'epoca d'oro degli home computer 8-bit esistevano due opposte "tifoserie": da un lato i possessori del Commodore 64 e dall'altra quella di coloro che apprezzavano non poco lo ZX Spectrum di Clive Sinclair. A distanza di molti anni da quel periodo che sarà probabilmente ricordato con affetto e nostalgia dai tecno fan con qualche anno sulle spalle, lo ZX Spectrum rivive sotto forma di console portatile che riprende per form-factor e impostazione il layout utilizzato da Sony con Playstation Vita. Vega+, questo il nome della console, è frutto di un progetto Indiegogo che ha già raccolto 37,845 sterline dai backers. 

ZX Spectrum

Tralasciando vecchie ruggini tra opposte tifoserie e aspetti prettamente finanziari, è interessante esaminare i dettagli dello ZX Spectrum in versione console. Si parte dal software, ovvero da quell'aspetto che più di altri saprà fare la gioia degli amanti del retrogaming: 1000 giochi dello storico home computer, muniti di regolore licenza, saranno preinstallati nella console, ma la compatibilità si estende a 14,000 titoli. Ognuno potrà essere riprodotto sfruttando il display LCD integrato nella console o mediante il collegamento della medesima ad un monitor esterno. 

Vega+ non sembra essere la solita trovata commerciale per sfruttare l'immagine di un prodotto che è indubbimente rimasto impresso nell'immaginario collettivo di chi ha vissuto il periodo della diffusione degli home computer. A suggerire tale conclusione sono gli stessi membri di Retro Computers Ltd che porta avanti il progetto. 

Sia l'hardware, sia il software, infatti, sono stati progettati e realizzati da un team guidato da Chris Smith, ex sviluppatore di giochi destinati a ZX Spectrum, ritenuto uno dei massimi conoscitori del "microcomputer" originale. Rich Dickinson, importante industrial designer inglese, inoltre, si è occupato di realizzare il concept design di Vega+. Dickinson, per chi non lo conoscesse, è stato colui che ha delineato il design dei computer ZX 80, ZX 81 e ZX Spectrum negli anni '80. Per dirla in altri termini, un po' dell'anima originale del prodotto è stata trasferita nella console da professionisti che sono stati parte attiva del processo di creazione degli home computer di Sir Clive Sinclair: lui stesso annuncia l'arrivo della console Vega+ sviluppata con Retro Computers LTD.

Quando si toccano le delicate corde dei sentimenti e delle emozioni dei retrogamer, l'hardware in sé rischia di passare in secondo piano, basti sapere che non si avrà difficoltà a riprodurre gli storici giochi degli anni '80. Non manca, in ogni caso, una nota su alcuni aspetti tecnici messi in evidenza dal team: la console è dotata di slot microSD, tasti di controllo del volume, uscita cuffie e socket per la ricarica posizionati nella parte superiore del device. Sul frontale sono collocati il pulsante di accensione, il d-pad, un tasto menu e tasti azione primari e secondari. Ignote le specifiche di CPU, GPU e display.

ZX Spectrum

Lo sviluppo del progetto ha raggiunto una fase sufficientemente matura: l'azienda afferma di aver realizzato un prototipo funzionante e di essere pronta per dare il via alla produzione delle prime unità. Le consegne sono previste per il mese di settembre 2016. Per provare ad entrarne in possesso, il prezzo minimo richiesto da Retro Computers Ltd è pari a 100 sterline; sono previste delle versioni in tiratura limitata con scocca rossa, bianca e blu destinate agli utenti che hanno sostenuto la campagna di crowdfunding.

Retrogamer e nostalgici dell'home computing anni '80 possono trovare ulteriori informazioni sul progetto collegandosi a questo indirizzo. Nella parte finale della pagina è presente l'elenco delle FAQ che chiariscono vari aspetti della console.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
chichino8416 Febbraio 2016, 18:09 #1
Brrr, sembra un game gear brutto
randorama16 Febbraio 2016, 20:58 #2
in pratica fa quello che farebbe un qualunque tablet da 40 euro. non male.
Dax16 Febbraio 2016, 22:49 #3

Mio!

Mi sa che lo compro...
Shurpaul17 Febbraio 2016, 00:00 #4
Beh ma solo lo sbatti di andarsi a cercare i giochi, vale la pena. Però visto che saranno giochi da pochi kb, potevano già caricarceli tutti 14000 e fine, magari mettendoli in alcune liste preconfezionate, per la comodità di chi lo usa
kamon17 Febbraio 2016, 08:56 #5
Sarebbe interessante sapere se si tratta solo dell'ennesima android console cinese castrata, o se ha un vero hardware specificamente progettato... Ma in entrambi i casi, è decisamente roba per viziosi XD.
bruschini17 Febbraio 2016, 09:18 #6
Vaiii!!!!! si torna a giocare a hungry horace
s-y17 Febbraio 2016, 09:21 #7
questo tipo di operazioni faccio fatica a digerirle
personalmente se ho botte di nostalgia, mi procuro un sistema vero, anche dovendo spendere di piu'. e' questione di sensazioni...

poi o, al tempo era tutto in embrione, ed era tutto spettacolare, ma oggettivamente, le limitazioni erano tali da perdere il conto. riproporle in un prodotto nuovo mi sembra un tentativo di lucrarci e basta, con una certa dose di sadismo
GiGBiG17 Febbraio 2016, 11:06 #8
Originariamente inviato da: randorama
in pratica fa quello che farebbe un qualunque tablet da 40 euro. non male.


Non consideri il fatto che un giocatore di vecchia data tendenzialmente preferisce i controlli fisici all'insulso touch.
randorama17 Febbraio 2016, 11:07 #9
Originariamente inviato da: Shurpaul
Beh ma solo lo sbatti di andarsi a cercare i giochi, vale la pena. Però visto che saranno giochi da pochi kb, potevano già caricarceli tutti 14000 e fine, magari mettendoli in alcune liste preconfezionate, per la comodità di chi lo usa


eh si.... scaricarli via ftp da worldofspectrum o, volendo essere pigri, il torrent del gamebase, tosec, o la mess softlist è proprio uno sbattimento terrificante
randorama17 Febbraio 2016, 11:10 #10
Originariamente inviato da: GiGBiG
Non consideri il fatto che un giocatore di vecchia data tendenzialmente preferisce i controlli fisici all'insulso touch.


au contraire, lo capisco perfettamente.
tuttavia, il vero sinclairista non avrebbe MAI giocato con un pad né, tantomeno, con tasti messi a croce.
12345, qwerty, qoapm, ma mai a croce...
per altro: e se serve un secondo tasto sparo o una tastiera estesa (lord of midnight tanto per dire il primo che mi viene in mente)?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^