Light Peak in arrivo nella prima metà del 2011?

Light Peak in arrivo nella prima metà del 2011?

La tecnologia di interconnessione ottica sviluppata da Intel potrebbe arrivare sul mercato già nel corso del prossimo anno

di pubblicata il , alle 09:06 nel canale Sistemi
Intel
 

La tecnologia Light Peak di Intel potrebbe essere destinata al debutto molto prima di quanto atteso. Nonostante circolino informazioni secondo le quali Light Peak apparirà sui sistemi PC non prima del 2012, una nuova voce di corridoio indica che la tecnologia di trasferimento dati basata su collegamenti ottici potrebbe essere disponibile commercialmente già nel corso del prossimo anno.

E' il sito web CNET a dare risalto alla notizia, citando una fonte anonima che sarebbe piuttosto vicina alle attività di sviluppo della tecnologia. Secondo quanto riportato da CNET pare che Light Peak potrà vedere la luce già nel corso della prima metà del 2011 e con grossa probabilità nella prima parte di questa finestra temporale.

Light Peak è stata mostrata per la prima volta da Intel in occasione dell'edizione 2009 dell'IDF Fall di San Francisco. Si tratta di una tecnologia che ha lo scopo di interconnettere normali dispositivi consumer come fotocamere digitali, lettori multimediali, periferiche di archiviazione, display HD e via discorrendo, tramite fibra ottica e non più tramite i normali cavi di rame. Light Peak, stando alle informazioni disponibili sino ad ora, è in grado di mettere a disposizione una larghezza di banda di ben 10 gigabit al secondo, permettendo così la possibilità di trasferire elevate moli di dati in breve tempo. Non solo, le prospettive di sviluppo per gli anni a venire dovrebbero consentire a questa tecnologia di poter arrivare ad una larghezza di banda dieci volte superiore, di 100Gb/s. A titolo di riferimento, già semplicemente con una connessione da 10Gb/s sarebbe possibile trasferire un lungometraggio Blu Ray in meno di 30 secondi.

CNET inoltre torna a gettare benzina sul fuoco di un'indiscrezione che era circolata già nel corso del 2009 a pochi giorni dalla dimostrazione di Light Peak da parte di Intel, ovvero la possibilità che tale tecnologia sia nata da un'idea di Apple e, successivamente, da una sua esplicita richiesta ad Intel. Questa versione non è mai stata confermata, tuttavia CNET crede che la Mela potrà essere uno dei primi grossi nomi del settore ad adottare Light Peak per l'implementazione nei propri prodotti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

31 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
efrite1504 Novembre 2010, 09:49 #1
la tecnologia sembra buona, vedremo gli sviluppi....
Iniziano ad esserci un pò troppi standard ad oggi, averne uno che li soppianta tutti potrebbe essere comodo !
Tutto starà nei corsi e nella delicatezza della soluzione.
Paganetor04 Novembre 2010, 10:04 #2
sì ok, ma a parte una batteria di 10 SSD che lavorano insieme che senso ha una simile banda? e quanto costerà un cavetto?

la usb 3.0, retrocompatibile con la stradiffusa usb 2.0, è sufficiente per soddisfare le esigenze attuali e del futuro prossimo (dubito che nel giro di 4-5 anni si arrivi a saturare quella banda)
avvelenato04 Novembre 2010, 10:05 #3
L'idea di ridurre il numero di connettori utilizzandone uno talmente futureproof da arrivare a 100gbit/s di banda, non è male.
Ma ho seri dubbi sul successo della cosa.
Innanzitutto le apparecchiature odierne hanno connessioni differenti, e anziché ridurne il numero, light peak si accoderebbe alle presenti.
E se ancora adesso è difficile abbandonare la connessione RS-232, ho paura che, prima di vedere le connessioni odierne rimpiazzate totalmente da light peak, ci vorranno lustri, e non pochi.
L'altra considerazione è sul costo. Economie di scala aiuterebbero a ridurre la complessità circuitale di light peak, che se non ricordo male è una tecnologia figlia di brevetti intel sull'integrabilità di circuiti elettronici e fotonici (laser e ricevitore) utilizzando i normali processi fotolitografici su silicio; questo consente di implementare connessioni ottiche a costi convenienti rispetto al convenzionale.
Tuttavia costi sempre maggiori rispetto alle attuali tecnologie: se ricordate, Firewire perse contro lo standard USB proprio per il maggior costo dei controllers sulle periferiche. Differenze di pochi centesimi possono significare tanto a un produttore, se moltiplicate per grandi tirature.
avvelenato04 Novembre 2010, 10:07 #4
Originariamente inviato da: Paganetor
sì ok, ma a parte una batteria di 10 SSD che lavorano insieme che senso ha una simile banda? e quanto costerà un cavetto?

la usb 3.0, retrocompatibile con la stradiffusa usb 2.0, è sufficiente per soddisfare le esigenze attuali e del futuro prossimo (dubito che nel giro di 4-5 anni si arrivi a saturare quella banda)


tanta banda può servire ai display, display port è data per 5gbit/sec. circa.

Inoltre è futureproof. L'idea di unificare tutte le i/o secondo me non è affatto sbagliata.
Paganetor04 Novembre 2010, 10:24 #5
sì, ma perchè pensare a un nuovo standard quando si può fare come l'usb 3.0, che è retrocompatibile con le "vecchie" 2.0 mentre offre banda a sufficienza anche per le applicazioni future?
Seraph8404 Novembre 2010, 10:32 #6
solo se un cavetto lightpeak implementerà anche l'alimentazione a 12v e con un buon amperaggio sarà davvero interessante...altrimenti, usb 3.0 al momento è sicuramente più appetibile...
fabri8504 Novembre 2010, 11:34 #7
@Seraph85

se non ricordo male doveva fornire 100mA sufficienti a far funzionare schermi di piccole dimensioni. Magari mi sbaglio sull'amperaggio ma che dovrebbe fornire anche l'alimentazione ne sono certo.
Perseverance04 Novembre 2010, 12:26 #8
Questa connessione è rivolta ad apparati fissi, Seraph84 non è che ci devi attaccare l'ipod per la ricarica, o l'hardisk esterno per buttarci la musica. Non penso ci siano problemi a fare un package fibra+rame per trasportare energia, cioè non servono cavi da 2mmq, ma da 0,12 è anche troppo se lo scopo è quello di alimentare un hardiskino o una pennina.
rb120504 Novembre 2010, 12:27 #9
Questa è la tecnologia per la quale Intel fa ostruzionismo al USB3 non fornendo supporto nel chipset prima del 2012. Che sia meglio l'una o l'altra non saprei dirlo, ma di sicuro in questa guerra di standard chi ci rimette nel breve periodo sono i consumatori.
Perseverance04 Novembre 2010, 12:34 #10
Ben detto! Questo discorso del supporto potrebbe avvalorare l'idea che Apple abbia un'esclusiva

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^