Intel e BMW-Sauber, uniti per vincere

Intel e BMW-Sauber, uniti per vincere

Intel annuncia la partnership con il team BMW-Sauber di Formula 1, con lo scopo di promuovere ulteriormente il marchio per coloro che non seguono direttamente il mondo informatico

di pubblicata il , alle 16:35 nel canale Sistemi
Intel
 

Già da qualche tempo stiamo assistendo alla creazione di alleanze commerciali fra aziende attive nel mondo dell'informatica e quelle dei motori, soprattutto con aziende legate al concetto di velocità ed esclusività. Gli esempi non mancano, basti pensare ad Acer-Ferrari, AMD-Ferrari, LaCIE-Porsche ed in tempi recenti ASUS-Lamborghini, solo per citare i più famosi.

Anche per Intel è venuto il momento di scendere in pista, scegliendo come partner il recentissimo team di Formula 1 BMW-Sauber, dei cui fanno parte i piloti Nick Heidfeld e Jacques Villeneuve. Intel quindi sceglie la regina delle competizioni delle quattro ruote per portare il proprio marchio sotto gli occhi di oltre 160 milioni di spettatori nel mondo (questo lo share mondiale medio per ogni Gran Premio), cercando così di raggiungere anche persone poco attente al panorama informatico.

La partnership non si limiterà alla sola sponsorizzazione, in quanto Intel fornirà tutto il parco PC per l'intero arco produttivo del team, oltre a realizzare in futuro accessori tecnologici o componenti ad essa riconducibili per le auto BMW della produzione di serie.

La presentazione della partnership, avvenuta a Valencia nella città della scienza e dell'arte, è stata anche occasione per Hardware Upgrade di intervistare Mark Brailey, Director of Marketing per l'Europa, Medio Oriente e Africa per Intel. Interrogato sulla politica alla base del nuovo corso di Intel basato sulle piattaforme, abbiamo avuto conferma di quanto già espresso in articoli, news e focus, ovvero che Intel vuole slegarsi dall'immagine che la vede esclusivamente come produttore di CPU. Sull'onda del successo di Centrino infatti, che per molti è ormai sinonimo di PC portatile, Intel è alla ricerca di un successo analogo anche per la piattaforma VIIV legato all'intrattenimento domestico, anche se le cose non saranno così immediate.

Il progetto Intel VIIV infatti , pur essendo stato ufficialmente presentato, manca ancora di quella concretezza che ne permette una chiara identificazione da parte dell'utenza media. Il tragitto in ogni caso è segnato e, riprendendo le parole di Mr. Brailey, "è come un buon vino, destinato a migliorare con il tempo".

Lo stesso discorso è stato riservato allo sviluppo della piattaforma Centrino Duo, di cui si può trovare un'approfondita recensione sulle pagine di Hardware Upgrade. Come abbiamo avuto modo di appurare in fase di test infatti, se da una parte l'hardware ha mostrato punti di vera forza, dall'altro il software è sembrato ancora non perfettamente maturo per sfruttarne le potenzialità. Il paragone del vino trova anche in questo caso una conferma: più passerà il tempo più il software (applicativi e sistemi operativi) sarà in grado di sfruttarne sempre meglio le potenzialità.

Non poteva mancare una domanda su Merom, nome in codice del processore di prossima generazione per il mercato mobile con istruzioni a 64 bit, e della relativa collocazione di mercato soprattutto nei confronti del neonato Intel Core Duo con nome in codice Yonah. Pur mancando conferme ufficiali, ovviamente coperte dal più stretto riserbo, abbiamo avuto modo di intendere che i prodotti con buona probabilità troveranno collocazione su diversi livelli di mercato, come nel caso attuale in cui si possono trovare portatili Centrino di diverse generazioni, prestazioni e prezzo.

Il futuro più probabile del settore notebook dunque vedrà la coesistenza di piattaforme a 32 e 64 bit, ovviamente con destianzioni d'uso e prezzi di acquisto diversi, e non un passaggio di testimone fra una piattaforma e l'altra.

La curiosità di sapere se anche per il settore server sarà adottata la politica delle piattaforme non ha trovato risposte certe, anche se non è stato escluso a priori o smentito categoricamente dall'importante rappresentante di Intel. Come sempre, non mancheremo di aggiornarvi circa eventuali novità in merito.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

43 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
blackshard24 Gennaio 2006, 16:45 #1
Questa patnership mi ricorda tanto Ferrari-Valentino Rossi e Midland-Max Biaggi

Cmq è tempo di rinnovare il marchio per Intel... Cambiano simbolo, abbandonano "Pentium" e continuano a spingere sul marketing... bah...
Eugeni BERZIN24 Gennaio 2006, 16:53 #2
Non dimentichiamo Compaq e Williams
cionci24 Gennaio 2006, 16:59 #3
Perchè...AMD e Ferrari no ?!?!?!?
mjordan24 Gennaio 2006, 17:01 #4
Io voglio un'allenza Microsoft-Fiat
Eugeni BERZIN24 Gennaio 2006, 17:10 #5
Amd e Ferrari, certo, ma è già scritto in rece
Rubberick24 Gennaio 2006, 17:19 #6
AMD-Ferrari rulla... Intel - Zauber... hum? xD
riva.dani24 Gennaio 2006, 17:19 #7
Grande mjordan
mt_iceman24 Gennaio 2006, 17:27 #8
ora dovranno mettere un bel dissipatore sul motore!!!
Italian Stallio24 Gennaio 2006, 17:32 #9
oppure mettono prese d'aria sul processore...
krokus24 Gennaio 2006, 17:36 #10
Già! Pensate al ritiro in gara:
"Sentiamo dai box Stella Bruno:"
"....rottura del radiatore...."


Dite che Intel offra alla Sauber anche il radiatore in bundle?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^