In Win presenta il case 216: un Mid-tower classico ma capiente

In Win presenta il case 216: un Mid-tower classico ma capiente

In Win 216 mostra un design molto semplice con un frontale nero opaco completamente piatto accentuato da un profilo angolare in alluminio spazzolato sul lato sinistro ed un'ampia feritoia di ventilazione su quello opposto.

di pubblicata il , alle 17:21 nel canale Sistemi
In Win
 

In Win aggiunge al proprio catalogo il case denominato 216, un mid-tower dalle forme classiche e parete laterale in vetro temprato frameless.

Un case con dimensioni pari a 465x220x160 mm in grado di ospitare sistemi basati su schede madri con fattore di forma E-ATX (12"x13"), ATX, Micro-ATX e Mini-ITX per un massimo di 7 slot di espansione più 2 verticali per l'installazione di una scheda video parallela alla scheda madre tramite apposito riser non incluso con il case.

All'interno la configurazione adottata è del tipo a due vani con separazione orizzontale, quello superiore più grande per ospitare le principali schede e quello inferiore per alimentatore, fino 220 mm di lunghezza, ed unità di archiviazione con due slot da 2,5/3,5" più ulteriore spazio per tre unità da 2,5" dietro il vassoio della scheda madre.

Clicca per ingrandire

Il 216 mostra un design molto semplice con un frontale nero opaco completamente piatto accentuato da un profilo angolare in alluminio spazzolato sul lato sinistro ed un'ampia feritoia di ventilazione su quello opposto. Ampie le superfici forate sulle quali installare ventole o radiatori: precisamente è disponibile spazio sufficiente per configurazioni 3x120 nella parte frontale, 2x120 per il pannello superiore e singola predisposizione da 120 mm nella parte posteriore.

In Win per il momento non ha comunicato né disponibilità né prezzo di listino, ad ogni modo visti standard adottati e finiture, questo case 216 dovrebbe rimanere in una fascia di mercato media sotto i 100 € pur mantenendo la qualità per la quale il marchio è ben noto nel mondo degli appassionati; per maggiori immagini e dettagli a riguardo vi invitiamo a visitare la pagina dedicata a questo case.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
maury798001 Aprile 2020, 17:44 #1

160 mm

Interessante case ma almeno le misure azzzz...mi sembrava un po' troppo nanotecnologico per schede ATX

Product Dimensions
(H x W x D) 465 x 220 x 460mm
18.3” x 8.7” x 18.1”
inited01 Aprile 2020, 19:36 #2
Ma questo andazzo delle unità 2.5" sacrificate sul didietro della motherboard? Ma invece gabbie più compatte di quelle dei 3.5 no? Qualcosa su cui non dico implementare uno hotswap, ma almeno non avere l'impressione che siano i sacchi della spazzatura buttati nel vicolo sul retro?
giuvahhh01 Aprile 2020, 22:44 #3
fanno mobo con 6-8 porte sata e con 2 m.2 e poi fanno case dove bestemmi per mettere gli hdd.
montanaro7902 Aprile 2020, 08:56 #4
Ormai si va di m2
inited02 Aprile 2020, 13:18 #5
Be' lasciamo proprio perdere gli m.2, grazie. Ne ho uno in un portatile e lì va bene, un coso avvitato alla scheda madre. Ma sul fisso, il sistema dovrebbe prevedere un'area in cui metterne tanti quanti al momento sono desiderabili i connettori SATA (e lasciatemi dire che passare dalla mia vecchia X58 con 10 SATA alla X470 con soli 6, anche se tutti SATA 6Gbps, è stato deludente, mitigato solo dal fatto che soluzioni più moderne porteranno a maggior miniaturizzazione e quindi così tanti connettori in aria di esser declassati a legacy non era totalmente desiderabile). Ho capito l'origine dello standard, ma se deve essere il futuro dobbiamo avere un'area del case dove piazziamo i drive e poi i collegamenti cablati alla motherboard come con gli standard precedenti, per poter abbondare e diversificare. Certo, questo significa che le CPU devono riprendere la tendenza ad avere sempre più linee PCI-E, che la banda passante va ripensata, e quant'altro, ma appunto, vorrei vedere una tendenza unitaria a questo, che al momento mi pare non si veda.
popomer14 Aprile 2020, 11:52 #6
la questione e' molto semplice ragazzi, e l'errore e' sempre il solito, pensare che le PROPRIE esigenze siano le medesime del resto della popolazione mondiale.
Icase si sono per tutti i gusti

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^