Il timido Raspberry Pi 2 va in crash se lo si fotografa

Il timido Raspberry Pi 2 va in crash se lo si fotografa

I primi utenti del nuovo Raspberry Pi 2 avrebbero riscontato uno strano problema. Il piccolo sistema con processore quad-core va in crash di fronte al lampo di un flash Xenon

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Sistemi
 

Alcuni utenti del forum ufficiale di Raspberry Pi hanno accusato uno strano problema con il nuovo modello "sei volte più potente". A sollevare la questione è stato PeterO all'interno di un nuovo thread intitolato "Perché il Pi 2 è timido di fronte alla fotocamera?". In sostanza, il piccolo sistema va in crash tutte le volte che viene fotografato attivando un flash allo Xenon.

PeterO si è già battezzato come "colui che ha scoperto il PI 2 Xenon Death Flash". Ulteriori indagini sullo strano caso hanno permesso di individuare il colpevole, ovvero U16, il chip SMPS, che sarebbe quello fotosensibile. L'utente ha provato a sollecitare il computer con dispositivi dotati di flash diversi, e solo con il più potente Xenon del Galaxy K Zoom è riuscito a mandare in crash il sistema.

La problematica, assolutamente non presente sui modelli precedenti, è probabilmente causata da un difetto nella schermatura del chip e può essere risolta con un rapido rimedio artigianale. Basta, infatti, applicare un leggero strato di Blu-Tack sul chip U16 per permettere a quest'ultimo di "sopravvivere al flash". Si tratta di un piccolo incidente di percorso per il nuovo modello di punta di Raspberry Foundation, che probabilmente verrà sistemato definitivamente in una revisione successiva della scheda logica.

Raspberry Pi 2 con Blu-Tack

Raspberry Pi 2 è esteticamente identico alle precedenti generazioni, tuttavia viene rinvigorito con un SoC Broadcom con processore Cortex-A7 da quatto core e 1GB di RAM. Il nuovo hardware permette di ottenere sei volte le performance rispetto ai passati modelli, rendendo più idonea, ad esempio, la sua implementazione all'interno di un sistema desktop. Il tutto allo stesso prezzo delle vecchie versioni (circa 30€), che vengono oggi proposte a 20$.

Maggiori informazioni su Raspberry Pi 2 in questa pagina.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo09 Febbraio 2015, 11:36 #1
ma che caxxo é un pesce d'aprile con due mesi di anticipo?
Balthasar8509 Febbraio 2015, 11:43 #2
La vera notizia qui è che, al Mondo, qualcuno ha acquistato veramente un Galaxy K Zoom
Link ad immagine (click per visualizzarla)
No, dai, sarà semplicemente una trovata pubblicitaria.


CIAWA
Timewolf09 Febbraio 2015, 11:55 #3
il titolo dell'articolo e' geniale
Alfhw09 Febbraio 2015, 12:21 #4
Da un articolo su neowin sembrerebbe che un chip di alimentazione non sia ben schermato per resistere all'effetto fotoelettrico causato dal flash allo Xenon. Qualcuno ne sa di più?
r134809 Febbraio 2015, 12:33 #5
Sì, sembra che l'effetto fotoelettrico di un flash allo Xenon sposti tutti i transistor del chip di alimentazione ad ON, mandi in chip in overvolting e provochi un riavvio.
CerealeFurbo09 Febbraio 2015, 12:53 #6
Ma LOL! È timido! XD
blu(e)yes09 Febbraio 2015, 13:22 #7
Originariamente inviato da: Balthasar85
La vera notizia qui è che, al Mondo, qualcuno ha acquistato veramente un Galaxy K Zoom
Link ad immagine (click per visualizzarla)
No, dai, sarà semplicemente una trovata pubblicitaria.


CIAWA


Cioè, vendono quella cosa??
emanuele8309 Febbraio 2015, 13:30 #8
Io trovo molto molto strano che il problema sia legato alla luce e non ad una EMI dovuta alla fortissima scarica capacitiva del flash. Potrebbero testare facilmente il tutto con un laser portatile da pochi euro (magari uno a luce verde uno a luce blu ed uno a luce rossa tanto per provare la reazione del chipa a tre diverse lunghezze d'onda). Mi sembra inogni caso assurdo parlare i effetto fotoelettrico anche perchè se la logica CMOS (ed anche i transistor analogici sono basati sui transistor usati per logica digitale) fosse così bella e brava a rivelare fotoni, i sensori non sarebbero fotodiodi opportunamente drogati (diodi PIN ad esempio) ma con dei bellissimi transistor P o N-MOS. Non a caso il problema appare proprio sul convertitore switching della alimentazione, l'unico che ad andare bene ha un induttore potenzialmente esposto ad EMI. Perchè non provano a mettere un bel nastro adesivo nero al posto del blue tack? Senza contare che nel video la luce che effettivamente arriva sul convertoore è pochissima, ci sono un sacco di cavi che lo proteggono dalal luce diretta...
Bivvoz09 Febbraio 2015, 13:42 #9
Originariamente inviato da: Balthasar85
La vera notizia qui è che, al Mondo, qualcuno ha acquistato veramente un Galaxy K Zoom
Link ad immagine (click per visualizzarla)
No, dai, sarà semplicemente una trovata pubblicitaria.


In effetti è stupefacente che qualcuno lo abbia comprato.
Quando dura la batteria? 2 zoomate?
Marckus8709 Febbraio 2015, 13:50 #10
dopo questa le ho sentite tutte

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^