HTC Vive, annunciata la versione business

HTC Vive, annunciata la versione business

HTC Vive non è solo sinonimo di videogiochi, gli scenari di utilizzo sono molto più ampi e comprendono anche l'impiego in ambito aziendale. Espressamente rivolta agli utenti business è la business edition di HTC Vive da poco annunciata.

di pubblicata il , alle 07:40 nel canale Sistemi
HTC
 

HTC ha l'ambizione di non limitare al settore videoludico l'ambito di applicazione del visore di Realtà Virtuale Vive. Un altro scenario di impiego, per certi aspetti ancor più redditizio, è rappresentato dal mondo business. Partendo da tali premesse, si giustifica l'arrivo di HTC Vive Business Edition, la declinazione del visore pensato per l'impiego in ambito commerciale.  

htc vive business

Dal punto di vista hardware, non esistono differenze di rilievo con la versione destinata all'utenza consumer, ma la variante business arriva sul mercato con il valore aggiunto rappresentato da una serie di servizi per le aziende. HTC fa riferimento nello specifico a: 

  • Licenza di utilizzo per l'impiego commerciale
  • Servizio di supporto dedicato per gli utenti business
  • Garanzia di 12 mesi limitata per uso commerciale
  • Possibilità di acquisto del Vive BE in volumi

Il servizio di assistenza dedicato comprende anche l'installazione del prodotto che, pur non essendo assolutamente proibitiva anche per l'utente consumer, richiede un po' di tempo e manualità per posizionare le base station, organizzare i cavi e collegare i componenti al computer. Il lavoro svolto dai tecnici di HTC, tra l'altro, è coperto da garanzia limitata della durata di 30 giorni. 

Oltre ai servizi aggiuntivi appena descritti gli acquirenti riceveranno il sistema Vive BE comprendente 

  • Il visore Vive 
  • 2 controller
  • 2 base station
  • Cavo di collegamento 3-in-1
  • 4 contorni volto intercambiabili (2 stretti, 2 ampi)
  • Link box
  • Cuffie 
  • Cavi, caricatori e accessori

HTC Vive Business Edition (hardware + servizi) viene proposto a 1,080 euro, iva e spese di trasporto escluse, ovvero 181 euro in più rispetto alla versione del Vive destinata all'utenza consumer (attualmente in vendita a 899,00 tasse e spese di spedizione incluse). Le aziende interessate possono trovare e chiedere ulteriori informazioni collegandosi presso il sito ufficiale. 

Un segnale chiaro da parte dell'azienda che, dopo aver portato all'attenzione dell'utenza consumer il visore di Realtà Virtuale, prova a capitalizzare il vantaggio competitivo puntando al nuovo target di utenti. HTC Vive Business Edition potrebbe porsi come un importante strumento di lavoro da utilizzare, ad esempio, in ambito medico o per la progettazione 3D. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
io7810 Giugno 2016, 09:58 #1
Ma perchè continuate a mettere il settore medico?? In medicina/sanità l'unica cosa sensata è la realtà aumentata con (Google Glass o meglio Epson o al massimo Hololens)
demon7710 Giugno 2016, 11:08 #2
Originariamente inviato da: io78
Ma perchè continuate a mettere il settore medico?? In medicina/sanità l'unica cosa sensata è la realtà aumentata con (Google Glass o meglio Epson o al massimo Hololens)


Ma non è vero.
Ar e vr sono complementari.
EdElric10 Giugno 2016, 11:10 #3
Originariamente inviato da: io78
Ma perchè continuate a mettere il settore medico?? In medicina/sanità l'unica cosa sensata è la realtà aumentata con (Google Glass o meglio Epson o al massimo Hololens)


E invece é molto sensato..per il settore medicale non devi pensare solo alla fase operatoria..ma anche alla fase pre operatoria..alla fase di studio dell'intervento, alla fase di ricerca di eventuali problemi che oggi in alcuni settori d avanguardia é già fatto con il "semplice 3D"..immagina cosa si potrebbe fare prima di una operazione complessa se il dottore potesse esplorare in realtà virtuale la cavità a cui accedere..le varie e possibili criticità a cui andrebbe incontro durante l intervento..immagina simulazioni di intervento (ad oggi giá esistono specifici simulatori che aiutano i chirurghi a prepararsi a complesse operazioni..quindi imagina il mix che si creerebbe con questi strumenti che agiscono insieme)...insomma possibilità infinite a cui serve solo la giusta spinta..

Detto sinceramente..la realtà virtuale ha molto più senso in fase di progettazione o in fase di studio per determinati settori professionali e industriali piuttosto che per rincretinirsi da soli in una stanza a giocare ad un videogame...
greyhound310 Giugno 2016, 12:25 #4
Originariamente inviato da: EdElric
E invece é molto sensato..per il settore medicale non devi pensare solo alla fase operatoria..ma anche alla fase pre operatoria..alla fase di studio dell'intervento, alla fase di ricerca di eventuali problemi che oggi in alcuni settori d avanguardia é già fatto con il "semplice 3D"..immagina cosa si potrebbe fare prima di una operazione complessa se il dottore potesse esplorare in realtà virtuale la cavità a cui accedere..le varie e possibili criticità a cui andrebbe incontro durante l intervento..immagina simulazioni di intervento (ad oggi giá esistono specifici simulatori che aiutano i chirurghi a prepararsi a complesse operazioni..quindi imagina il mix che si creerebbe con questi strumenti che agiscono insieme)...insomma possibilità infinite a cui serve solo la giusta spinta..

Detto sinceramente..la realtà virtuale ha molto più senso in fase di progettazione o in fase di studio per determinati settori professionali e industriali piuttosto che per rincretinirsi da soli in una stanza a giocare ad un videogame...


no la vr non ha senso in campo medico

una telecamera sulla fronte ed un monitor in cui rivedere l intervento basta ed avanza

la vr non aggiunge nulla allo studio dell intervento

ricostruzioni 3d servono solo se uno non sa leggere una tac ed anche qui un vr non aggiungerebbe nulla dato che una ricostruzione si puo visionare su un semplice monitor


ora una realtá aumentata potrebbe aver senso nel guidare un chirurgo inesperto...ma in quel caso hai sempre un medico che conosce l intervento come assistente nella sala operatoria
demon7710 Giugno 2016, 14:23 #5
Originariamente inviato da: greyhound3
no la vr non ha senso in campo medico

una telecamera sulla fronte ed un monitor in cui rivedere l intervento basta ed avanza

la vr non aggiunge nulla allo studio dell intervento

ricostruzioni 3d servono solo se uno non sa leggere una tac ed anche qui un vr non aggiungerebbe nulla dato che una ricostruzione si puo visionare su un semplice monitor


ora una realtá aumentata potrebbe aver senso nel guidare un chirurgo inesperto...ma in quel caso hai sempre un medico che conosce l intervento come assistente nella sala operatoria


Si ma "CAMPO MEDICO" mica vuol dire solo intervento chirurgico eh.
Di possibili usi di VR come di AR che ne sono moltissimi.
HL210 Giugno 2016, 17:25 #6
Originariamente inviato da: greyhound3
no la vr non ha senso in campo medico

una telecamera sulla fronte ed un monitor in cui rivedere l intervento basta ed avanza

la vr non aggiunge nulla allo studio dell intervento

ricostruzioni 3d servono solo se uno non sa leggere una tac ed anche qui un vr non aggiungerebbe nulla dato che una ricostruzione si puo visionare su un semplice monitor


ora una realtá aumentata potrebbe aver senso nel guidare un chirurgo inesperto...ma in quel caso hai sempre un medico che conosce l intervento come assistente nella sala operatoria


ma per esempio....training con simulazioni realistiche di interventi chirurgici?
con, per esempio, imprevisti casuali? così da poter allenare sempre meglio il chirurgo (in questo caso) a reagire a tutte le situazioni di emergenza.
una simulazione in vr (una vr magari che avremo tra qualche anno, migliore di quella di adesso sicuramente) è molto più immersiva e quindi più efficace.

secondo me.

la realtà aumentata per esempio invece sarebbe utilizzabile come dici te, un possibile aiuto durante l'intervento.
ilario328 Giugno 2016, 14:30 #7
Originariamente inviato da: HL2
ma per esempio....training con simulazioni realistiche di interventi chirurgici?
con, per esempio, imprevisti casuali? così da poter allenare sempre meglio il chirurgo (in questo caso) a reagire a tutte le situazioni di emergenza.
una simulazione in vr (una vr magari che avremo tra qualche anno, migliore di quella di adesso sicuramente) è molto più immersiva e quindi più efficace.

secondo me.

la realtà aumentata per esempio invece sarebbe utilizzabile come dici te, un possibile aiuto durante l'intervento.


Io penso che entrambi gli applicativi, se creati bene ed usati non solo a scopo ludico/divertimento, possono veramente fare una grossa differenza anche in fase di progettazione nel caso VR (progettazione di interni di case, macchine, aeroplani, e molto altro) o di assistenza nel caso Realtà aumentata.
Per il discorso medicina, penso che la realtà aumentata potrebbe essere comunque di aiuto durante un intervento, in cui ti possono suggerire delle cose da controllare o da fare, mentre la VR potrebbe essere usata come training per i nuovi medici, che oltre a farle esperienza sui cadaveri, la fanno con un corpo simulato vivo, in cui in caso di errore ti schiatta in diretta.
Però se ci pensate, la VR e lo sviluppo è partito in 4 dai videogiochi e videogames, e ora potrebbe coinvolgere molti altri settore.
Pensa che figata guidare un MQ1 Predator con un VIVE

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^