HP si appresta ad effettuare pesanti tagli del personale

HP si appresta ad effettuare pesanti tagli del personale

In seguito all'acquisizione di EDS, HP appresta a ristrutturare il proprio organico tagliando 26.400 posti di lavoro nell'arco dei prossimi 3 anni

di pubblicata il , alle 12:09 nel canale Sistemi
HP
 

Hewlett-Packard ha recentissimamente annunciato che nel corso dei prossimi 3 anni taglierà approssimativamente circa 24.600 posti di lavoro, al fine di compensare all'esubero di dipendenti avuto in seguito all'acquisizione di EDS avvenuta lo scorso maggio.

L'ipotesi di dover effettuare alcuni licenziamenti era stata ventilata già nel corso delle trattative per l'acquisizione, poiché HP ed EDS avevano in comune diverse tipologie di business; tali sovrapposizioni hanno ora portato alla necessità di una profonda ristrutturazione aziendale. Grazie a questa operazione, HP ha previsto che riuscirà a risparmiare circa 1,8 miliardi di dollari l'anno.

I 26.400 posti di lavoro saranno tagliati nell'arco dei prossimi 3 anni e rappresentano una riduzione della forza lavoro della compagnia pari al 7,5%. I licenziamenti interesseranno tutte le sedi di HP sparse nel mondo, tuttavia si prevede che metà di essi avverrà negli Stati Uniti. La compagnia prevede comunque di compensare in parte la riduzione di organico con l'assunzione di 12.000 ingegneri nel corso del prossimo triennio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Spyto17 Settembre 2008, 12:19 #1
Lavorando in HP confermo tutto vero, lo si sapeva da inizio Settembre.
Ma qui da noi (Milano-Torino)assumono ancora.

Il discorso per i neo laureati e' un assuzione di 2 anni, e poi si stabilisce se tenere la persona.
gianni6417 Settembre 2008, 12:29 #2
Anche qui a Roma continuano le assunzioni di neolaureati; pero degli esuberi ancora nulla di ufficiale.
tommy78117 Settembre 2008, 12:31 #3
guardate che è così ovunque, io in ferrovia ho fatto tre anni con contratto a termine e poi me lo hanno rinnovato ma per altri non è andata così. comunque non vedo il problema, siamo noi che pensiamo che un lavoro sia per sempre, si cercheranno un altro impiego e amen.
Mparlav17 Settembre 2008, 12:34 #4
Come non quotarti Spyto :-(
E' pratica diffusa ormai: si licenziano dipendenti che hanno stipendi elevati, e si fanno neo assunzioni con contratti ben più bassi, magari con incentivi pubblici
In Italia tra licenziamento e nuova assunzione deve passare del tempo (ma c'è modo di "aggirare", ma all'estero, specie nel USA ed in altri stati, si può fare.
Spyto17 Settembre 2008, 12:43 #5
Originariamente inviato da: Mparlav
Come non quotarti Spyto :-(
E' pratica diffusa ormai: si licenziano dipendenti che hanno stipendi elevati, e si fanno neo assunzioni con contratti ben più bassi, magari con incentivi pubblici
In Italia tra licenziamento e nuova assunzione deve passare del tempo (ma c'è modo di "aggirare", ma all'estero, specie nel USA ed in altri stati, si può fare.

Si, infatti si faranno pacchetti di 2-3 anni di stipendio piu' un bonus per mandare a casa dipendenti con stipendi alti. Quando si parla di stipendi alti non si parla di 2000 euro al mese(che e' nella norma), ma di tanto di piu'.
Severnaya17 Settembre 2008, 12:55 #6
eh già poi chissà come mai l'economia nn riparte


è il fallimento del capitalismo


che come il comunismo, nn è mai esistito
Asterion17 Settembre 2008, 12:56 #7
Originariamente inviato da: Spyto
Si, infatti si faranno pacchetti di 2-3 anni di stipendio piu' un bonus per mandare a casa dipendenti con stipendi alti. Quando si parla di stipendi alti non si parla di 2000 euro al mese(che e' nella norma), ma di tanto di piu'.


Sì ma 25 mila persone sono tante. Io ho parecchi amici ed ex colleghi che lavorano a Roma in EDS, il loro stipendio non si avvicina nemmeno a 2000€ al mese, ma stanno rischiando lo stesso il posto.
Per essere più precisi, hanno gli hanno già sospeso l'erogazione dei buoni pasto.
Duo17 Settembre 2008, 13:06 #8

gia,peccato che.....

hp negli ultimi anni ha esternalizzato e subappaltato forniture alla grande..........
superbau17 Settembre 2008, 13:39 #9
anche qui sotto vicenza so che stanno licenziando in tronco da hp nei reparti di assemblaggio, si spostano tutti nei paesi sottosviluppati i settori "manuali", me lo ha confermato un mio amico che ci lavora dentro
GianL17 Settembre 2008, 14:15 #10
Purtoppo ci si abitua a tutto: ma una finta assunzione di 2 anni con contratto a tempo determinato non dovrebbe essere la norma.
Per questo lo Statuto dei Lavoratori prevede il Periodo di Prova.

Anch'io lavoro in una multinazionale americana e il risultato di questa c.d. "flessibilità" _a senso unico_ è in uno scadimento generale della qualità dei servizi erogati.
Il Bilancio Aziendale alla voce "Costi dipendenti" migliora con grandi erezioni da parte degli Azionisti, peccato che se si analizzasse un po' più in profondità il dato contabile, si vedrebbe che l'indicatore "Costo Del Personale/Produttività" si riduce inesorabilmete e drasticamente.

EDIT: comunque il sistema capitalistico sta implodendo: da quando i dipendenti non hanno più soldi da spendere per consumare si sono inventati i finanziamenti (mutui + carte di credito revolving); per ora c'è stata la crisi dei Mutui, prossimamente quella delle carte di credito Revolving... vedremo molte altre Lehman Brothers morire....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^