HP e l'attenzione alla VR: nuove workstation Z4, caschetto Windows Mixed Reality e tanti servizi

HP e l'attenzione alla VR: nuove workstation Z4, caschetto Windows Mixed Reality e tanti servizi

Con un annuncio dedicato a progettisti, sviluppatori ed artisti, HP mostra una forte attenzione nei confronti dell'universo della realtà virtuale

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Sistemi
HP Inc.
 

Nel corso dell'evento SOLIDWORKS World, HP ha annunciato l'arrivo sul mercato di nuove versioni della workstation HP Z4 che saranno equipaggiate con processori Intel Xeon o Intel Core X e offriranno supporto a configurazioni dual-GPU. Le workstation della serie Z4 sono indirizzate ad applicazioni ingegneristiche, di simulazione, per il rendering e per la realtà virtuale.

La possibilità di utilizzare processori Skylake X permetterà ai clienti di accedere alle piattaforme workstation ad un prezzo leggermente inferiore rispetto a quanto sarebbe altrimenti necessario con i sistemi basati su processori Intel Xeon W. Si tratta comunque di scelte che devono essere effettuate in stretta relazione alle singole esigenze, dal momento che i processori Xeon W assicurano un ciclo di vita più stabile grazie anche alle tecnologie vPro, mentre i processori Skylake X mettono a disposizione frequenze operative maggiori.

Le workstation HP della seire Z4 basate su processori Intel Core X saranno provviste di singola porta gigabit Ethernet e singolo slot M.2, mentre le versioni con processori Xeon-W metteranno a disposizione doppia porta gigbit ethernet e doppio slot M.2. Entrambi i sistemi potranno accogliere schede video di fascia professionale, fino a due schede NVIDIA P6000 o AMD Radeon Pro Wx 9100.

HP ha osservato che le workstation Z4 basate su processori Xeon sono di norma una scelta d'elezione per i clienti che operano nel settore sanitario, dell'ingegneria civile per ragioni di affidabilità, sicurezza ed espandibilità, mentre le piattaforme Core X sono maggiormente indicate per i professionisti dello sviluppo videoludico e della creazione di contenuti anche in ambito VR.

HP ha inoltre aggiunto un nuovo caschetto Windows Mixed Reality contraddistinto dalla dicitura "Professional Edition" che, com'è facilmente intuibile, è indirizzato ad un ambiente professionale e pensato per sessioni d'uso prolungate dove gli utenti potrebbero aver la necessità di uscire e rientrare dal mondo virtuale per effettuare modifiche o regolare alcuni parametri e verificare repentinamente le modifiche. Questo è reso possibile grazie ad un display incernierato, che può essere semplicemente sollevato senza dover obbligatoriamente rimuovere il caschetto dalla testa.

Il nuovo caschetto fa uso di due schermi LCD, uno per ciascun occhio, da 2,89 pollici con risoluzione di 1440x1440 e frequenza di aggiornamento di 90Hz. I controller sono caratterizzati da sei gradi di libertà per tracciare movimenti senza restrizioni. Anche il caschetto include il tracciamento del movimento integrato così che sia possibile partecipare ad ambientazioni virtuali senza la necessità di tracciatori esterni. Il nuovo caschetto sarà disponibile a partire dal mese di marzo a 449 dollari.

HP ha inoltre annunciato una partnership con Epic per rafforzare lo sviluppo VR, in particolare nella progettazione di prodotti e architetture, con la distribuzione di un Launch Kit scaricabile a partire dalla prossima primavera e che permetterà di ottimizzare l'esperienza di progettisti e disegnatori, calibrando e configurando opportunamente i sistemi così da offrire opportunità di ottimizzazione per coloro i quali già abbiano esperienza con la VR e per facilitare l'accesso ai novizi verso le procedure di visualizzazione e progettazione. Launch Kit include Datasmith di Unreal, uno strumento per Unreal Engine che aiuta i progettisti e gli artisti a semplificare il processo di importazione dei dati e progetti CAD in Unreal Engine. Inizialmente Datasmith offrirà supporto a 20 pacchetti software tra cui Maya, Cinema 4D, Moto Auto/Archi CAD, Solidworks e altri.

Infine HP si prepara a lanciare il nuovo concetto di Device as a Service (DaaS) che permetterà di differire il costo necessario per l'hardware, i servizi e il supporto necessari allo sviluppo in VR con un pagamento mensile. L'obiettivo è inoltre quello di migliorare la prevedibilità dei costi offrendo servizi end-to-end con un ciclo di vita chiaro, supporto hardware e servizi di analitica destinati a gestire più facilmente gli asset IT. I prezzi varieranno, ovviamente, a seconda della tipologia di servizi che si deciderà di scegliere e al piano di supporto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Spawn758606 Febbraio 2018, 18:54 #1
Ci avviciniamo sempre di più alla progettazione stile Iron-man e simili....
secerot07 Febbraio 2018, 10:04 #2

Dubbio

BOOo! io sono possessore del caschetto HP, il mio non ha la dicitura PRO eppure il casco è incernierato lo stesso!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^