Desktop Dell: possibili problemi con il modulo termico heat pipe

Desktop Dell: possibili problemi con il modulo termico heat pipe

Secondo alcune fonti interne al mercato taiwanese sussistono alcuni problemi con dei moduli di raffreddamento utilizzati da Dell per la realizzazione dei propri sistemi desktop

di Ciro Santoro pubblicata il , alle 17:10 nel canale Sistemi
Dell
 

Secondo i produttori di PC taiwanesi, i PC Desktop di Dell introdotti nel 3° trimestre di quest'anno potrebbero avere dei problemi con il modulo termico heat pipe, come arresti improvvisi del sistema o un funzionamento rumoroso.Il PR di Dell, rappresentante dell'azienda a Taiwan, non ha rilasciato nessuna dichiarazione a riguardo.

Il modulo termico heat pipe utilizzato da Dell nei suoi ultimi PC Desktop ha solo due heat pipe, mentre la maggior parte delle soluzioni industriali ne hanno tre, e quindi il modulo potrebbe essere meno efficiente nel dissipare il calore.

Il modulo è stato disegnato e soprattutto prodotto da Foxconn Precision Components, una sussidiaria di Foxconn Electronics, ma anche Chaun-Choung Technology produce una parte dei moduli termici utilizzati nei PC desktop di Dell.Un portavoce di Foxconn Precision Components ha respinto le accuse, dicendo che sono infondate.

Secondo i comunicati stampa presenti sul sito ufficiale Dell, l'azienda ha lanciato solo un sistema nel 3° trimestre: il Dimension space-saving desktop, annunciato il 28 Settembre 2004. Alla fine del 2° trimestre di quest'anno, Dell ha lanciato due sistemi OptiPlex, due sistemi Dimension e un sistema XPS.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
luther_zero11 Novembre 2004, 17:39 #1
Ahi Ahi...
Ma sbaglio o ultimamente DELL ne sta combinando qualcuna di troppo?
Prima gli alimentatori, adesso i dissipatori...
Io lavoro per una grande azienda IT made in USA ed i computer sono quasi tutti DELL, beh, molti di quelli prodotti negli ultimi due anni soffrono di morti premature di hard disk e dissipatori.
Mah, pensate bene a quello che comprate...
^TiGeRShArK^11 Novembre 2004, 18:42 #2
tanto il prob non si pone:
dell ofre solo intel, quindi......
NoX8311 Novembre 2004, 18:44 #3
Quoto alla grande ^TiGeRShArK^ e se dell ha in mente di cominciare a fare "cappellate", ben venga che amd non sia tra i suoi sistemi.
Dias11 Novembre 2004, 21:21 #4
Qual è il problema con Intel? I centrino sono i migliori processori per notebook.
WhiteBase11 Novembre 2004, 21:27 #5
appunto: per fortuna che monta cpu intel: dal pIV in poi in caso di surriscaldamento le cpu intel rallentano per scaldare meno. una controparte amd va in blocco causando la perdita dei dati ( fino ad un paio di anni fa gli athlon rischiavano proprio di bruciarsi)
NoX8311 Novembre 2004, 23:37 #6
Ma dai smettiamola con queste boiate del "surriscaldamento" degli amd per pietà.
Mystico11 Novembre 2004, 23:47 #7
appunto: per fortuna che monta cpu intel: dal pIV in poi in caso di surriscaldamento le cpu intel rallentano per scaldare meno. una controparte amd va in blocco causando la perdita dei dati ( fino ad un paio di anni fa gli athlon rischiavano proprio di bruciarsi)


Da quando questo?

Se la CPU si surriscalda che sia intel o AMD si piantano.
E' la piastra che magari interviene riavviando il sistema o diminuendo il clock, per "proteggere" la CPU o la stabilità del sistema.

Se intendi il diodo che salva la CPU, intel lo integra a differenza di AMD, ma è un'altra cosa da quello che dici tu.
Il sudetto diodo fa scattare la protezione solo se praticamente, si fa funzionare il procio senza dissi.

Hwupgrade (mi pare), ha dimostrao che il diodo alla fine,serve per proteggere la CPU solo da un'errato montaggio del dissi.
Ora che si arriva a 85/90° sul core, temperatura media di fusione di un qualsiasi AMD/Intel, il sistema si è già piantato 10° prima....Infatti il diodo non fa in tempo a "scattare".

Quindi alla fine la differenza sta: Se strappo il dissi da un'AMD fin che funziona, si vedono i fuochi d'artificio....
Sull'Intel grazie al diodo integrato ho qulache speranza che resti integro....
octopus11 Novembre 2004, 23:56 #8
Hai detto poco mannaggia ...
e parlo da amdiata ... in una prova senza dissi con q3 a palla un athlon xp arrivava a + di 250° forse anche 300 non ricordo bene... usciva il fumazzo proprio!!!
Il p4 invece rallentava e basta, dopo un lunghissimo periodo arrivava a 4/5 sec per frame!!!
Ai tempi dell A800 l'avevo mentato per fretta (negozi chiusi) senza pasta , era agosto è durato 30 secondi netti! MORTO , deceduto , kaput
MaxArt12 Novembre 2004, 03:34 #9
Il video accennato da Octopus è di Tom's Hardware.

@Dias:
Vorrei porre attenzione al fatto che si sta parlando di desktop, non laptop.

@Mystico:
Anche gli Athlon64 ora hanno il sistema di controllo temperatura integrato.
Freeride12 Novembre 2004, 11:31 #10
Originariamente inviato da Mystico
Da quando questo?

Se la CPU si surriscalda che sia intel o AMD si piantano.
E' la piastra che magari interviene riavviando il sistema o diminuendo il clock, per "proteggere" la CPU o la stabilità del sistema.


Avevo appena detto dall'altra parte che per usare bene le heatpipe bisognerebbe avere il patentino!!!

Il diodo di monitoraggio lo implementano intel dal P2 Dechutes e gli AMD mi pare dalla serie Thoro in avanti.

INTEL
Il diodo è solo di monitoraggio e a seconda delle funzionalità della mainboard è possibile impostare una temperatura di allarme o di spegnimento.
Oltre al diodo implementano una soluzione interna al core e quindi non mainboard dipendente che blocca la cpu raggiunta una certa soglia (nei p2-p3) e rallenta il clock (nei p4).
Il tempo di intervento di un sistema hardware esterno i particolarei condizioni sarebbe troppo lento. La riuscita del tutto dipende dal processore.


AMD
Il diodo è solo di monitoraggio e viene monitorato da alcune mainboard (tipo cop asus) tramite un circuito esterno indipendente che raggiunta una temperatura di 90-95 gradi spegne la macchina. La riuscita del tutto dipende dalla mainboard.
1) se si ferma la ventola il processore arriva lentamente a 95 gradi e il sistema si spegne senza danni (99,99% di probalità di salvezza);
2) se il dissipatore è montato male e/o assente, nella fase di boot la temperatura sale velocemente e se con un tempo inferiore all'inerzia del sistema il processore si salva;
3) se sul processore sta girando QUAKE3 o Prime95 e viene strappato via il dissipatore il delta di temperatura può essere troppo repentino, maggiore dell'inerzia del sistema e causare il non intervento della protezione e il probalistico danno irrimediabile.

La differenza tra AMD e Intel e che con AMD bisogna essere un po' più fortunati.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^