Da SGI un supercomputer con Intel Atom

Da SGI un supercomputer con Intel Atom

SGI mostra il prototipo di un sistema HPC economico, compatto e dal basso consumo energetico, basato sui processori Atom di Intel

di pubblicata il , alle 14:48 nel canale Sistemi
IntelAtom
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

36 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
daywatch8524 Novembre 2008, 15:40 #11
Puro marketing...chissà quanto li ha pagati per fare questo la Intel...
giaballante24 Novembre 2008, 15:43 #12
mi pare che un articolo su tom's (ops... ) misurava il rapporto performance/watt, e ne uscivano vincenti i core duo di gamma bassa, anche rispetto agli atom.
crespo8024 Novembre 2008, 15:44 #13
chissà che nel confronto prestazioni/consumo l'Atom dual core non riesca a spuntarla sul Core2, relativamente sempre ai calcoli cui è deputata una simile macchina. Alla fine in questi ambiti contano solo le performances/Watt.
GT8224 Novembre 2008, 15:50 #14
Tenete conto che l'IPC dell'Atom con HT attivato (e soprattutto sfruttato:read è più o meno pari alla metà di un Penryn con 6 Mb di cache L2

quindi per pareggiare questi 180 Atom basterebbero poco più di una ventina di Q9650 opportunamente downvoltati in modo da raggiungere la massima efficienza

in termini di consumo (considerando i soli processori) siamo lì comunque, segno che Atom ha un ottimo rapporto prestazioni/watt
iva24 Novembre 2008, 16:21 #15
Ma nessuno di voi ha pensato che forse e' il consumo totale della CPU+chipset quello da considerare?

Non conosco i dettagli del progetto ma la maggior parte delle persone sul forum sostanzialmente pensa che gli ingegneri della SGI siano una banda di imbecilli e che tutti avrebbero potuto fare molto meglio utilizzando C2Q...
demon7724 Novembre 2008, 17:21 #16
mah.. mi pare 'na cazzata!

Come giustamente hanno già detto le medesime prestazioni di 100 atom possono essere pareggiate da un numero molto minore di CPU più potenti, magari con una scheda GPGPU attaccata!
X3llo524 Novembre 2008, 17:30 #17
Originariamente inviato da: demon77
mah.. mi pare 'na cazzata!

Come giustamente hanno già detto le medesime prestazioni di 100 atom possono essere pareggiate da un numero molto minore di CPU più potenti, magari con una scheda GPGPU attaccata!


giusto , magari per giocarci a crysis durante i tempi morti

mica gli useranno per fare decodifica A/V; ci sono campi in cui sono più che sufficiente questi processori.
iva24 Novembre 2008, 17:38 #18
Mi pare che si continui a fare confusione, il punto qui e' chiaramente il rapporto mips/watt o flops/watt:
quanta energia ci vuole per eseguire un certo calcolo?
CaFFeiNe24 Novembre 2008, 18:12 #19
>> E pensare che già nei nostri computer 4 core sono malamente sfruttati!!!


storia dell'informatica 0 eh?


1) la sgi (ma non era fallita?) utilizzava piattaforme multiprocessore e multicore gia' decenni fa.... forse non hai mai visto una vga o una mobo sgi... dagli un occhiata

2) cosa non utilizza i 4 core? il kernel di windows vista? probabile... i software proprietari? probabile.... infatti la sgi ha sempre usato un suo sistema operativo unixbased(anche se supportava cmq windows nt) negli ultimi anni a quanto so ha abbandonato il progetto IRIX e sfrutta: redhat linux server, suselinux server, windows for cluster computers.

3) la sgi ha sempre lavorato sulla grafica....
i software grafici solitamente hanno un buon supporto multiprocessore (photoshop, autocad, 3dstudio etc) sotto windows.... figurati su un sistema operativo personlizzato, con software personalizzati


una frase dalla wikipedia inglese:

he first SN system, known as SN-0, was released in 1996 under the product name Origin 2000. Based on the MIPS R10000 processor, it scaled from 2 to 128 processors and a smaller version, the Origin 200 (SN-00), scaled from 1 to 4. Later enhancements enabled systems of as large as 512 processors


cmq la questione è

consumano meno 100 atom dual core
o (a titolo di esempio) 40 core2duo
e ancora
40core2duo si riesce a metterli nello stesso spazio? potrebbe essere comodo avere una scatola di X cm dove ci entra la potenza di un rack molto piu' grande

sono vari fattori da analizzare...
io so che la sgi non è di certo l'ultima arrivata in ambito hardware e li avra' di certo analizzati questi fattori se l'ha fatto
Lud von Pipper24 Novembre 2008, 18:14 #20
Mi pare che il problema possa essere anche di vulnerabilità del sistema: bisogna sentire come scalano questi processori aumentando di numero, il costo complessivo (arrivando magari a 10000 unità, e li se anche gli atom consumassero, che so, un sesto in meno rispetto ai Core2 necessari per pareggiare le prestazioni, allora il consumo potrebbe essere favorevole. Anche dal punto di vista della dissipazione del calore, e magari del costo complessivo del sistema.
Se su 10000 CPU se ne bruciano un paio, la resa sarà nettamente superiore alla stessa situazione equivalente per core 2...
Può anche essere che in certi ambiti limitati e specifici di utilizzo l'Atom non sfiguri poi tanto rispetto al Core 2...
Insomma, alla SGI non sono imbecilli e si saranno fatti i loro conti in tasca in fase di progetto.
Non dimentichiamo che un università americana scelse di creare un supercomputer fatto con Blade G5 (con tutti i problemi) in piena epoca Core 2 e Opteron... Anche loro si saranno pur fatti due conti su cosa volevano farci, e dubito fosse far girare photoshop più veloce

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^