Cubi 5 10M, il mini PC di MSI per casa e ufficio che puoi montare dietro al monitor

Cubi 5 10M, il mini PC di MSI per casa e ufficio che puoi montare dietro al monitor

Vediamo da vicino il mini PC Cubi 5 10M di MSI, una soluzione pensata per casa e uffici, disponibile sia in versione barebone che con RAM e SSD a bordo. Il nuovo prodotto integra una CPU Intel Comet Lake e svolge adeguatamente carichi quotidiani come l'uso di Office, vedere video, gestire email e navigare online.

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Sistemi
MSIComet Lake
 

MSI è ormai una realtà nel campo dei PC preassemblati e recentemente abbiamo visto come l'offerta si è allargata anche al mondo dei creator. L'azienda offre però anche soluzioni molto più compatte, dedicate al mondo degli uffici o al più anche a chi necessita semplicemente di un PC basilare per navigare: stiamo parlando della linea Cubi, e più precisamente del Cubi 5 10M che è passato in redazione nei giorni scorsi.

Il mini PC è arrivato accompagnato da un monitor, il PRO MP241, che non è oggetto di recensione ma che è un complemento ideale peril Cubi 5 di MSI, in quanto consente al mini PC di essere anche nella parte posteriore grazie alla compatibilità VESA 75 x 75 mm, permettendo così una gestione dei cavi e degli spazi sulla scrivania più elegante e ordinata. Il monitor è un 23,8 pollici IPS, con refresh rate di 60 Hz, una porta HDMI e una VGA, in modo da potersi collegare anche i sistemi più datati. Un monitor pensato gli uffici, senza particolari fronzoli e che potete trovare in vendita a poco più di 100 euro.

Il Cubi 5 10M ha dimensioni di 124 x 124 x 53,7 millimetri e pesa circa mezzo chilo; è una piccola scatoletta quadrata che potete tenere con una mano. È un mini PC con scocca in plastica totalmente nero opaca, con alcune trame ai lati e sulla copertura superiore, mentre le feritoie per l'espulsione dell'aria calda sono nella parte posteriore. Sul fondo, invece, delle aperture per il passaggio dell'aria fresca.

Frontalmente il Cubi 5 10M è dotato di una porta USB 3.2 Gen 1 Type A, una USB 3.2 Gen 1 Type C e due jack da 3,5 millimetri, un ingresso per il microfono e un'uscita cuffie. C'è poi un LED che segnala l'attività del sottosistema di archiviazione e il tasto di accensione.

Sul lato destro c'è un attacco Kensington lock e un piccolo ingresso con due pin dove collegare un cavo dedicato a un interruttore di alimentazione esterno. A cosa serve? Semplicemente a riportare il tasto di accensione in una posizione più agevole qualora il mini PC venga posizionato in un posto non agevole, ad esempio agganciato dietro al monitor. Nella parte posteriore del Cubi 5 10M è situata una DisplayPort 1.2, una HDMI 1.4, un jack RJ45 Ethernet, due USB 3.2 Gen 1 Type A, due USB 2.0 e un connettore di alimentazione che serve a collegare l'alimentatore esterno da 65W.

All'interno troviamo un processore Intel Core i7-10510U, un processore "Comet Lake" a 14 nanometri con 4 core e 8 thread che lavorano tra 1,8 e 4,9 GHz. Si tratta di un chip della serie U di Intel, con TDP di 15W e quindi non presenta particolari problemi di temperatura o surriscaldamento in quanto nasce per essere installato nei portatili, dove gli spazi sono eseguiti e il raffreddamento ridotto. A proposito, come potete vedere, il mini PC è dotato di raffreddamento attivo. All'interno della CPU c'è una GPU integrata UHD Graphics che serve semplicemente a visualizzare lo schermo e altri compiti basilari, come la visione di YouTube e Netflix, non è adatta ad altri scopi.

Il modello in nostro possesso è inoltre equipaggiato con un SSD, precisamente un Intel 660p da 256 GB, insieme a 8 GB di memoria SODIMM Samsung DDR4-2666. È possibile installare un ulteriore modulo di memoria (per un massimo fino a 64 GB) e un hard disk / SSD da 2,5 pollici grazie a una porta SATA di colore blu. Per quanto concerne la connettività, oltre alla Ethernet abbiamo Wi-Fi AC e Bluetooth 5.0.

In vendita trovate il modello "barebone", ossia privo di RAM e SSD, a 599 euro (ma ci sono shop che lo offrono anche a 550 o meno) oppure - nella versione che è passata in redazione - con 8 GB di memoria e SSD da 256 GB da circa 800 euro a salire, dipende dallo shop e dalla disponibilità.

Non abbiamo svolto una vera e propria prova con test su questo mini PC, di fatti ci siamo fermati a un'esperienza d'uso in quanto l'hardware ha caratteristiche limitate che lo rendono adeguato a navigazione online, lettura di email e uso di programmi non troppo complessi o suite come quella Office. A titolo puramente informativo, la CPU ha totalizzato 1148 punti nel test multi-core di Cinebench R20 e mentre in single core si è fermata 356 punti. Durante il test la CPU ha raggiunto temperature tra 65 e 70 °C circa, con la ventola dedicata che non produce molta rumore anche sotto carico.

Il mini PC di MSI si comporta come da attese, reattivo e pronto all'uso immediato. Chiaramente è possibile realizzarsi un PC più potente allo stesso prezzo, ma non così compatto. Se proprio dovessimo trovare un neo, le porte USB 2.0 e l'assenza di un lettore di schede SD potrebbero esserlo, ma in linea di massima non si tratta di problemi veri e propri. Per il resto, il mini PC Cubi 5 10M è facilmente aggiornabile in termini di RAM e archiviazione, ed è montabile dietro un monitor, cosa da non sottovalutare se si vuole avere una posta minimalista e occupare poco spazio sulla scrivania.

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
wobbly10 Settembre 2020, 19:58 #1
Dopo averlo messo dietro al monitor, provate ad accenderlo...Non che questo sia un problema solo del Cubi 5 10M ma di tutti i prodotti simili.
joe4th10 Settembre 2020, 20:10 #2
Hanno problemi a funzionare in verticale? O e' l'accessibilita' del pulsante di accensione?

Inoltre che form factor sarebbe 12.4 x 12.4 cm? Non e' mini-itx che e' 17x17 cm. Si trovano le motherboard in quel form factor e i case vuoti, in modo che uno se lo puo' assemblare con la CPU che preferisce? Magari Zen2 4X00U?
29Leonardo10 Settembre 2020, 20:22 #3
Originariamente inviato da: joe4th
Hanno problemi a funzionare in verticale? O e' l'accessibilita' del pulsante di accensione?

Inoltre che form factor sarebbe 12.4 x 12.4 cm? Non e' mini-itx che e' 17x17 cm. Si trovano le motherboard in quel form factor e i case vuoti, in modo che uno se lo puo' assemblare con la CPU che preferisce? Magari Zen2 4X00U?


Credo si riferisca alla comodità di accenderlo, mi viene in mente anche che possa essere scomodissimo inserire/togliere penne usb.

Per il resto non so che form factor sia ma a memoria quelle soluzioni arrivano sempre con la cpu preinstallata e non modificabile.
Paganetor11 Settembre 2020, 08:17 #4
solo a me sembra eccessivamente costoso a 599 euro in versione barebone?
Capisco la comodita di avere un dispositivo così piccolo, ma per il resto il gioco non vale la candela...
vash7911 Settembre 2020, 09:01 #5
Omai la mia ditta vende solo computer NUC, che vanno bene nelle aziende per il 90% degli utilizzi,se non in caso di esigenze particolari ( più che altro disegnatori dove ci vuole una vga dedicata ).
Comodi, piccoli, silenziosi, consumano poco.
Wobbly ha assolutamente ragione sull'accensione, anche se volendo nei bios c'è di solito la possibilità di accendere il pc tramite combinazione di tasti della tastiera. Poi però sei sempre scomodo per l'accesso alle usb. Per le dimensioni che ha sta bene accanto al monitor.
Il prezzo non mi sembra eccessivo, soprattutto per la verione i7. Non ho guardato se esiste anche con cpu i3 o i5, che sicuramente costerebbero meno.
xxEmilioxx11 Settembre 2020, 11:09 #6
Originariamente inviato da: joe4th
Hanno problemi a funzionare in verticale? O e' l'accessibilita' del pulsante di accensione?

Inoltre che form factor sarebbe 12.4 x 12.4 cm? Non e' mini-itx che e' 17x17 cm. Si trovano le motherboard in quel form factor e i case vuoti, in modo che uno se lo puo' assemblare con la CPU che preferisce? Magari Zen2 4X00U?


il form factor dovrebbe essere mini-stx
biometallo11 Settembre 2020, 11:11 #7
Originariamente inviato da: vash79
Poi però sei sempre scomodo per l'accesso alle usb.


Sul mio TV Sansung che ha la porta usb nel culo ho risolto tempo fa con una piccola prolunga usb di pochi centimetri (credo che fosse in origine di una qualche vecchio decoder) avrei anche un paio di tastiere dell con hub integrato e due porte usb... purtroppo però basta collegare in una porta un mouse, che quando si connette una pennetta nell'altra appare l'errore che non c'è abbastanza corrente per alimentare il dispositivo X__X
Poi certi monitor non hanno l'hub integtato?

Insomma di soluzioni volendo ci sono anche per quello....
domthewizard11 Settembre 2020, 11:47 #8
Originariamente inviato da: biometallo
Sul mio TV Sansung che ha la porta usb nel culo ho risolto tempo fa con una piccola prolunga usb di pochi centimetri (credo che fosse in origine di una qualche vecchio decoder) avrei anche un paio di tastiere dell con hub integrato e due porte usb... purtroppo però basta collegare in una porta un mouse, che quando si connette una pennetta nell'altra appare l'errore che non c'è abbastanza corrente per alimentare il dispositivo X__X
Poi certi monitor non hanno l'hub integtato?

Insomma di soluzioni volendo ci sono anche per quello....

volendo si può risolvere anche con gli hub come faccio io da qualche anno a questa parte (non ultimo l'asrock deskmini) perchè per chi ci lavora la dotazione usb di questi ultracompatti è veramente risicata e non potrebbe essere altrimenti viste le dimensioni. attualmente ne ho 3, un belkin usb 2.0 a 4 porte per le stampanti, un orico di quelli per imac che si avvitano allo chassis (io invece ce l'ho attaccato al monitor ) usb 3.0 a 4 porte per le pendrive e un usb type c sempre a 4 porte per il lettore dvd e altre stampanti quanto all'accensione concordo, diventa difficile accenderlo già per chi ha un 22", figuriamoci se dovessi metterlo dietro al mio 32" questa può essere una soluzione per chi ha un ufficio condiviso quindi non ha la scrivani attaccata al muro e può fare il giro intorno, mentre per chi non può diventa quasi impossibile

il prezzo però mi sembra eccessivo, il barebone ad 800 è caro per un i7 visto che sui 400-500€ si trovano dei cinesoni con addirittura l'i9
386DX4011 Settembre 2020, 11:51 #9
Piu' che altro mi sembra capire che il problema resti sempre il prezzo. Imho gia' lo era ai tempi dei computer Atom su modulo HDMI e che alla fine rispetto a altre soluzioni ad esempio ARM come una Raspberry Pi resta sempre ben lontano.
Ovvio non voglio confrontare mondi diversi che hanno pro e contro da entrambe le parti ma avrei sperato che le soluzioni mini-itx ma anche piu' ridotte potessero prendere un piede molto piu' economico restando appunto nell'architettura x64 con la liberta' che queste piattaforme permettono rispetto ad ARM (almeno nel formato mini-itx, con sata, ram, mini-pcie o pci-e etc..).
xxEmilioxx11 Settembre 2020, 11:55 #10
Originariamente inviato da: 386DX40
Piu' che altro mi sembra capire che il problema resti sempre il prezzo. Imho gia' lo era ai tempi dei computer Atom su modulo HDMI e che alla fine rispetto a altre soluzioni ad esempio ARM come una Raspberry Pi resta sempre ben lontano.
Ovvio non voglio confrontare mondi diversi che hanno pro e contro da entrambe le parti ma avrei sperato che le soluzioni mini-itx ma anche piu' ridotte potessero prendere un piede molto piu' economico restando appunto nell'architettura x64 con la liberta' che queste piattaforme permettono rispetto ad ARM (almeno nel formato mini-itx, con sata, ram, mini-pcie o pci-e etc..).


Purtroppo, a parte cinesate, il prezzo lo dettano i nuc e gli altri si adeguano

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^