Corsair, case Obsidian 500D: doppio pannello in vetro temprato, tanto spazio interno ed ampia areazione

Corsair, case Obsidian 500D: doppio pannello in vetro temprato, tanto spazio interno ed ampia areazione

Le dimensioni esterne di questo case sono pari a 502x233x508 mm, il design proposto è quello di una struttura total black, realizzata in alluminio spazzolato, con vari profili sporgenti incastonati tra superfici lisce e due ampi pannelli laterali entrambi in vetro temprato di colore fumé ed entrambe incernierate nella parte posteriore del case

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Sistemi
Corsair
 

Corsair, ha presentato una nuovo case della già nota serie Obsidian impressionando come sempre per un valido mix tra design, materiali pregiati e soluzioni tecniche: stiamo parlando della mid-tower di fascia alta Obsidian 500D.

Le dimensioni esterne di questo case sono pari a 502x233x508 mm, il design proposto è quello di una struttura total black, realizzata in alluminio spazzolato, con vari profili sporgenti incastonati tra superfici lisce e due ampi pannelli laterali entrambi in vetro temprato di colore fumé ed entrambe incernierate nella parte posteriore del case.

Vano interno diviso in due vani, quello principale per schede madri Mini-ITX, MicroATX, ATX, E-ATX (fino 272 mm) e relativi componenti, quello secondario ricavato nella parte inferiore, destinato ad ospitare esclusivamente l'alimentatore, vano che non arriva fino alla parte frontale del case così da garantire spazio sufficiente per installare tutti i componenti di un sistema di raffreddamento a liquido custom o semplicemente un grande radiatore dietro al pannello frontale.

Incluse insieme al 500D, due ventole SP120 da 120 mm ovviamente marchiate Corsair, da posizionare a piacimento tra la moltitudine di spazi predisposti; tutte le superfici grigliate, tranne quella sul pannello posteriore, sono equipaggiate con filtri antipolvere facilmente rimovibili per la loro pulizia.

Tutta la parte di alloggiamenti dedicati ad unità storage è stata spostata nel lato destro del caso, nel quale troviamo spazio per due unità da 3,5" da installare verticalmente e tre slot per altrettanti SSD da 2,5". All'esterno l'unico elemento che distoglie, ma neanche troppo, dalle linee pulite della struttura è il pannello I/O, posizionato in un frontalino dedicato posto tra pannello superiore ed anteriore, e composto da un connettore USB 3.1 Type-C reversibile, due USB 3.0, pulsanti e led di sistema e i consueti connettori audio.

Il Corsair 500 D è già disponibile sul mercato statunitense ed a breve arriverà anche sul quello europeo, per il momento il prezzo comunicato è quello di 149,99 $ sicuramente non poco ma in linea con la qualità e dotazione offerta; per maggiori informazioni ed immagini vi invitiamo a visitare la pagina dedicata a questo case.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Spider Baby23 Febbraio 2018, 13:18 #1
Carlo Pisani, stesso errore in due titoli di oggi: evidentemente non conosci l'ortografia della parola "aerazione" e di tutte quelle con suffisso "aero-".
Spero che da oggi ti si inculchi questa nozione.
Falcon8923 Febbraio 2018, 15:04 #2
Ciao Spider Baby e grazie della correzione, sinceramente pensavo fosse accettato in entrambi i casi ma ovviamente è giusto come da te indicato. grazie mille ancora
inited23 Febbraio 2018, 17:07 #3
Ovviamente, quello che si mette a correggere con una certa supponenza l'ortografia dell'autore, poi parla di suffisso quando invece è un prefisso... l'errore risiede sì nel fatto che areazione non sia corretto, ma si cade in fallo perché è corretto anche aerEazione.
Sputafuoco Bill23 Febbraio 2018, 17:11 #4
Da evitare come tutti i case con gli HDD e SSD montati dietro la scheda madre dove non c'è aerazione.
J^quit23 Febbraio 2018, 17:56 #5
Originariamente inviato da: inited
Ovviamente, quello che si mette a correggere con una certa supponenza l'ortografia dell'autore, poi parla di suffisso quando invece è un prefisso... l'errore risiede sì nel fatto che areazione non sia corretto, ma si cade in fallo perché è corretto anche aerEazione.

29Leonardo23 Febbraio 2018, 23:35 #6
Originariamente inviato da: Sputafuoco Bill
Da evitare come tutti i case con gli HDD e SSD montati dietro la scheda madre dove non c'è aerazione.


Perchè mai? Gli hdd recenti ormai non scaldano piu, di conseguenza non hanno bisogno di essere investiti dal flusso delle ventole. Gli ssd poi scaldano zero.
Spider Baby24 Febbraio 2018, 00:51 #7
Originariamente inviato da: inited
Ovviamente, quello che si mette a correggere con una certa supponenza l'ortografia dell'autore, poi parla di suffisso quando invece è un prefisso... l'errore risiede sì nel fatto che areazione non sia corretto, ma si cade in fallo perché è corretto anche aerEazione.


Chiedo venia, ho proprio sbagliato: si vede che leggere quell'errore nel titolo mi ha così infastidito, in particolare avendolo incontrato ben due volte di seguito, che nella furia della stroncatura ho confuso suffisso con prefisso. Mea culpa.

Confermo che si possa usare anche "aereazione" come dici tu, per quanto veramente brutto a sentirsi, ma nel titolo era (ed è tuttora: non capisco perché una volta riconosciuto l'errore non vi si sia posto rimedio) scritto "areazione", che in nessun caso può essere ritenuto corretto.
Eress25 Febbraio 2018, 06:51 #8
Capita spesso di leggere errori o a volte orrori in questi articoli e naturalmente le relative segnalazioni e correzioni, non ci vedo nulla di strano.
Il case non è male, ma è sbagliata la posizione degli HD/SSD, messi a scaldare senza aerazione vicino la mobo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^