Con Ford SYNC il computer entra nell'automobile

Con Ford SYNC il computer entra nell'automobile

In occasione della fiera tedesca Ford presenta SYNC, un sistema di comunicazione ed intrattenimento integrato e con comandi vocali. Ma la direzione è quella dell'auto connessa in cloud

di pubblicata il , alle 12:46 nel canale Sistemi
Ford
 

La presenza di Ford Motor Company all'edizione 2011 dell' Internationale FunkAusstellung di Berlino, la più importante fiera europea legata al mondo dell'elettronica di consumo, arricchisce di un nuovo significato il concetto di convergenza che da diversi anni rappresenta il fil rouge di queste manifestazioni.

Perché un'azienda che opera nel mercato delle automobili dovrebbe partecipare ad una fiera che tratta di elettronica di consumo? La risposta è la più immediata: la tecnologia sta ormai entrando a pieno titolo anche nei mezzi di trasporto, travalicando l'ormai vetusto concetto di intrattenimento e andando oltre anche al più recente concetto di "infotainment".

L'azienda ha scelto IFA Berlin 2011 per presentare ufficialmente sul mercato europeo Ford SYNC, il sistema integrato di comunicazione, navigazione ed intrattenimento che consente di governare molte funzioni dell'automobile tramite comandi vocali. Non solo: la peculiarità di SYNC risiede nella possibilità di collegare al computer di bordo i nostri dispositivi personali (smartphone, lettore multimediale...) e controllarli sempre tramite l'interfaccia a comandi vocali in maniera da poter effettuare chiamate telefoniche e gestire l'autoradio senza staccare le mani dal volante.

Ford SYNC è già implementato da qualche anno sulle automobili commercializzate sul mercato statunitense ma verrà commercializzato in Europa a partire dal 2012 con l'ingresso sul mercato della nuova Ford Focus, per poi essere esteso a tutta la gamma dei veicoli Ford.

La realizzazione del progetto SYNC è stata possibile grazie alla collaborazione di importanti realtà partner di Ford tra le quali spicca Microsoft con la piattaforma Windows Embedded Automotive 4.0 che rappresenta la piattaforma software alla quale si appoggiano tutti gli altri elementi. Le tecnologie di riconoscimento vocale sono sviluppate e implementate da Nuance, importante realtà impegnata nel panorama del riconoscimento vocale con i noti software della famiglia Dragon NaturallySpeaking, e sono inoltre arricchite dalle tecnologie di Gracenote per il riconoscimento dei titoli e autori di album musicali e per il database della musica. Restando in tema musicale è Sony a fornire le tecnologie per la riproduzione e la diffusione dell'audio mentre tutta la parte legata alla navigazione del veicolo (mappe, punti di interesse) è invece resa possibile grazie ad una integrazione e sinergia con le tecnologie di Navteq, Telnav e ViaMichelin.

Per quanto concerne il versante hardware, il cuore elaborativo di Ford SYNC è rappresentato da un SoC Freescale i.MX51, basato su core ARM Cortex A8 che opera alla frequenza di 600 MHz (anche i ben noti SoC A4 di Apple e Hummingbird di Samsung fanno uso del medesimo core Cortex A8), 512MB di memoria RAM e 2GB di memoria NAND flash per le operazioni di storage.

La comunicazione con l'utente avviene, oltre che tramite gli altoparlanti di bordo, mediante un display touchscreen da 5 pollici posto al centro del cruscotto e tramite altri due pannelli LCD da 4,2 pollici posti nella zona della plancia strumenti. Il sistema Ford SYNC dispone inoltre di due porte USB, un lettore di schede SD e tre connettori RCA audio-video. Sul fronte wireless Ford SYNC offre connettività "interna" grazie ai moduli Bluetooth e WiFi 802.11b/g. E' importante sottolineare che Ford SYNC non dispone, attualmente, di alcun sistema di connettività esterna: vi è comunque la possibilità, collegando le opportune "chiavette" alle porte USB di poter connettere alla rete il sistema Ford SYNC.


Paul Mascarenas, CTO di Ford:
"Per noi la tecnologia è ben più di un elenco di sensori, microprocessori e software; è l’applicazione di soluzioni in grado di migliorare l’esperienza e la soddisfazione al volante".

Il debutto di Ford SYNC sul mercato Europeo avverrà unitamente alle tecnologie Ford MyKey ed Emergency Assistance. Nel primo caso sarà possibile "programmare" una chiave dell'automobile affinché sia possibile limitare alcuni parametri del veicolo come ad esempio la velocità massima ed il volume dell'autoradio: Ford ha sviluppato questa tecnologia pensando espressamente ai genitori che lasciano utilizzare la propria automobile ai figli, magari da poco patentati. La tecnologia MyKey garantisce inoltre che determinate funzioni di sicurezza o assistenza alla guida non vengano disattivate in maniera accidentale o volontaria.

Emergency Assistance è invece una soluzione di sicurezza che, appoggiandosi a Ford SYNC ed al telefono cellulare dell'utente, connesso al sistema SYNC, effettua automaticamente una chiamata al pronto intervento nel caso avvenga un incidente stradale. Emergency Assistance si occuperà di inviare un messaggio registrato che indica gli estremi deil veicolo oggetto dell'incidente e le coordinate geografiche necessarie per l'invio dei servizi di assistenza. Grazie alle tecnologie di geolocalizzazione, il sistema Emergency Assistance si occuperà di trasmettere il messaggio nella lingua appropriata del paese in cui è avvenuto l'incidente, in maniera da facilitare l'invio dei soccorsi.

Ancor più interessante è una breve anteprima di un progetto concettuale che Ford presenterà ufficialmente in occasione del salone di Francoforte dal 15 al 25 settembre prossimi. Si tratta di Evos, un'automobile con alimentazione ibrida che sarà inoltre in grado di collegarsi al cloud. L'obiettivo di Ford, con Evos, è quello di far sì che anche l'automobile diventi parte della nostra "vita digitale" ampliando il rapporto che l'utente ha con il suo mezzo di trasporto ed arricchendolo di un elevato livello di personalizzazione.

La visione che persegue Ford con il concept Evos è quello di un'automobile che sia in grado di apprendere quali siano le abitudini dell'utente ed il suo stile di guida, sia tramite la connessione al cloud (e sincronizzando, pertanto, le informazioni della nostra agenda lavorativa, dei nostri social network e via discorrendo), sia mediante una serie di sensori interni alla vettura che sono in grado di rilevare i parametri comportamentali dell'utente, e di utilizzare queste informazioni per dare luogo ad un'esperienza di guida su misura per ciascun utente. L'automobile potrà, per esempio, incrociare le informazioni sul traffico con i nostri appuntamenti di lavoro e comunicare alla sveglia quale sia l'orario migliore per svegliarci dal sonno, o ancora analizzare quale sia il nostro stile di guida e le caratteristiche della strada che stiamo percorrendo per adattare opportunamente la configurazione del veicolo in maniera tale da poter ottenere sempre il massimo delle prestazioni o la migliore efficienza possibile.

Ford Evos, pur restando un veicolo concept che non arriverà mai sul mercato, rappresenta comunque le strade che Ford intende seguire per lo sviluppo dei futuri veicoli: le evoluzioni future di Ford SYNC, infatti, saranno fortemente ispirate alla visione dell'"auto connessa" incarnata da Evos.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
niciz02 Settembre 2011, 13:11 #1

ma secondo voi...

ci gira ....???
p4ever02 Settembre 2011, 13:51 #2
oh azzo...se mi mettono windows nella mia ford, come minimo voglio i tasti ctrl+alt+canc nei comandi al volante!!
dotlinux02 Settembre 2011, 14:07 #3
p4ever siamo nel 2011 quasi 2012 sei rimasto nel 98?
BlueGhost02 Settembre 2011, 14:09 #4
LOL ora il concetto di "Prova a spengere e riaccendere" diventa un po' scomodo quandos ei in mezzo all'autostrata...
sopress02 Settembre 2011, 14:12 #5
Originariamente inviato da: p4ever
oh azzo...se mi mettono windows nella mia ford, come minimo voglio i tasti ctrl+alt+canc nei comandi al volante!!


Stevejedi02 Settembre 2011, 14:12 #6
Originariamente inviato da: niciz
ci gira ....???


Hahahahha! Ormai non è necessario neanche nominarlo!!! :rotfl

p.s. potevano comunque adottare un hardware più decente visto che un normale smartphone da 200 euro lo surclassa... (e chissà quanto costerà come optional... non meno di 1000 euro)
sopress02 Settembre 2011, 14:14 #7
Originariamente inviato da: Stevejedi
Hahahahha! Ormai non è necessario neanche nominarlo!!! :rotfl

p.s. potevano comunque adottare un hardware più decente visto che un normale smartphone da 200 euro lo surclassa... (e chissà quanto costerà come optional... non meno di 1000 euro)


Che volevi un i7 con gtx 580?

probabile che quell'hardware sia sufficiente per il software che hanno sviluppato! Non devi mica farci girare davvero crysis..
Stevejedi02 Settembre 2011, 14:18 #8
Originariamente inviato da: BlueGhost
LOL ora il concetto di "Prova a spengere e riaccendere" diventa un po' scomodo quandos ei in mezzo all'autostrata...


Tu scherzi ma io sono serio: nella C4 2011 sto avendo esperienze del genere quando vado a collegare il mio android via bluetooth. Due volte l'ho collegato, e quando prima quando poi, tutto il sistema (navigatore, lettori audio, insomma tutto il monitor da dove gestisci la parte infotainment) si è bloccato. L'unico modo per sbloccare è quello di spegnere l'auto, scendere, chiuderla e riaprire. Sembra assurdo ma è così (il solo spegnere il motore non riavvia il sistema...)
Stevejedi02 Settembre 2011, 14:25 #9
Originariamente inviato da: sopress
Che volevi un i7 con gtx 580?

probabile che quell'hardware sia sufficiente per il software che hanno sviluppato! Non devi mica farci girare davvero crysis..


Hahahah! Però per dare una migliore reattività al sistema, qualche MHzino in più non avrebbe disturbato visto che ormai ci sono i processori ARM dual core da 1+GHz... e quello che sicuramente costerà il sistema...
p4ever02 Settembre 2011, 14:26 #10
Originariamente inviato da: dotlinux
p4ever siamo nel 2011 quasi 2012 sei rimasto nel 98?


suvvia era una battuta...guidavo ford nel 98 come guido ford anche del 2011, so esattamente la tecnologia come evolve..
anche se, battute a parte, sono consapevole che nelle nostre auto del 2011/2011 girano "cpu" di 10/15 anni fa...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^