Cisco entra nel mercato dei server

Cisco entra nel mercato dei server

Novità in casa Cisco, che annuncia proprio in questi giorni la commercializzazione di un server.

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 08:34 nel canale Sistemi
Cisco
 

Cisco

Dopo aver passato anni a realizzare apparecchi e a sviluppare tecnologia legata al mondo del networking a qualsiasi livello, Cisco annuncia un po' a sorpresa il proprio ingresso nel mercato dei server. La fonte, Techreport, ci spiega però il differente approccio di Cisco rispetto alla concorrenza, almeno a grandi linee e nelle intenzioni di Cisco stessa.

Unified Computing System è il nome del rack a 6 unità che si prefigge di combinare in maniera modulabile tutto ciò che riguarda l'elaborazione dati, lo storage, la virtualizzazione e ovviamente la gestione del network, potendo contare su un sistema configurabile a piacere.

Un singolo Unified Computing System può contenere fino a 8 unità più piccole della famiglia blade Cisco UCS B-Series (nell'immagine, quelli a mezza unità rack) ognuno equipaggiato con processori Intel Xeon basati sull'architettura Nehalem non ancora annunciati. La connessione fra differenti Unified Computing System sarà garantita da un Cisco Data Center Ethernet 10Gbps e switch FCoE (Fibre Channel over Ethernet).

Stando alle dichiarazioni di Cisco, il sistema Unified Computing System potrà essere gestito come se fosse una singola macchina utilizzando il software Cisco UCS Manager, in grado inoltre di offrire una interfaccia grafica molto intuitiva, che si affiancherà alle ordinarie modalità di gestione compresa la classica riga di comando. Atteso per il secondo trimestre del 2009, il sistema Unified Computing System sarà offerto con differenti livelli di assistenza e differenti configurazioni, mentre non si hanno indicazioni sul prezzo di partenza.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick18 Marzo 2009, 08:46 #1
Il fibre channel e' vecchio, poi quello over ethernet...
piccolokin18 Marzo 2009, 09:16 #2
Che paroloni....il mercato server è un'altra cosa...
!fazz18 Marzo 2009, 09:26 #3
Originariamente inviato da: Rubberick
Il fibre channel e' vecchio, poi quello over ethernet... potevano usare infiniband... considerando il futuro tra ssd, ram a prezzo zero e fibra ovunque...

non mi pare che infiniband offra poi chissa che vantaggi, nel caso migliore (qdr) avresti una velocità equivalente


Originariamente inviato da: piccolokin
Che paroloni....il mercato server è un'altra cosa...


a me quello sembra proprio un server o meglio un rack di server
zago18 Marzo 2009, 09:38 #4
da quello che so l'infiniband ha la sua forza nel tempo di risposta e non sulla banda pura ... per questo viene usato per interfacciare rack per il calcolo parallelo ... però potrei sbagliarmi, potete illuminarmi d'immenso?
Marco7118 Marzo 2009, 09:44 #5

Per i cluster...

...di classe Beowulf si utilizzano anche schede di tal guisa...
http://www.myri.com/
Grazie.

Marco71.
Eraser|8518 Marzo 2009, 10:42 #6
si, infiniband ha latenze incomparabili con l'ethernet, oltre ad avere un efficienza molto più alta dato che gli HCA si prendono tutto il carico di lavoro e l'impatto per il sistema è praticamente nullo. Inoltre la classica configurazione usata per infiniband prevede connessioni 4x SDR (al max DDR) che forniscono 10Gbps (8Gpbs reali per via della codifica 8bit/10bit) che è praticamente 1/12 della massima possibile (12x QDR) ovvero 96Gbps..

Anche come scalabilità, non c'è paragone.. l'ethernet è uno standard vecchio che cerca di rimanere al passo con i tempi, ma non può competere con uno standard stato dell'arte pensato per il futuro.. tant'è che nei centri di HPC si utilizza infiniband/myrinet. La ethernet è lasciata ad ambiti meno "performanti" e più economici
Octane18 Marzo 2009, 15:31 #7
Originariamente inviato da: Eraser|85
si, infiniband ha latenze incomparabili con l'ethernet, oltre ad avere un efficienza molto più alta dato che gli HCA si prendono tutto il carico di lavoro e l'impatto per il sistema è praticamente nullo. Inoltre la classica configurazione usata per infiniband prevede connessioni 4x SDR (al max DDR) che forniscono 10Gbps (8Gpbs reali per via della codifica 8bit/10bit) che è praticamente 1/12 della massima possibile (12x QDR) ovvero 96Gbps..

Anche come scalabilità, non c'è paragone.. l'ethernet è uno standard vecchio che cerca di rimanere al passo con i tempi, ma non può competere con uno standard stato dell'arte pensato per il futuro.. tant'è che nei centri di HPC si utilizza infiniband/myrinet. La ethernet è lasciata ad ambiti meno "performanti" e più economici


sempre parlando si connessioni punto-punto, c'e' anche Hyper Transport
!fazz18 Marzo 2009, 15:45 #8
Originariamente inviato da: Octane
sempre parlando si connessioni punto-punto, c'e' anche Hyper Transport


ma ht non è il bus di amd? è "leggermente" diverso
Octane18 Marzo 2009, 16:01 #9
Originariamente inviato da: !fazz
ma ht non è il bus di amd? è "leggermente" diverso

Certo, è appunto un bus utilizzabile con distanze più ridotte. E' però utilizzabile per interconnettere vari nodi (ad esempio in un supercomputer)
http://en.wikipedia.org/wiki/Hyper_transport
L'ho citato, sebbene fossimo OT, perchè si parlava di connessioni scalabili a bassa latenza ed alta banda.
Esistono schede con connessione HTX alla mainboard e infiniband verso l'esterno.
furbo19 Marzo 2009, 09:37 #10
Del resto il director Business Development and Marketing di Cisco si chiama... Danilo Ciscato

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^