Asustek pronta allo spin-off

Asustek pronta allo spin-off

Il colosso taiwanese ufficializza l'intenzione di procedere alla suddivisione in tre compagnie distinte. L'operazione, previa approvazione del governo, prenderà il via con l'inizio del prossimo anno

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:16 nel canale Sistemi
 

AsusTek Computer ha annunciato l'intenzione di voler separare il proprio business in tre diverse compagnie, con l'obiettivo di incrementare il più possibile la competitività sul mercato e ridurre al minimo i potenziali conflitti di interesse con i propri clienti.

Ricordiamo infatti che AsusTek, oltre alla proposta di prodotti a proprio marchio, realizza ed assembla anche tutta una serie di prodotti per altre aziende, come Apple, Sony, Dell e HP, solo per citarne alcuni.

Dopo mesi di voci di corridoio riguardanti le possibilità che Asus decidesse di sperare i suoi principali ambiti d'azione, arriva l'ufficialità della notizia proprio da parte della compagnia stessa. La suddivisione in tre branche distinte avrà luogo a partire dal 1 gennaio 2008.

Da quanto si apprende, le operazioni relative ai prodotti a proprio marchio resteranno di dominio di Asustek, le attività relative alla produzione di componentistica saranno invece compito di Unihan Technology mentre la produzione contract di prodotti non strettamente PC sarà controllata da Pegatron Technology.

A seguito della divisione sarà Pegatron a maturare i fatturati più alti tra le tre compagnie. Per il 2007, infatti, il comparto che in futuro sarà controllato da Pegatron, dovrebbe essere in grado di realizzare un fatturato compreso tra i 300 e i 350 miliardi di dollari taiwanesi, mentre invece il volume d'affari della futura Asustek è stimato essere attorno ai 250 miliadi di dollari taiwanesi. Ciò che diventerà Unihan, invece, arriverà attorno ai 150 miliardi di dollari taiwanesi.

Le previsioni per il 2007, quindi con l'attuale assetto societario non suddiviso, stimano un complessivo di 800 miliardi di dollari, rispetto ai 560 dello scorso anno.

Asustek resterà quotata al Taiwan Stock Exchange, mentre la compagnia non ha valutato la possibilità di quotazioni su mercati oltreoceano per le nuove compagnie. La suddivisione nel nuovo assetto societario deve comunque ancora essere valutata dalle apposite commissioni del governo per l'approvazione definitiva.

Fonte: Arstechnica

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Pancho Villa04 Luglio 2007, 12:29 #1
Originariamente inviato da: Hwupgrade.it
Le previsioni per il 2007, quindi con l'attuale assetto societario non suddiviso, stimano un complessivo di 800 miliardi di dollari, rispetto ai 560 dello scorso anno.
Me sa che sono milioni di dollari...
Pentema04 Luglio 2007, 12:34 #2
No è giusto, sono dollari taiwanesi
http://it.wikipedia.org/wiki/Dollaro_taiwanese
Crux_MM04 Luglio 2007, 12:37 #3
AH ecco..sennò era una cosa assurda!
Già volevo anadre in Taiwan e farmi assumere come inserviente!
elevul04 Luglio 2007, 13:25 #4
Bé, sono comunque quasi 25 miliardi, mica pizza e fichi.
Johnny504 Luglio 2007, 15:20 #5
Ma se viene messa in difficolta' Pegatron ottiene l'armatura del Sagittario per sconfiggere i propri avversari?

Scusate la citazione ma non ho resistito, a volte i nomi che tirano fuori sono veramente troppo esotici...
alvin9009 Luglio 2007, 17:05 #6
Ma scusate, ma cosa centra il governo??

Ha già.. comunisti..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^