Asus presenta Chromebox, un mini-PC low cost con CPU Intel Haswell e ChromeOS

Asus presenta Chromebox, un mini-PC low cost con CPU Intel Haswell e ChromeOS

Interessante annuncio da parte di Asus, che commercializzerà nel mese di marzo un mini-PC equipaggiato con sistema operativo ChromeOS, oltre ad adottare hardware di ultima generazione

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Sistemi
IntelASUS
 

A margine dei tradizionali desktop o portatili basati su sistemi operativi noti come Microsoft Windows o Apple Mac OS X, ma anche in minima parte Linux, esiste un settore ancora molto di nicchia che però non smette di incuriosire. Stiamo parlando dei sistemi che sfruttano ChromeOS, un sistema operativo realizzato da Google che cerca di guadagnarsi piano piano una fetta di mercato sempre più grande.

Certo, per ora i numeri sono veramente ridotti, ma vale la pena di ricordare brevemente i pro e i contro dell'approccio Google al mondo dei PC. I sistemi basati su ChromeOS hanno hardware di gran lunga ridimensionato rispetto ai PC "normali", poiché l'approccio è quello del vecchio terminale. Oltre a processore, memoria e connessioni I/O, non si dispone di un vero e proprio sottiosistema di storage da molti GB quando una memoria molto limitata, poiché tutto è pensato per sfruttare software e archiviazione in cloud.

Se da una parte i costi sono più contenuti, dall'altra è possibile lavorare al 100% delle possibilità solo in presenza di una connessione a internet. Oltre a questo tutto ruota intorno alle applicazioni di Google, costringendo quindi ad approcciarsi al PC in un modo che può risultare molto diverso rispetto a quello cui siamo abituati. Asus dimostra di credere almeno un po' nel progetto, poiché ha presentato un nuovo mini-PC chiamato Chromebox, di cui andiamo ad elencare le caratteristiche, o almeno quelle che si conoscono fino ad ora.

La piattaforma hardware è incentrata sul processori Intel Haswell, motivo per cui dal punto di vista computazionale non siamo certo di fronte a un compromesso; non viene dichiarato il quantitativo di RAM, ma Kitguru ipotizza 2 o 4GB. Prima di farsi un'idea sbagliata, considerando 2 o 4GB di RAM un quantitativo tutto sommato modesto, ricordiamo che ChromeOS è un sistema operativo enormemente più semplice e leggero rispetto a Windows o Mac OS X. Lo storage locale dovrebbe essere di circa 16GB su NAND Flash, mentre viene segnalata la presenza di 4 porte USB 3.0, HDMI, DisplayPort, card reader SD e Wireless a doppio canale. Diverse critiche sono state mosse a soluzioni ChromeOS su portatili, essendo tutto legato alla connettività; in questo caso la presentazione di un sistema "fisso" verrebbe incontro agli scettici, potendo contare su una connessione certa.

Non dovrebbe mancare inoltre uno spazio di archiviazione in cloud di 100GB, ovviamente da aggiungersi a quanto l'acquirente già possiede. Il prezzo di commercializzazione è molto interessante, poiché si parla di 179,00 Dollari USA; ovvero circa 130,00 Euro a cui vanno aggiunte le tasse. La destinazione d'uso? Prima di tutto come PC da salotto, viste le buone performance sotto il profilo della multimedialità (può gestire filmati in 4K, ad esempio), ma anche in ambito didattico e negli uffici. Come al solito sarà il mercato a decretare il successo o meno di soluzioni di questo tipo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
floop05 Febbraio 2014, 14:33 #1
2gb bastano anche per windows eh... sopratutto per utilizzo home video.

4 non ne parliamo... anche per gaming
TonyVe05 Febbraio 2014, 14:36 #2
Sarebbe bene sapere se i 16 GB della NAND sono su mSATA o cosa...fossero su mSATA ed uno volesse piallare il Chrome OS...con 75€ vengono fuori 120 GB.
Darksoul8405 Febbraio 2014, 14:43 #3
Estremamente interessante il costo di questo mini pc, considerando quello che offre, mi sa che ci faccio un pensierino.
Aspetto prima un po di rece pero', non si sa mai!
emiliano8405 Febbraio 2014, 14:44 #4
se ci si riesce ad installare win 8 sopra, un pensierino ce lo faccio a quel prezzo :P
Il nabbo di turno05 Febbraio 2014, 15:22 #5
Sarebbe da prendere e installarci linux, che spettacolo!
Beelzebub05 Febbraio 2014, 15:23 #6
Se riesce a far girare senza problemi file video a 1080p potrebbe essere ottimo come hardware per XBMC.

Per i giochi, a parte i titoli multipiattaforma e gli indie di Steam, credo non sia un acquisto valido in quanto non permetterà di giocare ai titoli di prossima uscita se non con forti limitazioni del comparto visivo.

Installando Windows 7, sarebbe valido anche come soluzione lavorativa, per chi non necessita di una potenza di calcolo elevata e vuole ridurre al minimo l'ingombro.
litocat05 Febbraio 2014, 16:38 #7
Come per il Chromebook di Acer, è interessante per il prezzo basso accoppiato a un processore Intel... se a uno non piace ChromeOS, senza particolari problemi può installarci altro (volendo anche Windows).
emiliano8405 Febbraio 2014, 16:52 #8
Originariamente inviato da: litocat
Come per il Chromebook di Acer, è interessante per il prezzo basso accoppiato a un processore Intel... se a uno non piace ChromeOS, senza particolari problemi può installarci altro (volendo anche Windows).


si avevo letto, ma si fa' in modo facile e immediato ... o serve qualche hack?
litocat05 Febbraio 2014, 17:48 #9
Originariamente inviato da: emiliano84
si avevo letto, ma si fa' in modo facile e immediato ... o serve qualche hack?

Per le distribuzioni Linux come ho detto non ci sono grossi problemi, basta abilitare la modalità sviluppatore. A differenza delle macchine ARM non c'è da bestemmiare ad esempio per trovare dei driver proprietari per la gpu compatibili con il kernel della distribuzione, perchè la grafica è Intel e quindi è supportata upstream. Volendo si può installare anche Windows, ma occorre flashare un nuovo BIOS e ci sono ancora alcuni bug non risolti. Non so quando e se verranno risolti perchè l'utenza Chromebook è più interessata a rimpiazzare ChromeOS con distribuzioni Linux tradizionali che con Windows.
emiliano8405 Febbraio 2014, 18:09 #10
Originariamente inviato da: litocat
Per le distribuzioni Linux come ho detto non ci sono grossi problemi, basta abilitare la modalità sviluppatore. A differenza delle macchine ARM non c'è da bestemmiare ad esempio per trovare dei driver proprietari per la gpu compatibili con il kernel della distribuzione, perchè la grafica è Intel e quindi è supportata upstream. Volendo si può installare anche Windows, ma occorre flashare un nuovo BIOS e ci sono ancora alcuni bug non risolti. Non so quando e se verranno risolti perchè l'utenza Chromebook è più interessata a rimpiazzare ChromeOS con distribuzioni Linux tradizionali che con Windows.


si io ero interessato a windows ... grazie mille

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^