Windows 9: nuovo metodo di attivazione online per contrastare la pirateria

Windows 9: nuovo metodo di attivazione online per contrastare la pirateria

Secondo le nuove informazioni riportate dall'affidabile WZor, i tecnici Microsoft sono attualmente al lavoro su un nuovo sistema di attivazione che si baserà sul proprio account di Windows Store, piuttosto che su un codice alfanumerico

di pubblicata il , alle 16:31 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Non sempre rumor e indiscrezioni vengono confermati poi dalla realtà dei fatti, tuttavia nel corso del tempo abbiamo imparato a capire quali sono le fonti affidabili. Fra queste troviamo WZor, leaker russo particolrmente efficace per quanto riguarda le notizie dell'ambiente Windows.

Menu Start classico, Windows 9

Il sito del gruppo è stato chiuso da quando un ex-dipendente Microsoft è stato accusato di aver ceduto informazioni segrete (e versioni preliminari di Windows 7 e 8), ma questo non ha interrotto del tutto il flusso di notizie sulla piattaforma operativa di Redmond. Un post di WZor sul forum russo Ru-Board ha rivelato alcune interessanti novità su Windows 8.1 e sul suo successore.

Windows 8.1 Update 2 sarà l'ultimo update rilevante dell'attuale versione disponibile sul mercato. A seguire ci saranno esclusivamente patch singole, per correggere i problemi noti e le vulnerabilità di sicurezza, ma non verranno aggiunte ulteriori funzionalità. Windows 9, invece, sarà annunciato in autunno. Precedentemente WZor aveva parlato della Worldwide Partner Conference a Washington D.C. come trampolino di lancio della nuova versione, ma l'evento non è stato menzionato nel nuovo post.

Microsoft investirà un "quantitativo fenomenale di soldi" nel promuovere commercialmente la nuova versione del sistema operativo. Lo slogan della campagna pubblicitaria sarà sull'assunto "Volevate il menu Start, e lo avete avuto". Cambierà anche il metodo per l'attivazione, in modo da fronteggiare più attivamente la pirateria, soprattutto in Cina. L'implementazione della feature starebbe rallentando i lavori sullo sviluppo del sistema operativo, secondo quanto riportato dalla fonte.

Le parole di WZor sono state tradotte da Super User, sul forum My Digital Life, e le riportiamo di seguito.

Si pensa che l'attivazione dei prodotti distribuiti attraverso i canali ESD-RETAIL sarà strettamente associata ad un singolo PC e che l'attivazione avverrà quando l'utente avrà effettuato il log-in su Microsoft Store. Non sarà data alcuna chiave al consumatore, che non ne avrà bisogno per attivare la piattaforma manualmente.

Se l'utente vorrà cambiare PC o reinstallare il sistema, avrà bisogno di scaricare una specifica distribuzione ESD-RETAIL in un formato speciale e poi masterizzarla su DVD o copiarla su un'unità flash usando una procedura specifica. Con questo nuovo tipo di sistema, i produttori terzi potranno distribuire i propri computer senza fornire un disco di boot. Si tratta di un metodo simile a quello adottato da Apple.

Il nuovo sistema sarà adottato sui PC prodotti da Microsoft e dai grandi produttori, come Lenovo, Dell, ma può essere utilizzato anche su dispositivi mobile, come smartphone e tablet. Installando le distribuzioni ESD-RETAIL su nuovo hardware, o ripristinando il sistema sul vecchio, verrà richiesto di scollegare la vecchia installazione su Microsoft Store, e solo dopo sarà possibile attivare la nuova.

Come sapete, su Microsoft Store è possibile salvare più licenze o prodotti, così è necessario tener conto che i dati del titolare della licenza (indirizzo, numero di carta di credito) saranno immagazzinati sui server di Microsoft. Se non si scollega il sistema precedentemente attivato, e la stessa distribuzione viene installata su 2-3 PC con una singola licenza, dopo tre giorni l'attivazione verrà cancellata fino a quando i problemi con la licenza non verranno risolti. All'utente verrà richiesto di acquistare una nuova licenza, o di scollegare il sistema in cui non viene più utilizzata se si vuole utilizzare ulteriormente il prodotto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

76 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Metal Icarus09 Luglio 2014, 16:50 #1
Come al solito questi grossi investimenti per contrastare la pirateria si risolveranno in... una grossa perdita di tempo per chi ha la sfortuna di dover acquistare legalmente.
C'è sempre stato e sempre ci sarà un modo per craccare praticamente qualsiasi cosa, fatevene una ragione.
demon7709 Luglio 2014, 16:55 #2
AH SI SI.
Sta volta è sicuro. Impossibile piratarlo.

Non succederà ASSOLUTAMENTE come tutte le altre volte in cui prima girava per la rete una bufala tipo questa e poi c'erano in giro tipo trenta utility per lo sblocco completo al day zero.

Cappej09 Luglio 2014, 17:20 #3
quoto... tutto è crakkabile o quasi, l'unico motivo per cui qualcosa non è creackabile è perchè non interessante o utile, ahimè, Windows è il sistema operativo più usato al mondo... temo sia quindi considerato utile e interessante..
CMq basterebbe mettere un prezzo umano perchè tutti lo acquistino...
Si lamentano di non riuscire a togliersi XP... avessero fatto una campagna il giorno della fine del supporto com prezzo al 50% per una settimana, aziende comprese, avrei voluto vedere...
Giustaf09 Luglio 2014, 17:29 #4
ma io la posso anche acquistare se si dimostra valido, magari frugando su internet qualche offerta...però non voglio rompimenti di cazzi se cambio scheda madre, cpu, ecc...

Voglio mettere il dvd e via senza sbattimenti.
Pier220409 Luglio 2014, 17:34 #5
Originariamente inviato da: Giustaf
ma io la posso anche acquistare se si dimostra valido, magari frugando su internet qualche offerta...però non voglio rompimenti di cazzi se cambio scheda madre, cpu, ecc...

Voglio mettere il dvd e via senza sbattimenti.


Credo che si un pò come succede ora con l'attivazione account utente su Windows 8. Solo che qui per l'attivazione di windows 8 devi inserire le 16 cifre del Key code, li basta l'account utente. La sostituzione dei componenti non blocca niente, anche perchè è sempre valido l'account, se cambi l'intero PC basta che vai sul tuo account elimini il pc vecchio e attivi quello nuovo.
Spectrum7glr09 Luglio 2014, 17:36 #6
secondo me sarà simile a quanto accade con office 365...hai le licenze e in un pannello sulla tua pagina personale vedi su quante macchine sono installate e da lì decidi se distattivare o meno le installazioni: cambio scheda? ok, sul pannello risulteranno due id diversi...disattivo il vecchio e mantengo il nuovo.
sinceramente spero che arrivi in fretta un windows in abbonamento come accade per office...finchè pago ho sempre l'ultima versione disponibile che si aggiorna continuamente
calabar09 Luglio 2014, 17:39 #7
Già, anche io sono parecchio dubbioso a riguardo.
Ho idea che questo sistema creerà diversi grattacapi a chi, per un motivo o per l'altro, si troverà a dover cambiare hardware senza poter eseguire la procedura di cui si è parlato sopra.
Mah, vedremo quando se ne saprà qualcosa di più.

Devo dire comunque che questa scelta da parte di una compagnia che ha dichiarato di volersi concentrare sui servizi mi pare un po' anomala.
birmarco09 Luglio 2014, 17:43 #8
Il nuovo sistema di attivazione sembra ottimo, e per una volta andrà a colpire i pirati più che gli utenti normali, che ogni volta devono conservarsi le key e fare le attivazioni telefoniche se si superano le 3 attivazioni automatiche: una vera rottura! Invece adesso sembra essere come con Office 2013, scarichi, installi e attivi con l'account senza sbattimenti.

Riguardo l'"investimento formidabile" credo sia meglio renderlo più efficiente! Con 8 hanno speso 1 miliardo ma con scarsi risultati, Apple spende molto meno e ottiene 10 volte tanto. Dovrebbero imparare a fare marketing, anche se devo dire che con Satya le campagne sono migliorate molto basta vedere quelle per il Surface Pro 3. Per il discorso start però non ci siamo, metà della gente manco sa cosa sia! Mi è capitato spesso di fare assistenza a conoscenti:
IO: "premi start..."
LUI: "CHEE???!"
IO: " "

Dovrebbero mostrare in modo semplice le caratteristiche, così che anche uno scemo che non sa nulla se ne esalti! In Windows 8 qual'era il focus della campagna? Io ho sempre solo visto quadrati in giro...
Dovrebbero concentrarsi su cose del tipo "non perdere nessuno dei tuoi ricordi con il backup CLOUD su OneDrive". Concetti semplici e qualche parola ad effetto, facendo sembrare tutto magico come la recitazione di una poesia, come fa Apple! Poi, non sono un esperto di marketing, ma mi sembra oggettivo che Apple abbia molto più successo anche solo negli spot, piacciono a tutti. Quelli Microsoft fanno schifo!
birmarco09 Luglio 2014, 17:46 #9
Originariamente inviato da: calabar
Devo dire comunque che questa scelta da parte di una compagnia che ha dichiarato di volersi concentrare sui servizi mi pare un po' anomala.


Quoto, ma credo che distribuiranno una versione gratis per la gente normale, mentre vogliono essere certi di essere pagati per le Professional per il mondo Enterprise per i quali il vero servizio è Windows su cui far girare gli applicativi aziendali, a parte per Office. Gli utenti consumer usano molto di più i servizi (Bing, Outlook, Office, Store, XBox Music e Video)

Senza contare che già ora Windows 8 Pro offre strumenti extra che una volta erano legati all'ambito server, come Hyper-V, che se ti serve è una bomba, ed è giusto farla pagare.
qboy09 Luglio 2014, 17:49 #10
se vogliono legare l'utente al loro app store mi sa che hanno fumato qualcosa. io compro la chiave, la registro con i loro metodi ma poi non mi devono rompere i @i@ altrimenti tiro giù la prima versione disponibile dalla baia e si arrangiano. windows 7 l'ho comprato perchè un ottimo sistema, se windows 9 farà stronxxate se lo tengano

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^