Windows 8: come è stata sviluppata la tastiera virtuale

Windows 8: come è stata sviluppata la tastiera virtuale

Microsoft svela alcuni dettagli relativi allo sviluppo e all'ottimizzazione della tastiera virtuale prevista per Windows 8

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 15:01 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Sui tablet la tastiera non serve e si può far tutto con le gesture? No, non è vero la tastiera fisica o virtuale che sia rimane fondamentale anche solo per digitare brevi messaggi, e diviene indispensabile nell'utilizzo di software non ancora sviluppati per supportare al meglio le gesture. L'argomento non è banale come potrebbe sembrare e Microsoft ha voluto documentare quanto svolto dal proprio team per lo sviluppo della tastiera virtuale pensata per Windows 8.

Si è partiti dal presupposto di fornire all'utente una modalità di input il più funzionale possibile, capace di offrire una buona usabilità e comodità d'uso. Sono state condotte varie ricerche anche per capire le preferenze degli utenti: alcuni preferiscono tenere il tablet con due mani sui lati digitando quindi nei due angoli inferiori, altri utilizzano una singola mano per scrivere, per altri è fondamentale utilizzare due mani per scrivere anche sui tasti virtuali.

Oltre a queste indagini sono stati fatti degli studi di eye-tracking per capire quali siano le aree del display maggiormente osservate dall'occhio umano durante la digitazione. Tutti questi elementi hanno permesso di determinare caratteristiche e layout dei singoli elementi, distanza tra i tasti e altri dettagli. Per chi volesse approfondire questo è il link di riferimento.

Particolare attenzione è stata rivolta anche al feedback offerto dalla tastiera alla pressione dei singoli elementi: le opzioni testate prevedevano la rirpoduzione di un suono - come avviene su Windows Phone -, il cambiamento di font per il tasto premuto o l'utilizzo di una vibrazione. Quest'ultima opzione è stata considerata irritante dagli utenti, mentre il cambiamento di font poteva divenire problematico per la sicurezza nel caso di immissione di password.

Gli studi di eye-tracking hanno però confermato che il miglior feedback per gli utenti abituati a usare una tastiera virtuale è la digitazione del carattere corretto, infatti gli occhi degli utenti si spostano molto più sull'area del display in cui compare l'output digitato ignorando la tastiera virtuale. Microsoft utilizza anche un modello capace di rilevare possibili errori di posizione delle dita basandosi su differenti variabili tra cui velocità e posizione iniziale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Portocala18 Luglio 2012, 15:34 #1
Il problema dei touch è proprio questo, che devi guardare la maledetta tastiera per poter scrivere qualcosa.
SpyroTSK18 Luglio 2012, 15:47 #2
scusate, ma non combinare il dizionario italiano/inglese/tedesco (in base alla lingua selezionata sulle impostazioni della tastiera) ad una specie di correttore live per la tastiera? :|

es: se premo i tasti "CIAP+SPAZIO/INVIO" la parola più vicino sarà "CIAO+SPAZIO/INVIO", no?
AlPaBo18 Luglio 2012, 15:52 #3
Originariamente inviato da: Portocala
Il problema dei touch è proprio questo, che devi guardare la maledetta tastiera per poter scrivere qualcosa.


che è esattamente il contrario di quello appena detto nella notizia:

gli occhi degli utenti si spostano molto più sull'area del display in cui compare l'output digitato ignorando la tastiera virtuale


L'affermazione presente nella notizia è stata dimostrata sulla base di indagini sperimentali e non in base a ipotesi a priori del primo che passava.

Il post evidenzia ancora una volta come le critiche a Windows 8 siano dovute principalmente a pregiudizi non verificati sul campo.
eeetc18 Luglio 2012, 16:57 #4
Il problema della tastiera virtuale su tablet è che la tastiera per essere usabile va a occupare tutto lo schermo, rendendo impossibile un feedback visivo a video di quanto si va scrivendo, con errori di digitazione che vedi dopo aver fatto scomparire la tastiera e rendendo il tutto molto lento e goffo per digitazioni appena più lunghe di una riga.
djfix1318 Luglio 2012, 17:02 #5
personalmente ritengo che una tastiera virtuale sia perlomeno adatta all'uso PC e password, la completa mancanza dei tasti numerici priva qualsiasi utente tablet di immettere password alfanumeriche con semplicità costringendoti a cliccare l'apposito tasto di comparsa dei numeri!

obbiettivo finale sarebbe potersi comporre un layout personalizzato della tastiera impostando non solo quali pulsanti avere a portata di mano ma anche quanto grandi farli, alcune persona necessitano spesso di lettere accentate che sono fastidiose da ricercare sulla tastiera virtuale.

molti di noi che usiamo software da programmazione o di laboratorio necessitano dei tasti Funzione completamente assenti.

sono errori di valutazione di MS non da poco mettendo al primo posto una tastiera per le sole faccine ipotizzando quindi un uso non business!
tuttodigitale18 Luglio 2012, 17:17 #6
Originariamente inviato da: AlPaBo
che è esattamente il contrario di quello appena detto nella notizia:

Non proprio: la tastiera viene guardata comunque, ma meno di quello che si pensava.
Ma da qui a dire che la tastiera virtuale si può far a meno di guardarla, come fanno, credo, la maggiorparte di noi con le tastiere fisiche ce ne vuole (bisogna farci l'abitudine).

PS alcuni non guardano mai lo schermo del PC quando scrivono....per questi soggetti paradossalmente è meglio un tablet.
banryu7918 Luglio 2012, 17:42 #7
Originariamente inviato da: djfix13
molti di noi che usiamo software da programmazione o di laboratorio necessitano dei tasti Funzione completamente assenti.

sono errori di valutazione di MS non da poco mettendo al primo posto una tastiera per le sole faccine ipotizzando quindi un uso non business!

Non è un errore è proprio il risultato voluto.
Prova a leggere il link nell'articolo, spiegano le premesse sottese alla loro ricerca.
Il target è la massa, non l'utilizzatore specifico; tra l'altro, se ci rifletti, anche nel settore "business" quanta percentuale di utenza ha le esigenze specifiche che hai descritto tu? Non penso la maggioranza (il settore "business" non è fatto solo da programmatori o utenti di software di laboratorio, anzi!)
Perseverance18 Luglio 2012, 21:58 #8
i tbalet soon un falilimetno dlla nasicta, volgiono a tt i cotsi forzanre l'uso spcaicadnoli per fighi e superpc ma sno solo dele ingmobratni calocolatirci, qulauqnue cosa penastaa per i tablet e' pnesata per la massa ed e' uan cosa stiupda...

scsaute se nno si cpaiacse ma sto' sridveno da un tablet
rockroll19 Luglio 2012, 04:21 #9

Tastiera virtuale "furba"... bah, sempre di giocattoli si tratta

Vale l'opinione di Perseverance (#8), anche se ha volutamente pacioccato il testo: le frequentissime imprecisioni di digitazione, direi inevitabili, dovrebbero riguardare caratteri mancanti, duplicati, aggiunti o sostituiti con quelli immediatamente vicini a quello voluto, cosa non evidente nel suo testo. Ciò non toglie che ha ragione da vendere.
E se la situazioe è già drammatica sui tablet, figuratevi sugli smartphone.

Imprecisioni dicevo, inevitabili su schermo capacitivo, dove si va avanti a colpi di ditate per approssimazioni successive, con lo schermo che recepisce un carattere si e l'altro no..., vi lascio dire la precisione risultante, e la sporcizia fisiologica accumulata...: in proposito, ho visto ragazzotti grondanti sudore diteggiare all'impazzata (o almeno fingere) mentre mangiavano la pizza con le mani, per non parlare del gelato che colava... fate voi...

Lungi da me schermetti ridicoli viscidi unti e ingrassati a regola d'arte...

Il sottoscritto, con tablet da 10" a schermo resistivo, usa la punta di uno stuzzicadente montata su una matitina portamine al posto della mina di grafite, e solo così riesce a avere la precisione (e la pulizia) necessarie. Ma lo smartphone capacitivo è stato subito smerciato altrove perchè assolutamente inusabile (ed io non ho ditoni da onesto lavoratore della terra).

Vi lascio immaginare quanto rido in cuor mio pensando agli sforzi che fa un'azienda del calibro di M$ per rendere appetibile e almeno minimamente usabile un giocattolo fallito dalla nascita, anche se va di moda tra i fighetti... Ed il bello che tale fior di azienda ci punta al massimo (ed arriva comunque ultima)...

P.P.PRRRRprprprrrrrrrr...
Scusate, mi è scappata.
Emilstyle19 Luglio 2012, 09:06 #10
A me non è che entusiasmi più di tanto. E' così bello sentire i tasti sotto le dita che si schiacciano =D

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^