Windows 7: da gennaio 2020 non sarà più supportato da Microsoft. Cosa fare?

Windows 7: da gennaio 2020 non sarà più supportato da Microsoft. Cosa fare?

Il 14 gennaio 2020 avrà fine il supporto di Microsoft a Windows 7. Ecco che cosa fare per arrivare preparati a questa data e soprattutto come non perdere dati.

di pubblicata il , alle 14:31 nel canale Sistemi Operativi
WindowsMicrosoft
 

Il prossimo 14 gennaio 2020 sarà la data di addio al supporto da parte di Microsoft per Windows 7. Una data importante per tutti coloro che ancora posseggono un PC con questa versione di sistema operativo e soprattutto per tutte le macchine professionali che ancora non sono state aggiornate. La casa di Redmond lo ha dichiarato apertamente, anche tramite le sue pagine ufficiali del supporto online: “Microsoft si è impegnata a fornire 10 anni di supporto tecnico per Windows 7 quando è stato rilasciato il 22 ottobre 2009. Al termine di questo periodo di 10 anni, Microsoft interromperà il supporto di Windows 7“.

Windows 7: la fine del supporto

Questo dunque significa che l'azienda di Redmond non rilascerà più alcun tipo di aggiornamento per Windows 7 e soprattutto nemmeno le patch di sicurezza. Chi ha ancora Windows 7 Home dunque non potrà più difendersi in modo efficace da possibili attacchi di malintenzionati hacker e proprio questi utenti hanno ricevuto da tempo avvisi da parte di Microsoft sulla fine appunto del supporto.

Microsoft ha scelto di comunicare agli utenti la fine del supporto tecnico tramite degli avvisi che compaiono sotto forma di finestre pop-up direttamente sul PC o Notebook con Windows 7. Nel messaggio, che verrà rilasciato più volte agli utenti prima della data di fine supporto, si può leggere: “Dopo 10 anni, il supporto a Windows 7 è vicino alla fine. Il 14 gennaio 2020 è l’ultimo giorno in cui Microsoft offrirà gli update di sicurezza e il supporto tecnico per Windows 7. Sappiamo che cambiare può essere difficile, per questo ti stiamo avvertendo prima per aiutarti a fare il backup dei tuoi file e prepararti al nuovo“.

 

Windows 7: cosa fare dopo la fine del supporto?

A questo punto gli utenti dovranno armarsi di pazienza e dovranno comportarsi in modo tale da evitare la fine del supporto. Come? La scelta è quella chiaramente di aggiornare il proprio strumento di lavoro o di intrattenimento alla nuova versione di Windows. Windows 7 continuerà chiaramente a funzionare senza alcuna problematica ma, Microsoft, non rilascerà più alcun tipo di aggiornamento nemmeno quelli di sicurezza e questo significa che gli utenti saranno alla mercé degli hacker o di altri sistemi di infiltrazione del genere.

La soluzione a tale problematica è chiaramente quella di aggiornare i propri strumenti all'ultimo Windows 10, che oltretutto possiede nuove tipologie di sicurezza e copertura nei confronti dei malware o altri tipi di virus dell'ultimo momento. Cosa fare? Il consiglio è allora quello di creare un'immagine del sistema con l'intera configurazione di Windows 7, la struttura del disco o dell'unità SSD e i dati memorizzati salvandola quindi su di una cartella condivisa in rete locale.

A questo punto utilizzando l'Assistente aggiornamento Windows 10 si potrà aggiornare la macchina a Windows 10 anche a costo zero senza neppure la necessità di introdurre manualmente alcun Product Key. Sebbene l'offerta di aggiornamento gratuito a Windows 10 (a partire da copie di Windows 7 e Windows 8.1 installate con una regolare licenza) sia terminata dopo un anno dalla data di lancio della prima versione di Windows 10, è ancora possibile passare alla più recente versione del sistema operativo a costo zero tramite il programma Insider. I file relativi a Windows 7, dopo l'aggiornamento a Windows 10 con l'Assistente aggiornamento Windows 10 o con l'utilità Media Creation Tool (entrambi scaricabili da questa pagina), vengono conservati nella cartella \Windows.old.

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

66 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giovanni6919 Ottobre 2019, 18:59 #1
"è ancora possibile passare alla più recente versione del sistema operativo a costo zero tramite il programma Insider."

che è come dire: lascio un sistema stabile ma che non verrà più supportato e passo ad uno 'beta' per non pagare l'aggiornamento a Windows 10. Non so quanto sia intelligente come idea.

Piuttosto è possibile effettuare un'installazione pulita di Windows 10 utilizzando anche le chiavi retail di Windows 7 e Windows 8.1.

Comunque articoli su Windows 7 ne sono usciti almeno tre nell'ultimo mese:
https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2891690
https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2893244
https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2893928
https://www.hwupgrade.it/forum/show...hreadid=2894019
nickname8819 Ottobre 2019, 20:21 #2
Originariamente inviato da: giovanni69
"è ancora possibile passare alla più recente versione del sistema operativo a costo zero tramite il programma Insider."

che è come dire: lascio un sistema stabile ma che non verrà più supportato e passo ad uno 'beta' per non pagare l'aggiornamento a Windows 10. Non so quanto sia intelligente come idea.

Piuttosto è possibile effettuare un'installazione pulita di Windows 10 utilizzando anche le chiavi retail di Windows 7 e Windows 8.1.

Comunque articoli su Windows 7 ne sono usciti almeno tre nell'ultimo mese:
https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2891690
https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2893244
https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2893928
Sei sempre libero di passare ad altro.
zbear19 Ottobre 2019, 20:40 #3

Che fare??

Semplice: SBATTERSENE e continuare a usare Windows 7 esattamente come prima.
Eress19 Ottobre 2019, 21:09 #4
Originariamente inviato da: zbear
Semplice: SBATTERSENE e continuare a usare Windows 7 esattamente come prima.

Forse per un anno o due te la puoi anche cavare, ma poi devi prendere una decisione, che sia 10 o altro.
emiliano8419 Ottobre 2019, 21:23 #5
Originariamente inviato da: zbear
Semplice: SBATTERSENE e continuare a usare Windows 7 esattamente come prima.


Come hanno fatto tipo gli ospedali colpiti da wanna cry che sono rimasti a xp
theboy19 Ottobre 2019, 21:53 #6
ma quindi anche dopo gennaio uno potrà passare da 7 a 10 gratis oppure no??
LordSilver20 Ottobre 2019, 07:17 #7
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Questo dunque significa che l'azienda di Redmond non rilascerà più alcun tipo di aggiornamento per Windows 7 e soprattutto nemmeno le patch di sicurezza.


Complimenti, continuate a fare disinformazione...

Per fortuna che in quest'altro articolo avevate specificato che il supporto esteso a pagamento termina a gennaio 2023 per Windows 7 Professional ed Enterprise: https://www.hwupgrade.it/news/siste...ness_84734.html
giovanni6920 Ottobre 2019, 09:16 #8
Originariamente inviato da: nickname88
Sei sempre libero di passare ad altro.


Stavo solo facendo osservare il nonsenso della soluzione proposta. La scelta del canale Insider, quando viene suggerita in questo modo da un autore della Redazione, dovrebbe essere effettuata con cognizione di causa ("ehi, guarda che quello è una sorta di beta testing! Semmai fallo su un PC pilota..." e non solo come un modo per risparmiare soldi di una licenza al lettore della news, specie quando ci sono potenzialmente altri modi per passare a Windows 10.

@LordSilver: giusto, tra l'altro... quasi tre settimane dopo l'annuncio ufficiale, si riesce a trovare per il mercato italiano l'equivalente di https://www.microsoft.com/microsoft-365/partners/news/article/announcing-paid-windows-7-extended-security-updates"][COLOR="Blue"][U]quella notizia[/U][/COLOR][/URL]? https://query.prod.cms.rt.microsoft.com/cms/api/am/binary/RE3TwaS"][COLOR="Blue"][U]End of Support FAQ[/U][/COLOR][/URL]invece è FAQ costantemente aggiornata per Windows 7, combinata ad Office 2010 e... non solo.
Saturn20 Ottobre 2019, 09:27 #9
Dormite non tranquilli, ma tranquillissimi. Le patch del servizio esteso a pagamento saranno disponibili neanche dieci secondi dopo essere state pubblicate da Microsoft stessa per gli utenti paganti, in tutto il web.
Anche il fruttivendolo sotto casa, insieme alle zucchine, vi darà le patch su una chiavetta usb omaggio !

Ovviamente qui siamo tutti bravi ragazzi e non ci sogneremmo mai di utilizzarle...così come nessuno con Windows XP ha mai fatto doppio clic su quel misterioso file .reg che fino a qualche mese fa teneva ancora in piedi gli updates per quel dinosauro di XP. Detto ciò, prima o poi o si passa a Windows 10 Pro e ben configurato o si cambia "spacciatore"...
marcram20 Ottobre 2019, 10:09 #10
Comunque è innegabile che, entro gennaio, una seppur piccola percentuale di questi utenti passerà a Linux.
Ogni anno qualcuno dice "questo è l'anno di Linux", forse stavolta, tra la sempre miglior compatibilità videoludica, e la fine di Win7, sarà più probabile vedere un po' più eroso il quasi monopolio Microsoft...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^