Windows 11, ecco il tool per installarlo su PC non compatibili con un paio di click

Windows 11, ecco il tool per installarlo su PC non compatibili con un paio di click

Windows 11 può essere installato su PC compatibili, ma adesso grazie all'ultima versione di Rufus e alla sua Extended mode l'operazione diventa estremamente semplice

di pubblicata il , alle 11:53 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows 11
 

Qualsiasi appassionato di PC conosce Rufus, uno dei tool più affidabili ed efficaci per la creazione di drive di avvio. Attraverso il piccolo strumento gli utenti possono creare un CD, DVD o una chiavetta realizzati ad-hoc per installare un sistema operativo sul proprio PC, sia esso Windows o una qualsiasi distribuzione Linux. L'ultima versione beta appena rilasciata, inoltre, introduce una novità molto interessante.

Rufus 3.16 beta, nello specifico, è stato aggiornato con una modalità di installazione per Windows 11 denominata "Extended", estesa. Come si legge nella descrizione stessa della modalità, consente di disabilitare tutti i check che usa il sistema operativo per determinarne la compatibilità con Windows 11. In altre parole, utilizzando un drive di avvio in modalità estesa potete installare Windows 11 su PC non compatibili.

Rufus consente di instalare Windows 11 anche su PC non compatibili

Fra i requisiti di Windows 11 meno tollerabili per gli utenti ci sono stati quelli su TPM 2.0 e Secure Boot, visto che tagliano fuori dall'installazione del nuovo aggiornamento diversi sistemi di certo non obsoleti sul piano della mera potenza computazionale. La modalità estesa di Rufus permette di aggirarli con un paio di click, tuttavia al momento la trovate solo sulla release Beta, disponibile sul sito ufficiale fra le "altre versioni".

Una volta scaricata la release corretta, è necessario scaricare l'immagine ISO di Windows 11 come di consueto e creare un drive di avvio attraverso il picolo strumento. La Extended mode può essere selezionata nella casella "Image option" dopo aver selezionato l'ISO del sistema operativo nella casella Boot selection. Una volta creato il drive sarà possibile installare l'OS aggirando le restrizioni presenti.

L'avviso è fondamentale: installare Windows 11 su sistemi non compatibili è una pratica che Microsoft permette, ma solo avvisando dei rischi cui si va incontro. L'utente potrebbe infatti non ricevere tutti gli aggiornamenti di sicurezza sul proprio sistema, rimanendo vulnerabile ad alcuni degli exploit che verranno scoperti in futuro.

70 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
[?]12 Ottobre 2021, 12:09 #1
Non ho capito...

L'avviso è fondamentale: installare Windows 11 su sistemi non compatibili è una pratica che Microsoft permette, ma solo avvisando dei rischi cui si va incontro. L'utente potrebbe infatti non ricevere tutti gli aggiornamenti di sicurezza sul proprio sistema, rimanendo vulnerabile ad alcuni degli exploit che verranno scoperti in futuro.


Se MS lo permette, perchè occorre sto software esterno..?
Gundam.7512 Ottobre 2021, 12:27 #2
Quindi il mio notebook che ha tpm2.0 e secure boot ma non ha la cpu certificata (I5-6300U), può installare senza problemi windows 11?
roen0112 Ottobre 2021, 12:33 #3
Originariamente inviato da: Gundam.75
Quindi il mio notebook che ha tpm2.0 e secure boot ma non ha la cpu certificata (I5-6300U), può installare senza problemi windows 11?


Si, installato ieri tramite iso sul pc aziendale (su una partizione secondaria) che ha un intel serie 7.
Non ha dato nessun avviso, installato senza problemi. Ricevo anche gli aggiornamenti.
agonauta7812 Ottobre 2021, 12:34 #4
Ho installato Windows 11 con un altro tool più semplice presente altrove,l'installazione va a buon fine senza problemi in un paio di ore. È ovvio che non avendo i requisiti minimi richiesti te ne assumi i rischi. Quindi se usi il pc per lavoro, è sconsigliabile installare Windows 11.al momento è su 3 pc diversi e non mi ha dato problemi. Se invece il tuo pc ha i requisiti richiesti, devi attendere il rolluot. Il tool forza semplicemente l'installazione
Gringo [ITF]12 Ottobre 2021, 12:44 #5
L'approccio più corretto e acquistare un PC con il bollino olografico con scritto Pronto per Windows 11, tutto il resto e solo aggrapparsi agli specchi, di base è come crearsi un Hackintosh aggirare il tutto.
sisko21412 Ottobre 2021, 12:48 #6

Secondo me non ne vale la pena

L'ho installato sul mio notebook giusto per vedere com'era, ma onestamente s'è fatto un gran bruhaha, ma niente piu.
Non ho trovato nulla di sostanziale che giustificasse l'upgrade, e quindi a tutti quelli che non possono installarlo per motivi riguardanti la compatibilià hardware, direi che possono tranquillamente soprassedere.
Personalmente penso stiano spingendo solo per aumentare la diffusione del tpm e di tutti i vari lucchetti, che alla fine sono solo a vantaggio di microsoft e dei produttori di contenuto, dato che contro i malware servono a poco.
agonauta7812 Ottobre 2021, 12:49 #7
No. Un ogni caso forzare windows 11 potrebbe portare problemi in futuro, quindi chi lo fa deve metterlo in preventivo l'esempio di Hackintosh è completamente sbagliato. Al momento uso steam, office, navigo e uso ogni applicazione che usavo in precedenza.firewall antivirus e Autocad funzionano senza problemi.
bancodeipugni12 Ottobre 2021, 12:50 #8
Originariamente inviato da: Gringo [ITF]
L'approccio più corretto e acquistare un PC con il bollino olografico con scritto Pronto per Windows 11, tutto il resto e solo aggrapparsi agli specchi, di base è come crearsi un Hackintosh aggirare il tutto.


corretto per loro, per il portafojo tuo, meno
aqua8412 Ottobre 2021, 12:50 #9
Originariamente inviato da: [?]
Non ho capito...



Se MS lo permette, perchè occorre sto software esterno..?


Si parla di installazione da zero, e ad oggi la ISO ufficiale di Microsoft NON permette di bypassare quei limiti.

SE venisse rilasciata da Microsoft una ISO ufficiale per quei pc che non soddisfano i requisiti allora si potrá fare a meno di software esterni.
bancodeipugni12 Ottobre 2021, 12:50 #10
Originariamente inviato da: sisko214
L'ho installato sul mio notebook giusto per vedere com'era, ma onestamente s'è fatto un gran bruhaha, ma niente piu.
Non ho trovato nulla di sostanziale che giustificasse l'upgrade, e quindi a tutti quelli che non possono installarlo per motivi riguardanti la compatibilià hardware, direi che possono tranquillamente soprassedere.
Personalmente penso stiano spingendo solo per aumentare la diffusione del tpm e di tutti i vari lucchetti, che alla fine sono solo a vantaggio di microsoft e dei produttori di contenuto, dato che contro i malware servono a poco.


migrazione @Debian, ormai siamo vicini

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^