Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Windows 10, tutte le novità annunciate da Microsoft alla Build 2021

Windows 10, tutte le novità annunciate da Microsoft alla Build 2021

In occasione del lancio della conferenza Build 2021 per gli sviluppatori Microsoft ha anticipato alcune novità che vedremo nell'ecosistema Windows nel prossimo periodo

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Microsoft ha anticipato alcune novità su Windows 10 all'interno della conferenza annuale per gli sviluppatori BUILD, edizione 2021. Fra queste avremo novità sul browser nativo, Edge, che sarà il più veloce nella piattaforma di Microsoft, insieme a diverse novità su WSL, Windows on ARM, e altre novità specifiche per i developer.

Le novità su Microsoft Edge

In occasione della BUILD 2021 Microsoft ha anticipato alcune delle novità che vedremo nel corso dell'anno su Microsoft Edge, il browser nativo di Windows 10. Nello specifico su Microsoft Edge 91 avremo Sleeping Tabs (di cui l'azienda aveva già parlato) e Startup boost, funzioni che permetteranno a Edge di essere "il browser dalle migliori prestazioni" su Windows 10, secondo Microsoft.

Sleeping Tabs offrirà un vantaggio prestazionale soprattutto quando vengono eseguite più tab contemporaneamente, conservando risorse di sistema mettendo in "idle" alcuni degli elementi delle pagine in background, come ad esempio i banner pubblicitari. Startup boost, invece, si avvantaggia di alcuni servizi di sistema che vengono lanciati all'avvio e mantenuti in memoria: così facendo Edge può essere avviato in minor tempo, minimizzando le attese. Come sappiamo Edge si basa su Chromium, e Microsoft ha annunciato di aver contribuito con oltre 5.300 proposte nella repository open-source.

Project Reunion 0.8 Preview SDK

Durante la BUILD 2021 Microsoft ha annunciato anche il rilascio di Project Reunion 0.8 Preview SDK. La nuova versione offre il supporto alle app .NET 5 e alla Windows UI Library (WinUI) 3, oltre a Microsoft Edge WebView2 per lo sviluppo delle modalità di interazione dell'utente. L'obiettivo è garantire agli sviluppatori la possibilità di sviluppare e distribuire le app Windows più velocemente, e la nuova versione di anteprima arriva dopo qualche mese rispetto al lancio di Project Reunion 5 (avvenuto a marzo).

Un promemoria: Project Reunion è una piattaforma che consente agli sviluppatori di realizzare le proprie app sia all'interno dell'ambiente tradizionale Win32, sia all'interno dell'ambiente "moderno" Universal Windows Platform. Attraverso la nuova iniziativa è possibile modernizzare le proprie app in maniera semplice o crearne di nuove con l'obiettivo di ridurre la frammentazione esistente fra ambiente Win32 e UWP. Microsoft annunciava il progetto durante la Build 2020 come "un'unica piattaforma, retrocompatibile, pensata per le app attuali includendo tutte le ultime innovazioni".

Novità su Windows on ARM e non solo

Microsoft continua ad abbracciare la piattaforma ARM per i propri computer notebook e ultrabook, e sta investendo per rendere più semplice ed economico il porting delle app su architettura ARM64. L'azienda ha dichiarato che venderà lo Snapdragon Developer Kit su Microsoft Store a partire da quest'estate, ovvero un PC Windows on ARM progettato per gli sviluppatori. Si tratta di un desktop di piccole dimensioni che ha lo scopo di permettere agli sviluppatori di progettare le proprie app su ARM e soprattutto rendere compatibili quelle già esistenti con l'architettura ARM64, il tutto con l'esborso minimo in termini di prezzo e semplicità. Il piccolo sistema si baserà sulla piattaforma Qualcomm Snapdragon 7c e costerà meno rispetto a un notebook consumer di pari livello.

Ad aprile era arrivato sulle build di anteprima il supporto per le app con interfaccia utente grafica (GUI, Graphical User Interface) su Windows Subsystem for Linux (WSL). Durante la Build 2021 Microsoft ha annunciato la disponibilità della funzione per tutti, consentendo così agli sviluppatori di testare le proprie app grafiche per Linux in un ambiente Windows, senza dover configurare una virtual machine. L'azienda ha infine annunciato la disponibilità della release di anteprima di Windows Terminal 1.9, che introduce la Quake Mode, una feature che consente di aprire una nuova finestra del terminale da qualsiasi parte su Windows attraverso un comando da tastiera.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
danylo25 Maggio 2021, 18:15 #1
Attraverso la nuova iniziativa è possibile modernizzare le proprie app

Se per "modernizzare" si intende togliere funzioni e aggiungere bottoni grossi come case, anche no.
Ancora insistono con queste app UWP, che nessuno vuole?
tallines25 Maggio 2021, 18:18 #2
"Nello specifico su Microsoft Edge 91 avremo Sleeping Tabs .........."

Ho la versione 90.0..........ancora

Vediamo in futuro .
demon7725 Maggio 2021, 18:59 #3
Originariamente inviato da: dontbeevil
se si resta alle legende metropolitane di 5 anni fa... i bottoni grssi come case, se lo sviluppatore vuole, ci metti due secondi a rimpicciolirli


Comunque, al di là delle pure questioni estetiche (che comunque contano) ciò che davvero sarebbe utile a windows, invece di sto infinito metti e togli di funzionalità varie, una potente revisione ed ottimizzazione sotto il cofano per snellire e velocizzare il sistema vero e proprio.
Cosa non semplice per via del problema della retrocompatibilità da garantire con applicativi anche molto vecchi.

Io (forse dicendo una boiata) avevo proposto l'idea di una rivisitazione pesante creando di fatto un "nuovo windows" ridisegnato e riorganizzato nelle fondamenta secondo nuove ed avanzate logiche, risolvendo il problema della legacy mode integrandovi una VM contenente il vecchio sisitema che intervenga in automatico in presenza di software obsoleti.

Mi sendo conto che è un lavoro enorme e dispendioso che avrebbe scarso ritorno dal punto di vista economico, ma è pur vero che si andrebbe a spianare la strada con un sistema prono per le sfide future.
demon7725 Maggio 2021, 20:15 #4
Originariamente inviato da: dontbeevil
per la prima parte ti sei risposto da solo, purtroppo tutti lo vogliono moderno, leggero e veloce... ma quando cominciano a togliere cose che non fanno andare codice o app di 20 anni fa, tutti a lamentarsi.

Stavano provando con 10X ma poi hanno abbandonato da poco

Certo ovviamente nessuno dice che e' perfetto, e sicuramente puo' e deve migliorare, ma trovare la giusta soluzione non e' semplice


Cosa pensi della storia della vm integrata?
Alla fine sono riusciti a metterci dentro una intera distro di Linux, potrebbero pure metterci un win in legacy mode...
frankie25 Maggio 2021, 22:48 #5
Solo io sto vedendo che praticamente puoi far girare linux dentro windows?
E se in un futuro, windows diventasse linux?
demon7725 Maggio 2021, 22:59 #6
Originariamente inviato da: frankie
E se in un futuro, windows diventasse linux?


Il fatto che giri linux dentro windows non vuol dire nulla.. resta comunque un sistema completamente diverso sotto il cofano.

Cioè, metti pure che MS stessa faccia una sua distro linux con la GUI di windows.. sarebbe comunque linux e non windows.
Il punto non è se usi linux o win, il punto sono i software.

In un mondo parallelo dove tutti i software (giochi inclusi) che girano su WIN ci fossero al pari su linux io per primo non avrei alcun problema a passare a linux.
TheFanDance26 Maggio 2021, 09:17 #7
Originariamente inviato da: demon77
Comunque, al di là delle pure questioni estetiche (che comunque contano) ciò che davvero sarebbe utile a windows, invece di sto infinito metti e togli di funzionalità varie, una potente revisione ed ottimizzazione sotto il cofano per snellire e velocizzare il sistema vero e proprio.
Cosa non semplice per via del problema della retrocompatibilità da garantire con applicativi anche molto vecchi.

Io (forse dicendo una boiata) avevo proposto l'idea di una rivisitazione pesante creando di fatto un "nuovo windows" ridisegnato e riorganizzato nelle fondamenta secondo nuove ed avanzate logiche, risolvendo il problema della legacy mode integrandovi una VM contenente il vecchio sisitema che intervenga in automatico in presenza di software obsoleti.

Mi sendo conto che è un lavoro enorme e dispendioso che avrebbe scarso ritorno dal punto di vista economico, ma è pur vero che si andrebbe a spianare la strada con un sistema prono per le sfide future.


Alla vm integrata ci avevano già pensato all'epoca di win 7 con l'xp mode.
Qui potrebbero fare una cosa simile, magari nativa (l'xp mode dovevi attivarlo tu e prenderti la sbatta di installare un xp di sana pianta completo di licenza) e senza l'accesso al desktop della macchina virtuale, ma solo con la possibilità di installarci e lanciarci applicazioni.
demon7726 Maggio 2021, 10:34 #8
Originariamente inviato da: TheFanDance
Alla vm integrata ci avevano già pensato all'epoca di win 7 con l'xp mode.
Qui potrebbero fare una cosa simile, magari nativa (l'xp mode dovevi attivarlo tu e prenderti la sbatta di installare un xp di sana pianta completo di licenza) e senza l'accesso al desktop della macchina virtuale, ma solo con la possibilità di installarci e lanciarci applicazioni.


Si certo, intendo ovviamnte una VM integrata che si attiva in modo totlamente silenzioso e trsparente quando si avvia un determinato software.
the_joe26 Maggio 2021, 11:04 #9
Non saprei se lo sbattimento di avere una VM e tutto il resto poi alla fine potrebbe portare dei vantaggi tangibili, non credo che i programmi che già oggi sono a 64bit potrebbero avvantaggiarsene e sicuramente quelli vecchi ne soffrirebbero.
demon7726 Maggio 2021, 11:14 #10
Originariamente inviato da: the_joe
Non saprei se lo sbattimento di avere una VM e tutto il resto poi alla fine potrebbe portare dei vantaggi tangibili, non credo che i programmi che già oggi sono a 64bit potrebbero avvantaggiarsene e sicuramente quelli vecchi ne soffrirebbero.


No ma la VM serve solo per far girare una versione "legacy" di windows per consentire a determinati software molto vecchi di girare senza problemi.
In questo modo ci si libera dei poroblemi di retrocompatibilità e si può mettere mano ad una riorganizzazione seria del sistema con criteri e canoni più moderni e performanti. E' questo il "vantaggio".

Poi man mano che i software di vecchia generazione andranno a morire anche la VM ad un certo punto non servirà più.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^