Windows 10 on ARM, arriva in beta l'emulazione delle app x64

Windows 10 on ARM, arriva in beta l'emulazione delle app x64

Con l'emulazione x64 preinstallata su Windows on ARM sarà possibile eseguire tutto il parco app disponibile su Windows, anche se con qualche compromesso

di pubblicata il , alle 13:11 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Microsoft ha appena annunciato la prima build di anteprima di Windows 10 on ARM che consente di emulare anche le app a 64-bit. Questo consente ai dispositivi Windows on ARM di eseguire tutte le applicazioni compilate per processori Intel e AMD come se fossero compatibili. L'emulazione è del tutto invisibile per l'utente, ad eccezione di un inevitabile degrado nelle prestazioni rispetto all'esecuzione nativa del codice.

Fino ad oggi Windows on ARM ha supportato l'emulazione delle app compilate per processori con architettura x86, oltre alle app ARM32 e ARM64 in maniera nativa. In altre parole non c'era modo di eseguire le app a 64-bit per Windows. Con il nuovo layer di emulazione disponibile in beta per tutti gli utenti Insider questo cambia, e tutte le app per la versione di Windows tradizionale dovrebbero essere pienamente funzionanti anche su sistemi con processori ARM.

Nonostante l'arrivo dell'emulazione x64, tuttavia, Microsoft consiglia ancora agli sviluppatori di compilare le loro app in modo nativo per Windows 10 on ARM se vogliono offrire agli utenti la migliore esperienza soprattutto in fatto di prestazioni. Molte app (soprattutto quelle meno recenti) probabilmente non verranno mai aggiornate, quindi rimane importante che ci sia un layer di emulazione preesistente per garantire compatibilità su tutto il parco software Windows.

"Sebbene gli sviluppatori supportino sempre più le app ARM64 in modo nativo, l'emulazione di app x64 è un importante passo aggiuntivo nell'evoluzione di Windows on ARM", ha dichiarato Hari Palupaka, Partner Group Program Manager in Windows. "Grazie alla collaborazione con Qualcomm, i PC Windows on ARM continuano a offrire un'incredibile durata della batteria, capacità di connettività con 4G LTE e 5G ed esperienze coinvolgenti di IA e funzionalità di penna e touch, tutti elementi essenziali mentre lavoriamo, impariamo e ci connettiamo da casa e altre località".

Il nuovo emulatore è disponibile in beta all'interno dalla Build Insider 21277 disponibile nel canale DevE' probabile che in queste settimane verranno rilevati bug e problemi di stabilità o affidabilità dagli utenti, ma è chiaro che l'azienda intende rilasciare la feature il prima possibile. Al momento Microsoft non ha ancora rivelato una data di rilascio per questa funzionalità.

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
thedoctor196811 Dicembre 2020, 14:24 #1
mamma mia, intel più che una mossa dovrà mettersi a correre
io78bis11 Dicembre 2020, 15:13 #2
Originariamente inviato da: thedoctor1968
mamma mia, intel più che una mossa dovrà mettersi a correre


E perchè? Qualcomm non ha in cantiere un SoC veramente sviluppato per dispositivi PC ma solo misere derivazioni di SoC mobile.

Utenti Windows ansiosi di spostarsi verso ARM, giustamente per il momento, non ce ne sono.

Sfortunatamente, per il momento il feudo Intel è ancora relativamente al sicuro
Peppe197011 Dicembre 2020, 15:50 #3
Originariamente inviato da: thedoctor1968
mamma mia, intel più che una mossa dovrà mettersi a correre

In tal senso, dovrà farlo anche Amd o no?

Con l'introduzione di M1 tutti volgeranno ad Arm ?
A men non pare, ma nel caso vuol dire che ci adegueremo

Daremo fuoco a tutti gli i3, i5, i9, ryzen e famiglia x86-64 bella!
Saturn11 Dicembre 2020, 15:55 #4
Originariamente inviato da: Peppe1970
Daremo fuoco a tutti gli i3, i5, i9, ryzen e famiglia x86-64 bella!


Oh se vi avanzassero i9 con relativa motherboard e dai 16 gb di ram in su...IO NON MI OFFENDO ! Passo a ritirarli anche di persona, in qualunque parte d'Italia e vi tolgo l'incomodo...tutto a spese mie tranquilli.
Peppe197011 Dicembre 2020, 16:05 #5
Originariamente inviato da: Saturn
Oh se vi avanzassero i9 con relativa motherboard e dai 16 gb di ram in su...IO NON MI OFFENDO ! Passo a ritirarli anche di persona, in qualunque parte d'Italia e vi tolgo l'incomodo...tutto a spese mie tranquilli.


supertigrotto11 Dicembre 2020, 16:33 #6
AMD sta lavorando a un soc arm+Radeon , già in passato aveva cominciato a sviluppare architetture arm, però hanno già annunciato che per il prossimo anno in teoria lanciano il primo soc arm ad alte prestazioni che probabilmente finirà in mini PC e notebook ultrasottili Windows.
Ryzen al suo interno ha il trust platform made in arm,hanno sfruttato le licenze che già avevano.
Secondo me prima o poi si comprerà una licenza pure Intel.
La cosa strana è che ai tempi dei palmari,Intel aveva un soc non x86 ed era abbastanza diffuso .
frankie11 Dicembre 2020, 16:41 #7
Una volta c'erano gli acronimi
Wintel
LAMP
ma recentemente sono stati messi in discussione (ARMdroid)

La realtà è che se TUTTI vogliono stare aggiornati, devono dare il massimo in quello che c'è adesso e spingere anche le nuove realtà.
phmk11 Dicembre 2020, 17:15 #8

Emulazione ???

No grazie
pabloski11 Dicembre 2020, 19:53 #9
Originariamente inviato da: phmk
No grazie


S'intende sempre traduzione binaria, cioè quella cosa che, quando va male, arriva al 94-95% delle prestazioni native.

Quando va bene ( vedi alcuni esempi su Apple M1 ) supera pure il 100% del nativo
pabloski11 Dicembre 2020, 19:54 #10
Originariamente inviato da: io78bis
E perchè? Qualcomm non ha in cantiere un SoC veramente sviluppato per dispositivi PC ma solo misere derivazioni di SoC mobile.


Non esiste solo Qualcomm. Ci sono in giro parecchie aziende che stanno progettando ( e alcune già vendendo ) SoC ARM ad alte prestazioni.

Vedi Annapurna Labs, divisione di Amazon. Per ora solo su cloud Amazon, ma non è detto che non facciano un pensierino.

Mi aspetto una mossa a breve da Samsung.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^