Windows 10, Microsoft già al lavoro su Redstone 3 e Redstone 4

Windows 10, Microsoft già al lavoro su Redstone 3 e Redstone 4

Dopo Creators Update arriverà una nuova versione "major" di Windows 10, ancora una volta contrassegnata con il nome in codice di Redstone

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Windows as a service è la nuova strategia, il nuovo modus operandi di Microsoft. Windows 10 è infatti "l'ultima versione di Windows", con tutti gli aggiornamenti futuri che faranno parte di un lavoro in itinere senza sosta e senza fine. Il sistema operativo verrà aggiornato ogni qualvolta che un'evoluzione in termini informatici lo richiederà, senza tuttavia rendere necessaria una nuova nomenclatura, o aggiungere una progressione numerica come è da sempre avvenuto in ambito software.

Windows 10 sarà per sempre, quindi, secondo i piani attuali di Microsoft, ma questo non toglie che non verrà aggiornato di continuo con build e novità. Di recente la compagnia ha annunciato Creators Update insieme ad un all-in-one pensato proprio per chi crea contenuti, Surface Studio, con l'aggiornamento che segue Anniversary Update rilasciato quest'anno. Creators Update veniva identificato prima del rilascio come Redstone 2, e i seguaci del colosso di Redmond si stanno già chiedendo cosa aspettarsi in futuro.

Stando a quanto scrive Zac Bowden di Windows Central, la tradizione delle release "Redstone" non si fermerà a Redstone 3, il prossimo major update previsto in successione di Creators Update, ma ci sarà anche un Redstone 4 atteso per i primi mesi del 2018. Microsoft vuole continuare, quindi, non solo la tendenza della nomenclatura provvisoria, ma anche mantenere le tempistiche di rilascio delle nuove versioni più importanti: due major release l'anno, quindi, e numerose più piccole per migliorare i dettagli meno rilevanti.

Non sappiamo quali possano essere le novità di Redstone 4, con Windows 10 che per le esigenze di oggi appare un software piuttosto maturo, performante ed affidabile, anche se purtroppo non in grado di affermarsi in ambito mobile. Il mercato sta chiedendo una rivoluzione, ma i vari produttori propongono solo incrementi progressivi e poche innovazioni degne di nota. Microsoft ci aveva provato con Continuum su Windows 10, tuttavia la funzionalità si è rivelata sin da subito acerba e poco interessante nella fruibilità effettiva durante l'uso quotidiano.

Prima di Redstone 4 ci sarà, secondo Windows Central, Redstone 3, release prevista per il rilascio per la seconda metà della stagione estiva. Sarà una release incentrata sul Mobile e sull'imminente e potenziale arrivo di uno smartphone della serie Surface improntato sull'uso con il pennino e la produttività? Al momento queste rimangono delle mere supposizioni, con il ritorno di Microsoft nel settore mobile atteso da tempo dopo molte, forse troppe, delusioni ricevute.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PaoPaolo08 Novembre 2016, 11:40 #1
"redstone" non rende l'idea... dovevano chiamarlo "Ansia" cosi' si capiva meglio quello che prova l'utente quando vede partire l'aggiornamento e non sa che cosa succede al riavvio
giovanni6908 Novembre 2016, 11:42 #2
Hanno trasferito l'ansia dai programmatori e gruppo di beta testing che sperimentavano dopo ogni nuovo fix nei precedenti OS.... agli utenti finali.
acerbo08 Novembre 2016, 11:45 #3
beh senz'altro una strategia vincente in ottica media/grande impresa
nekromantik08 Novembre 2016, 11:58 #4
Sono riusciti a farmi abbandonare il mondo Windows con le loro politiche...
coschizza08 Novembre 2016, 12:05 #5
Originariamente inviato da: nekromantik
Sono riusciti a farmi abbandonare il mondo Windows con le loro politiche...


per passare a?
domanda seria perche il mondo non windows usa le stesse politiche quindi non vedo cosa mi cambierebbe passare a osx o linux comunque ogni versione è una beta in mano agli utenti e comunque bisogna aggiornare in continuazione per risolvere i problemi che emergono.
Sinceramente ho aggironato piu volte in questo anno il mio osx e il mio cellulare android che la mia installazione win 10.
giovanni6908 Novembre 2016, 12:45 #6
Originariamente inviato da: coschizza
..... che la mia installazione win 10.


Usi una LTSB?
nickname8808 Novembre 2016, 12:46 #7
Quindi altre 3 "bugs-pack", che tristezza
Ma perchè non pensano a concentrarsi sul migliorare ciò che già si ha anzichè introdurre sempre nuove funzioni spesso e volentieri inutili ?
MaxiHori08 Novembre 2016, 13:28 #8
che ansia di utenti, non importa quanto uno si impegni è sempre pieno di lagne
Deuced08 Novembre 2016, 13:43 #9
windows 10 rimarrà l'ultima versione di Windows solo finché rimarrà nadella come CEO.Visti i risultati finora ottenuti (e mi riferisco solo a windows 10,non agli altri prodotti M$) ho più di un dubbio che la strategia rimarrà questa in eterno,soprattutto nel mobile dove il brand windows 10 non porta con sé buoni ricordi.
TheDarkAngel08 Novembre 2016, 13:47 #10
Originariamente inviato da: Deuced
windows 10 rimarrà l'ultima versione di Windows solo finché rimarrà nadella come CEO.Visti i risultati finora ottenuti (e mi riferisco solo a windows 10,non agli altri prodotti M$) ho più di un dubbio che la strategia rimarrà questa in eterno,soprattutto nel mobile dove il brand windows 10 non porta con sé buoni ricordi.


Nel mobile microsoft non ci metterà più piede per molto tempo, almeno fino a quando non avranno una idea che la concorrenza non ha avuto, non credo sia windows 10 il problema del mobile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^