Windows 10 May 2019 Update: Menu Start più pulito ma il bloatware rimane

Windows 10 May 2019 Update: Menu Start più pulito ma il bloatware rimane

Nonostante Microsoft abbia indicato che nelle installazioni pulite il Menu Start sarà più pulito, alcuni software non richiesti rimarranno al suo interno

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Qualche mese fa Microsoft aveva dichiarato che il Menu Start sarebbe stato "semplificato" sui nuovi dispositivi e sulle installazioni pulite, tuttavia pare che il bloatware preinstallato rimarrà. Diversi utenti che hanno installato Windows 10 May 2019 Update attraverso le ISO pubblicate su MSDN hanno infatti mostrato i Menu Start al primo avvio, e non sempre su account diversi vengono installati gli stessi bloatware.

Un utente su Twitter ha mostrato ad esempio le differenze sul Menu Start di una configurazione con account locale o un account Microsoft: i primi riceveranno app come Netflix, Spotify e Adobe Photoshop Elements, mentre chi sceglie di configurare al primo avvio un Account Microsoft otterrà una serie di giochi, probabilmente scelti casualmente da liste di titoli affidabili, direttamente sul proprio Menu Start. Pare che non cambi la situazione fra le versioni Home e Pro, in ogni caso verranno installati titoli come Candy Crush e simili.

La scelta delle app può "cambiare da regione a regione", come ha sottolineato Michael Niehaus di Microsoft nelle risposte al tweet che abbiamo riportato. Ma se non si volessero i giochi al lancio? In effetti c'è un trucco per evitarlo: durante la prima configurazione del sistema operativo si può scegliere "Continue with limited setup". In questo modo l'installazione prosegue senza sfruttare la connettività internet e le app non vengono scaricate.

Se da una parte è vero, quindi, che Microsoft ha semplificato il layout del Menu Start al primo avvio, ad esempio introducendo un nuovo design a singola colonna (comunque personalizzabile), dall'altra le applicazioni preinstallate e non richieste dall'utente rimarranno nello stesso numero di prima.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

53 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Averell30 Aprile 2019, 19:32 #1
il bloatware non ha necessariamente accezione negativa (in italiano: "rigonfiamento del software", vedi anche wikipedia da cui ho ripreso la definizione (altrimenti un vocabolario ENG→ITA per la traduzione del termine bloat)
chi decide (se non MS, ma qui si entra nell'accezione negativa cui facevo cenno precedentemente) cosa è "gonfiore/dilatazione" o meno??
A prescindere di cosa belano gli hater, chi esclude che non dispongano di dati che dicono che generalmente quanto proposto è gradito??...e cmq non è forse legittimo che una software house possa avere un interesse a spingere il consumatore verso...quando magari ha stretto rapporti commerciali con...o sborsato denari per acquisire certi diritti?
La mia libertà come consumatore, allora, al limite è nel non raccogliere la proposta commerciale (10 secondi netti per disinstallare ciò che non si ritiene idoneo e fine, non vedo altre tragedie greche).
quando mai hanno detto che il "bloatware" non sarebbe più stato proposto??
A me risulta che abbiano specificato chiaramente che con la 1903 ammettevano la possibilità di disinstallare in modo trasparente un maggior numero di app integrate (senza che l'utente cioè dovesse ricorrere a magheggi tipo powershell etc)...

Bah
marcram30 Aprile 2019, 20:11 #2
Axios200630 Aprile 2019, 20:13 #3
2 anni di Windows 10 gratis hanno fatto danno... 99 euro risparmiati da certi soggetti hanno fatto si che MS vada incensata e lodata per qualsiasi cosa.

Non importa se l'aggiornamento veniva propinato con mezzi invasivi, poco chiari e truffaldini...

Non importa se le violazioni della privacy sono aumentate...

Non importa se Windows e' diventato una beta perenne...

Non importa se gli utenti di Windows 10 Pro si sono visti tagliati via parti di prodotto che avevano regolarmente pagato...

Non importa che ci si ritrovi Candy Crush saga ad impestare i PC.

Windows 10 cancella le partizioni? Lode a MS!

L'utenza puo' fare capire ad un'azienda che la nuova rotta non e' gradita.

Ed in ambito aziendale non e' facile o anche possibile a volte migrare ad altro sistema operativo.
Uakko30 Aprile 2019, 20:55 #4
Francamente trovo che il software non facente parte del sistema operativo sia comunque un messaggio commerciale, pertanto, è come se tu comprassi un DVD con la pubblicità durante il film.

Vuoi mettere la pubblicità ne tuo SO? Ok, ma non farmelo pagare 140 euro
thresher325330 Aprile 2019, 20:59 #5
Originariamente inviato da: Averell
chi decide (se non MS, ma qui si entra nell'accezione negativa cui facevo cenno precedentemente) cosa è "gonfiore/dilatazione" o meno??
A prescindere di cosa belano gli hater, chi esclude che non dispongano di dati che dicono che generalmente quanto proposto è gradito??...e cmq non è forse legittimo che una software house possa avere un interesse a spingere il consumatore verso...quando magari ha stretto rapporti commerciali con...o sborsato denari per acquisire certi diritti?
La mia libertà come consumatore, allora, al limite è nel non raccogliere la proposta commerciale (10 secondi netti per disinstallare ciò che non si ritiene idoneo e fine, non vedo altre tragedie greche).

Penso che la discussione non abbia modo di sopravvivenza visto che la barra tra il software utile e il bloatware è estremamente soggettiva e prona a essere spostata tra gli utenti. Ci sono invasati qui che considerano bloatware anche Paint e la calcolatrice.
piwi30 Aprile 2019, 21:02 #6
Averell : ma non può essere il contrario ? Se ci vogliono dieci secondi a disintallare, non credo che per installare ce ne vogliano molti di più.
Averell30 Aprile 2019, 21:06 #7
Originariamente inviato da: piwi
Averell : ma non può essere il contrario ? Se ci vogliono dieci secondi a disintallare, non credo che per installare ce ne vogliano molti di più.


Non è meglio tu lo dica a Nutella invece che a me??
Mica le scrivo io le regole del gioco...

Originariamente inviato da: thresher3253
Ci sono invasati qui che considerano bloatware anche Paint e la calcolatrice.

stupenda (e vera)
piwi30 Aprile 2019, 21:24 #8
Preferire dialogare con un altro utente, con cui immagino di avere una certa comunanza d'interessi. Il produttore, al di là del fatto che per me non è raggiungibile ... sta dall'altro lato della "barricata" ! ... E mi sembrava, leggendo più sopra, che fossi tu a non considerare come negativa la presenza di software non richiesto *e* non strettamente connesso alla manutenzione dell'OS o a semplici e comuni esigenze di produttività.
AJ55230 Aprile 2019, 21:27 #9
Sapete cosa ne penso?
Che non me ne frega na mazza, mettetecene anche 1000 di bloatware tanto non mi cambia la vita.
A me importa solo che funzioni il SO, poi che ci siano Candy crash o Asphalt, che cosa mi dovrebbe cambiare?
Dumah Brazorf30 Aprile 2019, 22:00 #10
Vabbè, un giro di scrip decrapifier e amen.
https://community.spiceworks.com/sc...ifier-1803-1809

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^