Windows 10 Fall Creators Update è sul 90,4% dei dispositivi Windows 10 consumer

Windows 10 Fall Creators Update è sul 90,4% dei dispositivi Windows 10 consumer

L'ultima versione del sistema operativo di Microsoft è adesso installato su oltre il 90% dei dispositivi con una qualsiasi versione di Windows 10

di pubblicata il , alle 17:41 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Siamo a pochi giorni dal rilascio del prossimo feature update di Windows 10, e in questo contesto AdDuplex ha rilasciato gli ultimi dati sulla diffusione delle singole versioni del SO. Fall Creators Update, l'ultima rilasciata ad oggi, è la più usata in tutto il mondo con il 90,4% dei sistemi Windows 10 occupati. Secondo la società è stato "indubbiamente l'aggiornamento più veloce a diffondersi", e il grafico pubblicato conferma in maniera piuttosto intuitiva il commento.


Clicca per ingrandire

I numeri di AdDuplex si basano su dati raccolti su circa 5 mila app Windows Store che sfruttano l'SDK proprietario. Non rappresentano quindi un'immagine perfetta della diffusione delle diverse versioni del sistema operativo, ma può offrire un quadro comunque interessante. I numeri di Microsoft sono solitamente più conservativi, visto che quelli utilizzati dalla società d'analisi rappresentano più il mercato consumer, che non quello aziendale dove l'aggiornamento è più lento.

Nelle scorse settimane Microsoft ha condiviso i dati ufficiali che parlano di un totale di 600 milioni di dispositivi Windows 10 in tutto il mondo, di cui solo poco più del 60% è aggiornato al Fall Creators Update. Le due cifre sono infatti poco paragonabili, tuttavia ha senso seguire le analisi di AdDuplex dal momento che offre un quadro del mercato in maniera decisamente più regolare e capillare rispetto a Microsoft, offrendo paragoni diretti fra le diverse versioni rilasciate.

Queste informazioni sono utili sia per gli appassionati che per gli addetti ai lavori. Così come fa Google con il suo Android, anche i dati di Microsoft e le varie società di analisi si rivolgono agli sviluppatori in modo da far capire loro a quali versioni del sistema operativo dedicarsi con maggiore interesse all'interno dello sviluppo di una nuova applicazione. In base a questi numeri l'approccio di Microsoft sembra più ragionato rispetto a quello di Android, minato dalla cosiddetta frammentazione.

Sebbene si tratti di due piattaforme installabili quindi su una pletora di dispositivi differenti, le nuove versioni di Android faticano ad imporsi sul mercato in tempi brevi e - per la maggior parte dei casi - non arrivano se non sui dispositivi delle ultime generazioni. Di contro Windows ha trovato un modo per convincere la maggior parte degli utenti ad aggiornare alle release più recenti, pur mantenendo la natura tipicamente aperta del suo sistema operativo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
chris19029 Marzo 2018, 17:52 #1

Ottimo!

Windows 10 si sta uniformando tutto come accade per apple già da tempo. Meno problemi, meno frammentazione e più efficenza in casa micrsoft, speriamo continui cosi!
\_Davide_/29 Marzo 2018, 19:56 #2
Ci credo: si installa da solo e le statistiche sono solo su pc connessi

Scherzi a parte, mi sta bene, non fosse che su due pc (su tanti) mi ha eliminato tutte le icone dal menù start sostituendole con i giochini di mmm..., e che sull'unico PC con Hard Disk meccanico e senza praticamente nulla sopra l'update è durato 4-5 ore

Se ad un lavoratore parte alle 8 di mattina è la fine
zbear29 Marzo 2018, 20:38 #3

Perfetto ...

Per iniziare il nuovo ciclo di bug di installazione.
Risate per tutti gli utonti con Win 10
Marko#8830 Marzo 2018, 08:12 #4
Originariamente inviato da: \_Davide_/
Ci credo: si installa da solo e le statistiche sono solo su pc connessi

Scherzi a parte, mi sta bene, non fosse che su due pc (su tanti) mi ha eliminato tutte le icone dal menù start sostituendole con i giochini di mmm..., e che sull'unico PC con Hard Disk meccanico e senza praticamente nulla sopra l'update è durato 4-5 ore

Se ad un lavoratore parte alle 8 di mattina è la fine


Non è che in MS siano tutti stupidi, c'è appunto l'orario di attività (impostabile a piacere) per evitare che partano gli aggiornamenti mentre si fa altro...
Abend30 Marzo 2018, 09:48 #5
Mah, francamente mi sfugge l'entusiasmo per questa imposizione degli update: la fall creator mi ha mandato in crash il PC diverse volte, dopo avermi bloccato il lavoro col download nonostante l'orario impostato... inoltre mi aggiorna driver che non dovrebbe e mi obbliga a riconfigurare periferiche...
Ma forse sono antico, desiderando solo una configurazione stabile che funziona e non aggiornamenti mai richiesti che mi incasinano il lavoro. Pur se riconosco che così somigliamo a Apple, wow ...
Gun _Metal30 Marzo 2018, 09:48 #6
Originariamente inviato da: Marko#88
Non è che in MS siano tutti stupidi, c'è appunto l'orario di attività (impostabile a piacere) per evitare che partano gli aggiornamenti mentre si fa altro...


Il problema è che si dovrebbe far decidere all'utente quando scaricare ed installare gli aggiornamenti, chiedendo una conferma. Quando alla Microsoft capiranno questo allora forse sarà troppo tardi.
maxnaldo30 Marzo 2018, 13:01 #7
Originariamente inviato da: zbear
Per iniziare il nuovo ciclo di bug di installazione.
Risate per tutti gli utonti con Win 10


e aggiungi anche questo in blacklist.

\_Davide_/30 Marzo 2018, 13:31 #8
Originariamente inviato da: Marko#88
Non è che in MS siano tutti stupidi, c'è appunto l'orario di attività (impostabile a piacere) per evitare che partano gli aggiornamenti mentre si fa altro...


Io lo avevo impostato, ma visto che quel pc con l'HDD meccanico negli orari di non-attività è spento indovinate un po' quando lo ha fatto? Un pomeriggio alle 15.

Su Ubuntu/MacOS mi esce una notifica, se voglio la posticipo, la nascondo, o lo faccio subito. Prima lo faceva anche Windows; perché ora devono obbligatoriamente farmeli installare quando decidono loro?
Alnes30 Marzo 2018, 14:11 #9
Originariamente inviato da: Abend
Mah, francamente mi sfugge l'entusiasmo per questa imposizione degli update: la fall creator mi ha mandato in crash il PC diverse volte, dopo avermi bloccato il lavoro col download nonostante l'orario impostato... inoltre mi aggiorna driver che non dovrebbe e mi obbliga a riconfigurare periferiche...
Ma forse sono antico, desiderando solo una configurazione stabile che funziona e non aggiornamenti mai richiesti che mi incasinano il lavoro. Pur se riconosco che così somigliamo a Apple, wow ...


Non è che dev'essere per forza una vergogna prendere spunto da ciò che funziona...
Personalmente, se una cosa funziona bene e meglio, io non vado a vedere chi l'ha adottata prima.
Marko#8830 Marzo 2018, 14:46 #10
Originariamente inviato da: \_Davide_/
Io lo avevo impostato, ma visto che quel pc con l'HDD meccanico negli orari di non-attività è spento indovinate un po' quando lo ha fatto? Un pomeriggio alle 15.

Su Ubuntu/MacOS mi esce una notifica, se voglio la posticipo, la nascondo, o lo faccio subito. Prima lo faceva anche Windows; perché ora devono obbligatoriamente farmeli installare quando decidono loro?


Mai successo. Ma io ho sempre fortuna con queste cose...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^