Windows 10 desktop per chip ARM, conferma nella documentazione di Microsoft

Windows 10 desktop per chip ARM, conferma nella documentazione di Microsoft

Microsoft potrebbe essere al lavoro su una versione di Windows 10 Desktop utilizzabile con dispositivi equipaggiati con chip ARM. Interessanti indizi a riguardo sono contenuti nella documentazione ufficiale pubblicata dalla casa di Redmond.

di pubblicata il , alle 21:01 nel canale Sistemi Operativi
Windows
 

Il connubio tra il sistema operativo Windows desktop e i dispositivi che utilizzano chip con architettura ARM torna attuale a seguito di un interessante avvistamento effettuato dal sito Petri.com, basato sulla segnalazione di Walking Cat. Un riferimento esplicito a "Windows 10 for desktop editions (Home, Pro, Enterprise, and Education) ARM" è contenuto nella documentazione ufficiale presente presso il sito Microsoft MSDN relativa all'Audio Engine Core Test (per consultarla, è sufficiente collegarsi a questo indirizzo).

In passato, Microsoft ha provato ad adattare il sistema operativo Windows all'utilizzo con dispositivi ARM, ma il progetto Windows RT, frutto di tali tentativi, è stato successivamente interrotto per una serie di fattori, in parte legati alle limitazioni intrinseche - prima tra tutte l'impossibilità di eseguire applicazione x86 - e in parte alla non ottimale capacità di comunicare le peculiarità del prodotto al pubblico di potenziali acquirenti, fuorviato dall'aspetto esterorie del sistema operativo che riprendeva in maniera fedele quello di Windows 8 / 8.1 senza palesare in maniera inequivoca la sua reale natura - sostanzialmente quella di una versione di Windows ''castrata". Windows RT, prima dell'interruzione del supporto, ha ricevuto esclusivamente un aggiornamento con il quale sono state trasposte limitate funzioni di Windows 10 desktop, come il nuovo menu Start, ma che non è riuscito ad eliminare i limiti sostanziali.

L'avvistamento citato in apertura riporta in auge l'argomento. La prima ipotesi è che Microsoft sia effettivamente a lavoro per sviluppare una versione del sistema operativo Windows 10 desktop compatibile con i dispositivi ARM, la seconda, un po' meno attraente, riguarda la possibilità di utilizzare applicazioni x86 non troppo impegnative ricorrendo ad un emulatore di Windows 10 (o quanto meno di parte di esso) eseguibile su dispositivi ARM. Indizi che avvalorano la seconda ipotesi sono contenuti nel profilo LinkedIn di Alex Pakhunov, un ex-dipendente di Microsoft che ha lavorato al prototipo dell'emulatore. Purtroppo, Pakhunov ha interrotto la collaborazione con Microsoft nel 2012 e ciò non consente di sapere quanto ancora sia attuale il progetto citato.

Il motivo che porta a considerare meritevole di menzione la documentazione presente presso il sito MSDN di Microsoft riguarda la menzione di Windows 10 per edizioni desktop ARM chiara e tenuta distinta dalle piattaforme Windows 10 Mobile (ARM, ARM64 e x86). Si tratta del primo riferimento di questo tipo, tenuto anche conto del fatto che tutti i dipositivi Windows RT e chip ARM non hanno mai ricevuto l'upgrade a Windows 10. Affermare con certezza che Microsoft rilascerà una nuova versione di Windows 10 per device ARM o l'emulatore sopra citato, tuttavia, non è al momento possibile. Consigliabile attendere ulteriori chiarimenti ufficiali sul punto provenienti dalla stessa casa di Redmond.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tuttodigitale14 Gennaio 2016, 22:06 #1
Non capisco la notizia
Credo che MS abbia portato avanti il progetto WindowsARM, nell'eventualità che l'architettura ARM di AMD, nome in codice k12, diventi un'ottima soluzione (visto i precedenti di Keller, vedi SoC Apple, le aspettative sono molto alte) e non solo.
Allo stesso tempo, mi sembra giusto anche dare la possibilità alla cpu di utilizzare l programmi x86, anche a fronte di prestazioni assai inferiori. Questi programmi possono includere,browser word excel ecc.

A me pare una gran bel cosa, non capisco invece come la 2 (emulazione software) possa essere un alternativa alla 1 (sistema operativo desktop per cpu ARM).
damxxx15 Gennaio 2016, 02:09 #2
Probabilmente (sempre se l'immagine non è stata taroccata) si trattava di un errore, io aprendo la pagina leggo x86...
Cappej15 Gennaio 2016, 08:14 #3
Originariamente inviato da: damxxx
Probabilmente (sempre se l'immagine non è stata taroccata) si trattava di un errore, io aprendo la pagina leggo x86...


vero... mi sa che hanno fatto casino con il copia-e-incolla!

Cmq non sarebbe una minchi@ta di idea... il problema piuttosto sarebbe il supporto driver... immaginiamo di poter installare WIN 10 su "qualsiasi" dispositivo ARM... nessuno ha driver per architettura xARM in Windows... quanti avrebbero voglia di svilupparli ?!?!? ... mmm
Uncle Scrooge15 Gennaio 2016, 10:02 #4
Secondo me a breve avremo processori x86-64 anche negli smartphone e tanti saluti ad ARM anche riguardo Android, Windows Phone etc...
AleLinuxBSD15 Gennaio 2016, 11:00 #5
Non penso verrà realizzato qualcosa del genere risultando qualcosa di dispendioso e non privo di problemi.

Riguardo all'emulazione, meglio lasciare perdere.
calabar15 Gennaio 2016, 11:54 #6
Originariamente inviato da: Uncle Scrooge
Secondo me a breve avremo processori x86-64 anche negli smartphone e tanti saluti ad ARM anche riguardo Android, Windows Phone etc...

Certo, i produttori di smartphone non vedono l'ora di legarsi ad un singolo produttore di chip che così potrebbe far loro il prezzo che vuole.
Per giustificare un passaggio del genere, il vantaggio dei chip x86 dovrà essere abissale, altrimenti non avrebbe senso usarli per sistemi operativi e applicazioni che non sono legati ad essi.
jocau15 Gennaio 2016, 15:47 #7
Originariamente inviato da: Uncle Scrooge
Secondo me a breve avremo processori x86-64 anche negli smartphone e tanti saluti ad ARM anche riguardo Android, Windows Phone etc...


Si si...

Intel è da parecchi anni che cerca di antrare nel mercato vendendo sottocosto e non ci riesce...

Bisogna considerare che produrre un x86 è molto più costoso e quindi non sarà mai competitiva sul prezzo/prestazioni.

Invece gli ARM aumentano di potenza di anno in anno in maniera impressionante: se mai prenderà piede HSA mi sa che sarà Intel a doversi presto preoccupare in ambito Desktop.
cdimauro15 Gennaio 2016, 16:36 #8
Originariamente inviato da: damxxx
Probabilmente (sempre se l'immagine non è stata taroccata) si trattava di un errore, io aprendo la pagina leggo x86...

Sarà sicuramente un errore, perché non si può leggere che Windows 10 Pro ed Enterprise sono disponibili per ARM, mentre l'unica versione per x86 è Windows 10 desktop.
Originariamente inviato da: Uncle Scrooge
Secondo me a breve avremo processori x86-64 anche negli smartphone e tanti saluti ad ARM anche riguardo Android, Windows Phone etc...

Processori Intel64 negli smartphone ce ne sono già da tempo, ma ormai il mercato è saturo di soluzioni ARM, e non c'è possibilità di soppiantarli tutti, o la maggior parte, con prodotti di Intel.

Intel si ritaglierà una sua fetta, come tanti altri produttori.
Originariamente inviato da: jocau
Si si...

Intel è da parecchi anni che cerca di antrare nel mercato vendendo sottocosto e non ci riesce...

Il sottocosto è finito da un pezzo. Da cui la flessione nelle vendite, come sta scritto nell'ultimo rapporto finanziario.

L'importante, come dicevo prima, è che si guadagni una fetta di mercato.
Bisogna considerare che produrre un x86 è molto più costoso e quindi non sarà mai competitiva sul prezzo/prestazioni.

Hai dei dati su questo?
Invece gli ARM aumentano di potenza di anno in anno in maniera impressionante:

Gli ARM sono partiti con molta meno potenza di calcolo, ma ormai da tempo esistono soluzioni molto avanzate e con prestazioni elevate. Mai dato un'occhiata ai SoC Apple o Project Denver di nVidia?

Difficilmente in futuro vedremo aumenti "impressionanti", perché le suddette architetture sono già molto complesse.
se mai prenderà piede HSA mi sa che sarà Intel a doversi presto preoccupare in ambito Desktop.

Sono anni che se ne parla. E che se ne continuerà a parlare.

Intanto HSA rimane l'ultima delle preoccupazioni per Intel.
damxxx15 Gennaio 2016, 17:53 #9
Originariamente inviato da: Cappej
vero... mi sa che hanno fatto casino con il copia-e-incolla!

Cmq non sarebbe una minchi@ta di idea... il problema piuttosto sarebbe il supporto driver... immaginiamo di poter installare WIN 10 su "qualsiasi" dispositivo ARM... nessuno ha driver per architettura xARM in Windows... quanti avrebbero voglia di svilupparli ?!?!? ... mmm


La questione non è se avere a disposizione la SKU desktop di Windows anche per ARM.
Quale SKU di Windows giri su quale dispositivo non dipende dall'architettura del processore, ma dipende dal dispositivo e dagli scenari nel quale viene utilizzato.
Se il dispositivo è quello che tipicamente si definisce desktop o ha [U]primariamente[/U] le caratteristiche tipiche di un desktop allora necessiterà di un sistema operativo tipicamente desktop.
La questione quindi è se ci sono, o ci saranno, dispositivi desktop basati processori ARM e quale mercato avranno.
Se esistono allora Microsoft prenderà in considerazione un porting su ARM anche della SKU desktop, se questi poi avranno un mercato che Microsoft considererà sufficiente allora metterà questa ipotetica SKU di Windows Desktop per ARM sul mercato.

Ma finché i processori ARM resteranno confinati principalmente al mercato mobile difficilmente Microsoft potrebbe prendere in considerazione l'idea di rilasciare la SKU desktop anche per ARM.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^