Windows 10, con 53 milioni di installazioni ha già il 5% del mercato

Windows 10, con 53 milioni di installazioni ha già il 5% del mercato

Nuove analisi di mercato più conservative rispetto a quelle che avevamo pubblicato precedentemente vedono Windows 10 installato in 53 milioni di PC in tutto il mondo. La nuova piattaforma ha già quasi il 5% del mercato

di pubblicata il , alle 10:24 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Non è passato nemmeno un mese dal rilascio di Windows 10, e già potrebbe iniziare ad infastidire la concorrenza diretta. Secondo le ultime stime (apparentemente più conservative rispetto a quelle che avevamo riportato in precedenza), il nuovo sistema operativo di Microsoft sarebbe già stato installato su 53 milioni di PC in tutto il mondo, andando ad avvicinarsi drasticamente all'ultima versione di Mac OS rilasciata.

Windows 10

Con il 4,95% del mercato dei sistemi operativi, infatti, Windows 10 si posizionerebbe molto vicino ad OS X 10.10. Tuttavia, le stime dei due sistemi operativi provengono da fonti diverse (StatCounter e NetMarketShare, che usano metodologie differenti), come specifica la fonte, e pertanto è difficile fare paragoni certosini. Ciò non toglie che i risultati ottenuti da Microsoft sin'ora siano estremamente soddisfacenti, e potrebbero far dimenticare il flop di Windows 8 in tempi brevissimi.

Continuiamo comunque a parlare di numeri non ufficiali, poiché Microsoft ha mantenuto il silenzio da quando aveva annunciato il raggiungimento delle 14 milioni di installazioni dopo le prime 24 ore di disponibilità. È chiaro che con il rilascio dei primi dispositivi con Windows 10 la situazione può ancora migliorare per la nuova piattaforma di Microsoft, destinata a crescere con una progressione decisamente superiore rispetto alla versione precedente.

È inoltre importante notare che Windows 10 rosicchia terreno proprio su Windows 7 e Windows 8.1 (quest'ultimo ha il 13,09%), segno che merito del grande successo è dovuto alla particolare e aggressiva strategia sui prezzi. Windows 10 è infatti proposto gratuitamente nel primo anno per tutti i possessori di copie genuine delle due versioni precedenti, ed è chiaro che questo ne ha aiutato la diffusione nei primi periodi dal lancio.

Ulteriore motivo per cui fare paragoni diretti non sembra lecito, ma è chiaro che Microsoft stia dando il massimo per ottenere il proprio obiettivo: 1 miliardo di dispositivi Windows 10 in circolazione entro tre anni dal debutto ufficiale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

56 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
djfix1318 Agosto 2015, 10:35 #1
non ci vedo niente di stravagante se non il fatto che basterebbe chiedere a google quanti sistemi win 10 gli passano davanti.
gd350turbo18 Agosto 2015, 10:52 #2
bè c'è da dire che i miei pc, mi chiedono continuamente di aggiornare a windows 10 e mi danno anche delle scadenze a tre giorni, solo che essendo in ferie, non ho voglia di farlo ora...

Con questa modalità "agressive" di upgrade, i numeri sono spiegati !
inkpapercafe18 Agosto 2015, 11:20 #3
L'80% degli utenti Microsoft sono "utenti medi".
Persone che ignorano per mesi i popup di avviso Update di sicurezza in 7 e 8.1, per ignoranza o più spesso per totale noncuranza.
Forzare il mercato con un'offerta così aggressiva quindi ha il suo perchè commerciale.
majowski8618 Agosto 2015, 12:11 #4
Credo che offrire l'upgrade gratis sia una mossa vincente per Microsoft.
Alla fine sono pochi quelli che acquistano una licenza per fare l'upgrade dalla versione precedente e microsoft lo sa. Hanno deciso di offire l'upgrade gratis per raggiungere un'altro obiettivo, quello della diffusione. Sostanzialmente hanno "sacrificato" una possibile fetta di guadagno immediato, in vista di un guadagno a lungo termine dato dalla diffusione del SO.

Parlando solo di cifre, il 5% di mercato trovo che sia impressionante per un SO uscito da meno di un mese e dimostra quanto la politica aggressiva di MS paghi in questi termini.
Wonder18 Agosto 2015, 12:40 #5
Ahaha 10 milioni di installazio ci stanno. Ma quante DISinstallaizoni?
Io l'ho istallato in ufficio e a casa e in tutti e due i PC l'ho disinstallato
giorgino8718 Agosto 2015, 13:08 #6
ma nessuno ha più detto che picco di TB/s hanno raggiunto in downalod...
inkpapercafe18 Agosto 2015, 13:09 #7
Troll. Troll everywhere
inkpapercafe18 Agosto 2015, 13:47 #8
Originariamente inviato da: LucaNoize
ma sei umano, o uno script automatico
che a cadenza regolare posta sempre lo stesso messaggio???




TrollSensing Mode ON
the fear9018 Agosto 2015, 13:51 #9
Originariamente inviato da: Wonder
Ahaha 10 milioni di installazio ci stanno. Ma quante DISinstallaizoni?
Io l'ho istallato in ufficio e a casa e in tutti e due i PC l'ho disinstallato


Mancanza di driver ? Io trovo che l'interfaccia grafica sia sensibilmente peggiorata rispetto a seven, se me li trovassi davanti per la prima volta direi che è seven ad essere uscito adesso e 10 nel 200x (tralasciando il suggerimento dato dal nome ).

Come abbiano fatto a fare le cartelle tanto brutte non me lo spiego, visto che hanno copiato diverse cose da ubuntu, non potevano copiare pure le cartelle ? Mah
madnesshank18 Agosto 2015, 14:09 #10
Che meraviglia, tra poco ce lo ritroveremo sul 90 percento dei pc, grazie alla storia dell'upgrade "gratis". Il S.O. figlio della NSA è arrivato, pronto per spiare e tracciare chiunque, mentre spilla un po' di denaro a destra e a sinistra, disattivando nel tempo libero hardware e software non permessi dal grande fratello. Tutto questo è iniziato con il famigerato progetto "Palladium" di cui non si sente parlare da tanto tempo...

http://www.disinformazione.it/palladium.htm

ingenuamente ho pensato e si poteva pensare, che data la furiosa sollevazione contro questi propositi, alla MS si fossero convinti a desistere, e Palladium fosse solo un sinistro progetto abbandonato alla fine degli anni '90... niente di più sbagliato. Palladium, già quindici anni fa, era stato progettato di proposito per insinuarsi lentamente, molto lentamente ma inesorabilmente nella vita informatica di tutti, attraverso piccoli e grandi cambiamenti come DRM, secure boot, e tante altre cose. Il tempo di migrare verso linux è arrivato, ma non so fino a che punto potrà servire

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^