Windows 10, ancora problemi di privacy per l'Europa

Windows 10, ancora problemi di privacy per l'Europa

L'Article 29 Working Party continua ad accusare Microsoft, e nello specifico Windows 10, di compromettere la privacy dei propri utenti. Le due realtà collaboreranno alla ricerca di un accordo

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Alcune settimane fa Microsoft ha annunciato modifiche sostanziali su Windows 10 e il modo in cui viene gestita la privacy dell'utente. Le nuove opzioni offrono un maggior controllo sulle modalità di raccolta dei dati attraverso dispositivo e servizi, fra cui una nuova dashboard e una schermata di setup specifica al primo avvio in cui viene spiegato in maniera certosina la tipologia di dati che Microsoft raccoglie consentendo l'abilitazione o la disattivazione di ogni singola voce.

In seguito all'annuncio delle novità è emerso che le nuove misure sono state indotte da un'indagine condotta da alcuni enti regolatori svizzeri sulla protezione dei dati iniziata nel 2014. La compagnia ha così collaborato con le autorità nazionali per introdurre le nuove misure, necessarie per non compromettere la privacy degli utenti. Ma in altre parti del Vecchio Continente pare che le preoccupazioni sul sistema operativo di Microsoft non siano ancora terminate.

Secondo l'Article 29 Working Party, nello specifico, le feature introdotte non sono soddisfacenti. Il Working Party è un gruppo formato da diversi enti regolatori europei provenienti da svariati paesi che ha contattato Microsoft anche lo scorso anno prima dell'annuncio delle novità. Nella lettera si scorgeva un'evidente preoccupazione sulle modalità di raccolta dei dati, e sul modo in cui gli utenti venivano informati a riguardo delle intenzioni di raccogliere e immagazzinare le loro informazioni.

Il gruppo si è fatto sentire negli scorsi giorni con una nota: "Anche in considerazione delle modifiche annunciate su Windows 10, il Working Party rimane preoccupato per il livello di protezione dei dati personali degli utenti", si legge al suo interno. Le nuove indagini condotte sono diverse da quelle organizzate dal CNIL francese lo scorso anno, in cui Microsoft veniva accusata di raccogliere troppi dati sugli utenti Windows 10 in mancanza di consenso esplicito.

L'Article 29 Working Party ha sottolineato che Microsoft raccoglie dati per svariati motivi, fra cui finalità pubblicitarie, e ha aggiunto che "dovrebbe spiegare in maniera chiara il tipo di dati personali che vengono elaborati e per quali motivi". Senza informazioni di questo tipo è inutile chiedere il consenso agli utenti dal momento che senza un'informazione specifica, secondo il gruppo, lo stesso consenso dovrebbe non essere ritenuto valido.

Microsoft continua ad ascoltare le accuse e le critiche per quanto concerne l'aspetto della privacy sul suo sistema operativo. La società si è infatti proposta di collaborare con il gruppo in modo da risolvere tutte le preoccupazioni in materia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

43 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7721 Febbraio 2017, 14:34 #1
E' ovvio che quanto sto per dire è contrario a qualsiasi buon senso aziendale.. ma da utente mi piacerebbe davvero tanto una versione di windows 10 totalmente pulita da stron*ate di qualsiasi genere con la possibilità di specificare manualmente se installarle o no.
Apix_102421 Febbraio 2017, 14:40 #2
Originariamente inviato da: demon77
E' ovvio che quanto sto per dire è contrario a qualsiasi buon senso aziendale.. ma da utente mi piacerebbe davvero tanto una versione di windows 10 totalmente pulita da stron*ate di qualsiasi genere con la possibilità di specificare manualmente se installarle o no.


si chiama Windows 7
Wonder21 Febbraio 2017, 14:51 #3
Parole sante
richard9921 Febbraio 2017, 14:58 #4
Concordo con Apix_1024; infatti questo é uno dei principali motivi per cui non sono ancora passato a W10, dopo averlo provato per qualche mese al lancio.
Peccato che da Kaby Lake in poi Windows 7 non é più compatibile (da quanto ho letto e visto) e quindi chi come me é su una workstation desktop datata non può fare nessun upgrade.
Ciao.
ronx21 Febbraio 2017, 15:18 #5
x richard99

In realtà sulle piattaforme basate su cpu Kaby Lake l' unico problema legato all' utilizzo di Windows 7 è il fatto che Intel non ha rilasciato driver "ufficiali" per la sezione grafica integrata per questo sistema operativo. Se però, in abbinamento alla cpu Kaby Lake, si utilizza una scheda video aggiuntiva, anche molto economica, Windows 7 si installa e si configura che è una meraviglia. Oltretutto nel tuo caso (workstation) una scheda grafica aggiutiva presumo tu debba utilizzarla quasi sicuramente per CAD, modellazione 3D, ecc...
demon7721 Febbraio 2017, 16:16 #6
Originariamente inviato da: ronx
x richard99

In realtà sulle piattaforme basate su cpu Kaby Lake l' unico problema legato all' utilizzo di Windows 7 è il fatto che Intel non ha rilasciato driver "ufficiali" per la sezione grafica integrata per questo sistema operativo. Se però, in abbinamento alla cpu Kaby Lake, si utilizza una scheda video aggiuntiva, anche molto economica, Windows 7 si installa e si configura che è una meraviglia. Oltretutto nel tuo caso (workstation) una scheda grafica aggiutiva presumo tu debba utilizzarla quasi sicuramente per CAD, modellazione 3D, ecc...


piaccia o meno comunque 7 è destinato a divenire obsoleto.
deepdark21 Febbraio 2017, 16:27 #7
Originariamente inviato da: demon77
ma da utente mi piacerebbe davvero tanto una versione di windows 10 totalmente pulita da stron*ate di qualsiasi genere con la possibilità di specificare manualmente se installarle o no.


Originariamente inviato da: Apix_1024
si chiama Windows 7



Si chiama windows 10 enterprise LTSB, di installato trovi solo mediaplayer e internet explorer 11 (mi pare).
Apix_102421 Febbraio 2017, 16:41 #8
Originariamente inviato da: demon77
piaccia o meno comunque 7 è destinato a divenire obsoleto.


concordo, ma per ora stringo i denti


Originariamente inviato da: deepdark
Si chiama windows 10 enterprise LTSB, di installato trovi solo mediaplayer e internet explorer 11 (mi pare).


dovrò provarlo in macchina virtuale prima o poi. ottima segnalazione!!
deepdark21 Febbraio 2017, 16:52 #9
Originariamente inviato da: Apix_1024
dovrò provarlo in macchina virtuale prima o poi. ottima segnalazione!!


Ci dovrebbe essere un thread apposito qui su hwup.
demon7721 Febbraio 2017, 16:56 #10
Originariamente inviato da: deepdark
Si chiama windows 10 enterprise LTSB, di installato trovi solo mediaplayer e internet explorer 11 (mi pare).


Apperò!! Mi piace questa cosa, devo provarlo anche io!
Cioè è un windows 10 PRO ma senza la fogna?

Ma essendo enterprise si trova anche nei canali di vendita o è solo per aziende ed oem?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^