Windows 10, aggiornamenti più piccoli del 35% grazie alla Unified Update Platform

Windows 10, aggiornamenti più piccoli del 35% grazie alla Unified Update Platform

Con l'ultima build Insider del sistema operativo ha debuttato la nuova Unified Update Platform, che dovrebbe consentire procedure di aggiornamento estremamente più veloci da una build all'altra

di Nino Grasso pubblicata il , alle 11:21 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Microsoft ha iniziato le procedure di distribuzione di Windows 10 Insider Preview build 14959 nel canale Veloce, sia su PC che su Mobile. La novità principale dell'aggiornamento è l'introduzione della nuova Unified Update Platform (UUP), disponibile attualmente solo sulla build Mobile, che rende il download delle nuove build più rapido dal momento che vengono scaricati solo i bit che servono, e non l'intera build. Una caratteristica importante se consideriamo la strategia Windows as a service e la frequenza con cui vengono rilasciate le nuove build del sistema operativo.

La Unified Update Platform include alcune tecnologie che consentono "download differenziali", individuando solo i dati che servono per effettuare l'update senza scaricare quelli che non hanno ricevuto modifiche dall'ultimo aggiornamento effettuato. Si tratta di una tecnologia che Microsoft usa su Windows Store con i pacchetti più voluminosi: con alcuni giochi da decine di gigabyte, ad esempio, Microsoft consente di scaricare aggiornamenti da pochi gigabyte senza che sia necessario scaricare l'intero pacchetto nuovamente. Lo stesso approccio viene utilizzato adesso con gli aggiornamenti più importanti del sistema operativo. Microsoft spiega così la funzionalità:

"Un pacchetto di download differenziale contiene solo le modifiche che sono state applicate dopo l'ultima volta che è stato aggiornato il dispositivo, e non l'intera build. Con il roll-out di UUP l'impatto più forte si sentirà sui PC dove gli utenti si potranno aspettare una diminuzione di circa il 35% nelle dimensioni dei download al passaggio da un aggiornamento importante di Windows ad un altro. Stiamo lavorando su questa funzionalità adesso con l'obiettivo di supportarla per gli feature update dopo Windows 10 Creators Update; gli Insider riceveranno la funzionalità prima".

Oltre ai pacchetti più piccoli per gli aggiornamenti del sistema operativo Microsoft sta rivedendo la logica dietro i controlli dei nuovi aggiornamenti. Attualmente i controlli sono piuttosto lunghi per via dei dati necessari che devono essere inviati ai server Microsoft, e per quelli che poi devono essere ricevuti. Grazie agli aggiornamenti UUP la procedura sarà più efficiente "perché la gran parte dell'elaborazione sarà compiuta dal servizio", fattore che secondo Microsoft porterà a "controlli più veloci per le operazioni di aggiornamento".

Le novità saranno assolutamente invisibili: sul piano meramente visivo l'esperienza di aggiornamento sarà identica a quella attuale, con le uniche differenze che saranno percepibili solo in quanto alle tempistiche necessarie per il download dei contenuti. Unified Update Platform è disponibile oggi solo per gli utenti Insider del canale veloce su Windows 10 Mobile, ma arriverà presto anche per gli Insider su piattaforma PC. Il rilascio per tutti gli utenti è previsto con Creators Update, l'aggiornamento importante che dovrebbe debuttare nei primi mesi del 2017.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Il Picchio04 Novembre 2016, 12:29 #1
Sembra molto interessante, -35% non è male soprattutto con le nostre connessioni internet
Axios200604 Novembre 2016, 13:06 #2
Ma no, la gente apprezzava di vedere la propria connessione a consumo esaurita da download in background non richiesti come avveniva con W10...

Cos'è, chiedono scusa un anno dopo?
Gandalf7604 Novembre 2016, 16:46 #3
Originariamente inviato da: Axios2006
Ma no, la gente apprezzava di vedere la propria connessione a consumo esaurita da download in background non richiesti come avveniva con W10...

Cos'è, chiedono scusa un anno dopo?


Avrai lo steso la banda satura ma scaricherai in minor tempo. Cmq basta poco per disabilitare gli update automatici
AleLinuxBSD04 Novembre 2016, 17:12 #4
Direi che si tratta di una novità positiva.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^