Windows 10 21H1 è in arrivo: ecco tutte le novità e come installarlo subito (in beta)

Windows 10 21H1 è in arrivo: ecco tutte le novità e come installarlo subito (in beta)

Le novità dello Spring Update di Windows 10 saranno poche, anche per garantire alle aziende un passaggio alla nuova versione senza intoppi. Ecco cosa ci sarà di nuovo sull'aggiornamento in dirittura d'arrivo, e come provare le novità sin da subito

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Windows 10 21H1, noto anche come Spring Update, dovrebbe essere mandato in distribuzione nelle prossime settimane. Si tratta di un aggiornamento con feature, quindi fra i più importanti dell'anno per il sistema operativo di Microsoft, ma di nuove feature non ne vedremo molte. La prossima release getterà però le basi per l'ulteriore aggiornamento previsto nella seconda metà dell'anno, che dovrebbe portare diverse novità.

Nella fattispecie, l'aggiornamento primaverile di Windows 10 sarà un "pacchetto di abilitazione", per usare un gergo caro all'azienda di Redmond, che semplicemente abiliterà delle feature già presenti nel codice delle attuali versioni ma che sono al tempo stesso disattivate. Queste feature dormienti verranno semplicemente attivate con l'installazione della prossima release cambiando alcune impostazioni, quindi aggiungendo solo pochissime novità al codice.

Windows 10 21H1, cosa sapere sul nuovo aggiornamento in arrivo

Si tratta di una storia che avevamo già visto con Windows 10 20H2, che condivide buona parte del codice con Windows 10 2004 e che riceve le stesse patch di quest'ultimo. Con il rilascio di Windows 10 21H1 saranno pertanto tre le versioni di Windows 10 che riceveranno le stesse patch, di fatto tutte le release consumer che godranno del supporto ufficiale di Microsoft.

Se da una parte chi utilizza Windows 10 20H2 o 2004 potrà installare la nuova versione con una procedura velocissima (della durata di pochi minuti, come fosse un aggiornamento cumulativo o quasi), chi utilizza una versione più vecchia del sistema operativo dovrà installare un pacchetto di aggiornamento completo (probabilmente della grandezza di un paio di GB o più) che richiederà più tempo sia per il download sia per la procedura di installazione.

Molte delle feature preannunciate per il 2021, comunque, arriveranno solo nella seconda metà dell'anno: fra queste DNS-over-HTTPS (DoH), una nuova schermata delle Impostazioni relativa alla Batteria e alle opzioni di risparmio energetico, una nuova pagina moderna per la Gestione disco, o anche una nuova caratterizzazione stilistica per molti elementi dell'interfaccia utente, fra cui il Menu Start. Tutte queste novità sono in sviluppo oggi sotto il nome di Sun Valley, e dovremmo vederle su Windows 10 21H2.


Le novità grafiche arriveranno solo a fine 2021

E' probabile che alcune novità, come ad esempio alle applicazioni installate nativamente sul sistema, verranno introdotte attraverso i Windows Feature Experience Pack, un metodo relativamente nuovo che Microsoft ha già utilizzato per migliorare alcune funzionalità all'infuori dei canonici aggiornamenti.

Windows 10 21H1, le (poche) novità dell'aggiornamento

Microsoft ha già probabilmente inserito tutte le novità di Windows 10 21H1 all'interno del codice delle ultime due versioni già presenti sui sistemi della maggior parte degli utenti di Windows 10. Windows 10 May 2020 Update (2004) e Windows 10 October 2020 Update (20H2) hanno già all'interno del loro codice tutte le novità di Windows 10 Spring Update (21H1), ma queste sono - come già detto - dormienti. Il prossimo update fungerà da patch di abilitazione per le feature dormienti, che elenchiamo qui di seguito.

Supporto multicamera per Windows Hello

La novità principale dell'aggiornamento sarà presente nella feature Windows Hello, nello specifico nella variante Face che consente l'autenticazione dell'utente via scansione biometrica dei tratti del volto. Attraverso la novità l'utente potrà configurare un setup multicamera su Windows Hello, per utilizzare ad esempio una fotocamera esterna rispetto a quella di default del sistema in uso.

Aggiornamenti di sicurezza e nelle prestazioni

Su Windows 10 21H1 ci saranno anche alcuni aggiornamenti legati alla sicurezza, che non sono semplici correzioni di vulnerabilità presenti (per quelle ci sono gli aggiornamenti cumulativi rilasciati mensilmente). Fra le novità principali troviamo infatti migliorie varie nelle prestazioni di Windows Defender Application Guard, che si tradurranno con una maggiore reattività in tutto il sistema operativo soprattutto all'apertura di alcune tipologie di documenti.

Per le aziende sono previste inoltre migliori prestazioni nel servizio Group Policy Service di Windows Management Instrumentation. Si tratta di novità pensate per supportare il più possibile il lavoro da remoto, diventato fondamentale durante la pandemia ancora in corso in molti paesi del mondo. Anche grazie alle poche novità dell'update, Microsoft ha promesso "la migliore esperienza di aggiornamento possibile" per la prossima release, soprattutto per le aziende, in modo che possano rimanere produttive senza spiacevoli interruzioni durante un periodo particolarmente difficile.

Windows 10 21H1, come installarlo subito

Ci sono diversi metodi per installare già subito l'aggiornamento in arrivo di Windows 10, anche se in versione non ancora del tutto finalizzata. Il più semplice è iscrivere l'attuale installazione di Windows 10 al programma Insider dalle Impostazioni del sistema operativo, nella pagina Aggiornamento e sicurezza selezionando la voce Programma Windows Insider e poi su Inizia. Se vedete schermata bianca è perché dovete impostare la raccolta dati di Microsoft su Completo, altrimenti non sarà possibile partecipare al programma. Il canale da scegliere per provare in anteprima Windows 10 21H1 è Beta. L'aggiornamento dovrebbe adesso comparire nelle ricerche di Windows Update.

Windows 10 21H1 può essere installato anche via ISO, procedura comoda ad esempio se si volesse installare la nuova release su una macchina virtuale o su una partizione secondaria solo per curiosità. L'ISO del sistema operativo può essere scaricata attraverso il sito ufficiale Microsoft e inserita su una unità di avvio (anche, ad esempio, un pendrive USB) per avviare l'installazione.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Axios200619 Aprile 2021, 12:01 #1
Windows 10 21H1, noto anche come Spring Update


virus dell'influenza A sottotipo H1N1


Sara' una coincidenza ma tra le partizioni cancellate, i documenti spariti e le schermate blu a go go... inizio a vedere una correlazione...

Vediamo quali problemi portera' l'allergia primaverile... pardon... l'aggiornamento primaverile...
djfix1319 Aprile 2021, 12:35 #2
portare delle Feature ma non Feature mi sembra un po' sciocco, diventano aggiornamenti normali e propagandati come Feature per rispettare gli annunci mirabolanti per gli investitori: "noi aggiorniamo con Feature 2 volte l'anno!"
LORENZ019 Aprile 2021, 13:20 #3
Originariamente inviato da: djfix13
portare delle Feature ma non Feature mi sembra un po' sciocco, diventano aggiornamenti normali e propagandati come Feature per rispettare gli annunci mirabolanti per gli investitori: "noi aggiorniamo con Feature 2 volte l'anno!"


Vero. Oramai l'aggiornamento di Aprile non è altro che un banale aggiornamento mensile Rimane l'aggiornamento sostanzioso verso fine anno. A mio avviso è anche più logico, semplice e lineare. Tutta questo stress per far uscire per forza due aggiornamenti maggiori ad Aprile e Ottobre era diventata un'angoscia sia per loro sia per certi utenti e i media di informazione del settore. Tutto solo per creare articoli, polemiche, ecc.
dontbeevil19 Aprile 2021, 15:14 #4
Originariamente inviato da: djfix13
portare delle Feature ma non Feature mi sembra un po' sciocco, diventano aggiornamenti normali e propagandati come Feature per rispettare gli annunci mirabolanti per gli investitori: "noi aggiorniamo con Feature 2 volte l'anno!"


l'hanno detto piu' volte che il 21h1 sarebbe stato un minor update, puntanto tutto sul 21h2 ... a differenza dello scorso anno dove h1 major h2 minor
lostx8720 Aprile 2021, 00:32 #5
io sono ancora su 1909, da ieri hanno cominciato a fracassarmi con la fine del supporto per passare a 20h2, ma sto aspettando la versione definitiva di 21h1 per formattare, causa alcune noie apparse nel tempo (come sppsvc che si attiva e consuma cpu per mezzora alla volta inutilmente, ma non lo posso disattivare perchè ho windows originale e mi diventa "non attivo".
dontbeevil20 Aprile 2021, 08:42 #6
Originariamente inviato da: lostx87
io sono ancora su 1909, da ieri hanno cominciato a fracassarmi con la fine del supporto per passare a 20h2, ma sto aspettando la versione definitiva di 21h1 per formattare, causa alcune noie apparse nel tempo (come sppsvc che si attiva e consuma cpu per mezzora alla volta inutilmente, ma non lo posso disattivare perchè ho windows originale e mi diventa "non attivo".


Cos'è sppsvc?
biometallo20 Aprile 2021, 09:48 #7
Originariamente inviato da: Axios2006
Sara' una coincidenza ma tra le partizioni cancellate, i documenti spariti e le schermate blu a go go... inizio a vedere una correlazione...

Vediamo quali problemi portera' l'allergia primaverile... pardon... l'aggiornamento primaverile...

Bisogna almeno riconoscerti lo sforzo di trollare in modo creativo.
Poi resta che ormai windows 10 è ormai installato su più di un milardo di dispositivi eppure tutta questa tragedia proprio non la vedo ma va beh, windows 10 fa male a chi non ce l'ha...




Originariamente inviato da: dontbeevil
Cos'è sppsvc?


suppongo questo:

Microsoft Software Protection Platform Service

qui una pagina che parla del problema in questione:

Microsoft Software Protection Platform Service high CPU usage
dontbeevil20 Aprile 2021, 12:35 #8
Originariamente inviato da: biometallo
Bisogna almeno riconoscerti lo sforzo di trollare in modo creativo.
Poi resta che ormai windows 10 è ormai installato su più di un milardo di dispositivi eppure tutta questa tragedia proprio non la vedo ma va beh, windows 10 fa male a chi non ce l'ha...






suppongo questo:

Microsoft Software Protection Platform Service

qui una pagina che parla del problema in questione:

Microsoft Software Protection Platform Service high CPU usage


quoto, almeno non fai mai copia e incolla dello stesso messaggio

grazie

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^