Ubuntu sui notebook a basso costo

Ubuntu sui notebook a basso costo

La prossima release Netbook Remix è stata appositamente sviluppata per i notebook a basso costo

di pubblicata il , alle 14:28 nel canale Sistemi Operativi
Ubuntu
 

Anche Ubuntu pronta a salire sui notebook a basso costo. L'importante dichiarazione è stata rilasciata da Mark Shuttleworth, CEO di Canonical, nel corso di un'intervista rilasciata a The Guardian.

Il leader degli sviluppatori di Ubuntu ha preannunciato la disponibilità di Netbook Remix, questo il nome scelto per la particolare distribuzione, a partire dal prossimo 3 giugno. Presumibilmente, il lancio avverrà in occasione del Computex 2008 di Taipei. Hardware Upgrade sarà presente all'evento con gli ormai consueti aggiornamenti.

Dalle dichiarazioni di Mark Shuttleworth, il testo integrale è disponibile qui, emergono altri particolari interessanti. Nello sviluppo della nuova distribuzione, un partner speciale per Canonical è stata Intel; mettendo in correlazione questo dettaglio con la data del lancio di Netbook Remix il pensiero corre al progetto Intel Atom.

Probabilmente su alcune soluzioni notebook a basso costo basate su Intel Atom o dispositivi MID potrebbe trovare posto proprio Netbook Remix; questo e altri particolari verranno sicuramente svelati in occasione del Computex 2008.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tarek27 Maggio 2008, 14:39 #1
era ora...ubuntu si beve sia xandros che winxp...e ha dalla sua una quantità enorme di pacchetti pronti da installare. speriamo che non sia 'alleggerito' troppo.
tmx27 Maggio 2008, 14:42 #2
sarebbe carino che questa versione fosse indirizzata anche ai subnotebook/notebook in generale, anche un pò datati... mica solo atom!

IMHO ci vorrebbe una migliore gestione delle risorse (lasciando a casa qualche servizio e pacchetto di troppo) della macchina portatile e un migliore riconoscimento out-of-the-box delle impostazioni per il risparmio energetico dei nb, che ho trovato pessimi in ubuntu ed anche in xubuntu... pure installando pacchetti su pacchetti dedicati.

.Kougaiji.27 Maggio 2008, 14:43 #3
Yes! Ci voleva proprio ubuntu sui notebook a basso costo.
za8727 Maggio 2008, 14:58 #4
xandros comunque piace molto sull'eee pc e non parlo della mia opinione.
speriamo che il successo ottenuto dall'eee pc con linux si possa ripetere x altri portatili.
non conta moltissimo se ci sia ubuntu o meno, basta che ci sia il pinguino che pian piano si fa conoscere dalla massa.
Venice3927 Maggio 2008, 15:04 #5
Xandros va molto bene, ed è una buona distribuzione.
trydent27 Maggio 2008, 15:07 #6
Speriamo solo che con la scusa xubuntu non collassi definitivamente.

Cmq a parer mio per permettere alla c.d. massa di usare ubuntu bisogna togliere quella riga di comando che è ostica per lo smanettone medio basso, figuriamoci per le varie casalinghe, o in generale uomini avanti con l'età che usano il pc per navigare, posta e uso office / stampa.

II ARROWS27 Maggio 2008, 15:09 #7
NOO UBUNTU NOOOO!!

Tra tutte le distrubuzioni se ne possono scegliere tante, Xandros va benissimo per esempio ma ce ne sono molte altre...
sesshoumaru27 Maggio 2008, 15:15 #8
Io con eeexubuntu sull'eeepc mi trovo molto bene.

L'ho messa al posto di Xandros per due motivi:

1) meno problemi a installare nuove applicazioni (non tutte le app per ubuntu giravano tranquille su xandros, a volte avevo problemi)

2) possibilità di usare dischi HFS (disco backup del mac e ipod) senza dover ricompilare il kernel
DanieleG27 Maggio 2008, 15:29 #9
Ma se è pesante come poche...
oatmeal27 Maggio 2008, 15:32 #10
Originariamente inviato da: DanieleG
Ma se è pesante come poche...


si su un P3 effettivamente...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^