Ubuntu sbarca anche nei negozi

Ubuntu sbarca anche nei negozi

Canonical ha stretto un accordo con Best Buy per proporre al pubblico Ubuntu 8.04 ad un prezzo di 19,99 dollari

di pubblicata il , alle 10:51 nel canale Sistemi Operativi
Ubuntu
 

Fin'ora è possibile ottenere Ubuntu Linux scaricandolo da Internet gratuitamente o acquistando una copia online, ma prossimamente potrebbe capitarvi di trovarlo anche nei negozi di informatica o sugli scaffali di un ipermercato. Per ora si tratta solo di fantasticherie, tuttavia pare che negli Stati Uniti si stia già muovendo qualcosa proprio in tal senso: Canonical ha infatti stretto un accordo per la vendita e la distribuzione di Ubuntu attraverso i punti vendita della nota catena di negozi Best Buy.

Best Buy ha avviato nei propri punti vendita la commercializzazione di un Box contenente Ubuntu 8.04 ad un prezzo di 19,99 dollari. Rispetto alla versione gratuita scaricabile da Internet non vi è alcuna differenza, tuttavia in bundle con i CD di installazione viene fornita anche una guida sintetica sull'utilizzo del sistema operativo ed un periodo di supporto tecnico telefonico di 60 giorni.

In questo modo, Canonical non solo spera di ottenere benefici economici, ma anche di far guadagnare consensi alla propria distribuzione Linux. Secondo Canonical, infatti, proporre il proprio software sugli scaffali di un tradizionale negozio consentirà di raggiungere anche utenti che non conoscono ancora Ubuntu, o che non dispongono di una connessione a banda larga per effettuare il download in tempi ragionevoli.

Non resta dunque che attendere e vedere se ci saranno ulteriori sviluppi in questa direzione anche in Italia e in altri paesi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

156 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Wee-Max15 Luglio 2008, 11:00 #1
Mah...19.90 su un sistema gratuito mi sembrano un pò troppi...poi su internet trovi tanti di quei tutorial sull'uso di ubuntu...posso capire gli utenti che non hanno la banda larga però resto un pò scettico...
sesshoumaru15 Luglio 2008, 11:03 #2
In pratica paghi la guida cartacea allegata.

Una cosa del genere non è una novità, diverse distro linux sono state vendute in passato nelle librerie insieme a guide cartacee.
WarDuck15 Luglio 2008, 11:03 #3
Originariamente inviato da: Wee-Max
Mah...19.90 su un sistema gratuito mi sembrano un pò troppi...poi su internet trovi tanti di quei tutorial sull'uso di ubuntu...posso capire gli utenti che non hanno la banda larga però resto un pò scettico...


Beh c'è la guida e il supporto per 60 giorni (forse un po' poco, ma cmq...), per i meno esperti potrebbe essere cosa buona.

Cmq 20$ sono meno di 15€ quindi...
Gurzo200715 Luglio 2008, 11:04 #4
nel prezzo è anke compresa assistenza per 60giorni
D3stroyer15 Luglio 2008, 11:05 #5
il prezzo è fair.
WarDuck15 Luglio 2008, 11:05 #6
Originariamente inviato da: D3stroyer
il prezzo è fair.


Parlare in italiano è passato di moda?
PaVi9015 Luglio 2008, 11:06 #7
Perchè questa tendenza al non-free software in stile Microsoft?

Forse pensano (o forse stanno capendo...) che il software free non produce guadagni e vogliono pian piano instradarsi sulla politica Microsoft?
wooshy15 Luglio 2008, 11:06 #8
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Secondo Canonical, infatti, proporre il proprio software sugli scaffali di un tradizionale negozio consentirà di raggiungere anche utenti che non dispongono di una connessione a banda larga per effettuare il download in tempi ragionevoli.


fino a poco tempo fa (e immagino ancora desso) si poteva tranquillamente farsi spedire i cd di ubuntu (nella quantità desiderata) gratutiamente....quindi imho come spiegazioe non ha molto senso

--->https://shipit.ubuntu.com/
k0nt315 Luglio 2008, 11:10 #9
Originariamente inviato da: PaVi90
Perchè questa tendenza al non-free software in stile Microsoft?

Forse pensano (o forse stanno capendo...) che il software free non produce guadagni e vogliono pian piano instradarsi sulla politica Microsoft?

free software non significa software gratis, ma software libero. per questo canonical non avrà mai niente a che vedere con MS.

ps. secondo te come vivono i dipendenti di canonical? di aria?
gas7815 Luglio 2008, 11:13 #10
Penso che questa strategia possa in parte ampliare il consenso da parte del pubblico "antico" che pensa che gratuito sia poco professionale e sinonimo di poca qualita' e magari servira' anche a rendere maggiormente visibile il prodotto.

Resta comunque il fatto che io mi sono fatto spedire il cd di 8.04 direttamente in ufficio in maniera del tutto gratuita.. e che IMHO 19$ sono un po troppi, ma questo ovviamente vuol dire poco

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^