Ubuntu 20.04 LTS disponibile, ecco le novità di Focal Fossa

Ubuntu 20.04 LTS disponibile, ecco le novità di Focal Fossa

Kernel 5.4, GNOME 3.36, la VPN WireGuard e tanti altri cambiamenti grandi e piccoli per il nuovo Ubuntu 20.04, nuova versione LTS (Long Term Support) che sarà aggiornata da Canonical fino al 2025.

di pubblicata il , alle 12:21 nel canale Sistemi Operativi
CanonicalUbuntu
 

Canonical ha reso disponibile Ubuntu 20.04 LTS "Focal Fossa", nuova versione del sistema operativo che pone particolare attenzione sulla sicurezza e le prestazioni. Trattandosi di una LTS, acronimo di Long Term Support, questa versione sarà aggiornata fino al 2025, quindi si presta ad ambienti in cui è necessaria stabilità per lungo tempo.

Il kernel della nuova versione di Ubuntu è Linux 5.4, che introduce il supporto ai processori Intel Comet Lake e Tiger Lake, Qualcomm Snapdragon 835 e 855 e alle GPU Arcturus, Navi 12 e 14 di AMD. Supportate anche le ultime APU mobile Renoir. L'ambiente desktop è GNOME 3.36, il quale include una nuova schermata di blocco e c'è anche un'opzione per passare in modalità scura nella scheda Appearance nelle impostazioni.

Canonical ha installato di default il client VPN open source WireGuard e migliorato Livepatch, che consente di aggiornare il sistema operativo senza richiedere un riavvio.  Rinnovato anche il tema Yaru con un nuovo insieme di icone. Come tutti gli aggiornamenti di Ubuntu, anche Focal Fossa ha uno sfondo originale e una collezione di desktop alternativi tra cui scegliere.

Se non avete gradito il pulsante Amazon nella barra laterale delle versioni precedenti, sappiate che in questa versione è assente. Un altro cambiamento non immediato da vedere ma importante è che Ubuntu Software Tool è stato rimpiazzato con Snap Store. L'icona e il nome dello store rimangono gli stessi, ma questa novità consente una gestione dei pacchetti per semplice di snap e package. Canonical ha dichiarato che ora ci sono 6000 app snap inclusi Slack, Plex, Spotify, l'intero portfolio JetBrains e Visual Studio Code.

Completano il quadro il supporto FIDO per l'autenticazione multi-fattore senza password e una migliore integrazione del file system OpenZFS. Potete leggere le note di rilascio complete a questo indirizzo e scaricare la nuova versione da Ubuntu.it.

44 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jepessen24 Aprile 2020, 12:46 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: https://www.hwupgrade.it/news/siste...ossa_88862.html

Kernel 5.4, GNOME 3.36, la VPN WireGuard e tanti altri cambiamenti grandi e piccoli per il nuovo Ubuntu 20.04, nuova versione LTS (Long Term Support) che sarà aggiornata da Canonical fino al 2025.

Click sul link per visualizzare la notizia.


Sara' che sono vecchio, ma sono abituato ad apt... Conviene abituarmi a snap per la gestione dei pacchetti, o e' meglio continuare ad utilizzare apt?
Slater9124 Aprile 2020, 12:52 #2
Originariamente inviato da: jepessen
Sara' che sono vecchio, ma sono abituato ad apt... Conviene abituarmi a snap per la gestione dei pacchetti, o e' meglio continuare ad utilizzare apt?


apt continuerà a essere presente , sarà semplicemente affiancato da Snap. Alcune applicazioni però sono disponibili esclusivamente tramite pacchetti Snap, quindi imparare a usarli temo sarà un obbligo se vorrai installare questi programmi (es. Spotify).
jepessen24 Aprile 2020, 13:23 #3
Originariamente inviato da: Slater91
apt continuerà a essere presente , sarà semplicemente affiancato da Snap. Alcune applicazioni però sono disponibili esclusivamente tramite pacchetti Snap, quindi imparare a usarli temo sarà un obbligo se vorrai installare questi programmi (es. Spotify).


Thanks. E se un pacchetto è disponibile in entrambe le piattaforme c'è qualche motivo tecnico per preferirne una rispetto all'altra?
ezellohar24 Aprile 2020, 13:24 #4
sperando funzioni altrettanto bene però. non sarò un grande esperto, ma con snap non c'è stato verso di riuscire a far funzionare VLC, mentre con apt ha funzionato subito. forse si poteva fare lo stesso, ma questa è la mia esperienza..
\_Davide_/24 Aprile 2020, 13:39 #5
Originariamente inviato da: ezellohar
sperando funzioni altrettanto bene però. non sarò un grande esperto, ma con snap non c'è stato verso di riuscire a far funzionare VLC, mentre con apt ha funzionato subito. forse si poteva fare lo stesso, ma questa è la mia esperienza..


Presumo sia perché è agli inizi; probabilmente avverrà un cambiamento graduale e può darsi che tra 5-6 release rimuovano apt
andy4524 Aprile 2020, 13:43 #6
Originariamente inviato da: jepessen
Thanks. E se un pacchetto è disponibile in entrambe le piattaforme c'è qualche motivo tecnico per preferirne una rispetto all'altra?


I pacchetti snap vengono aggiornati continuamente, quelli apt a meno di usare dei ppa esterni più o meno restano quelli.
jepessen24 Aprile 2020, 13:51 #7
Originariamente inviato da: andy45
I pacchetti snap vengono aggiornati continuamente, quelli apt a meno di usare dei ppa esterni più o meno restano quelli.


Ok thanks.
insane7424 Aprile 2020, 14:07 #8
per mia esperienza i pacchetti snap/flatpack non mi piacciono molto.
le applicazioni sono tendenzialmente più lente, soprattutto in fase di avvio.
sono limitate nell'accesso al filesystem, il che può essere una buona cosa per motivi di sicurezza, ma anche una rottura.
i pacchetti sono preparati da "chiunque", mentre se uno usa solo i repo "ufficiali" ha una certa garanzia su quello che installa.
scarsa integrazione con il tema di sistema (almeno, questo ho riscontrato io).
in pratica l'applicazione snap usa il tema di default (sia GTK che icone) e non quello di sistema, con evidente "pugno nell'occhio".
ci sono dei workaround, ma vanno applicati per ogni applicazione a manina, quindi...

boh, l'idea in se ci poteva stare, ma al momento per come è stata implementata mi pare più una scocciatura che un vantaggio.
se sono disponibili entrambe le versioni, anche se quella snap/flat è più aggiornata, preferisco andare con la versione dei repo.

PS: esempio: chromium è solo snap, ed è un pachiderma. mi installo Chrome dai repo ufficiali e va una scheggia in confronto (cioè, si fa per dire, è cmq più veloce in Win sul mio PC).
marcram24 Aprile 2020, 14:08 #9
Originariamente inviato da: jepessen
Ok thanks.


Da quel poco che ho capito a riguardo, le installazioni Snap dovrebbero portarsi dietro anche le proprie dipendenze, quindi molteplici copie degli stessi pacchetti, ognuna ad uso di un singolo software, che vuol dire meno problemi di condivisione, ma avvio di software più lento, maggiore spazio su disco, maggior quantità di aggiornamenti.

Io, al momento, preferisco continuare ad usare Apt. Vediamo come evolve la cosa...
andy4524 Aprile 2020, 14:19 #10
Originariamente inviato da: marcram
Da quel poco che ho capito a riguardo, le installazioni Snap dovrebbero portarsi dietro anche le proprie dipendenze, quindi molteplici copie degli stessi pacchetti, ognuna ad uso di un singolo software, che vuol dire meno problemi di condivisione, ma avvio di software più lento, maggiore spazio su disco, maggior quantità di aggiornamenti.


Si, si portano dietro tutte le dipendenze.

Originariamente inviato da: marcram
Io, al momento, preferisco continuare ad usare Apt. Vediamo come evolve la cosa...


Anche io preferisco ancora usare apt, il sistema resta più pulito.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^