Ubuntu 11.10 - Oneiric Ocelot - nuovi dettagli

Ubuntu 11.10 - Oneiric Ocelot - nuovi dettagli

Mark Shuttleworth ha pubblicato alcuni dettagli relativi a Oneiric Ocelot: presentato il nuovo concetto di Scopes e Lenses per la visualizzazione e organizzazione dei contenuti

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 16:15 nel canale Sistemi Operativi
Ubuntu
 

Nei giorni scorsi sono stati diffusi dettagli e immagini relativi a Ubuntu 11.10, nome in codice "Oneiric Ocelot", il cui rilascio è atteso entro la metà del mese di ottobre. Un post pubblicato da Mark Shuttleworth, fondatore di Canonical, anticipa alcune novità relative all'interfaccia utente Unity e alle ultime modifiche apportate dagli sviluppatori.

Canonical ha da tempo intrapreso l'ambizioso obiettivo di proporre i contenuti e gli elementi del sistema in un modo differente, e lo sviluppo di Unity ha proprio questo importante obiettivo. Sulle prima una così drastica rivoluzione del modo di interagire con il sistema può lasciare perplessi, ma il tutto assume un suo perché dopo un minimo di apprendistato, soprattutto considerando dispositivi differenti dal classico PC per i quali Canonical promette grande attenzione.

Come visibile nell'immagine pubblicata da Mark Shuttleworth e riportata qui sopra, in Unity si introduce il concetto di Scopes e Lenses: con Scopes vengono indicate le fonti di dati e di informazioni, mentre con Lenses si intendono una serie di strumenti in grado di presentare e riorganizzare i contenuti forniti dagli Scopes.

Tra le altre novità indicate nel post di Mark Shuttleworth, si segnalano modifiche al layout, al set di colori e delle variazioni cromatiche, come anche piccole novità nella gestione e ridimensionamento dei pannelli.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

116 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Freaxxx22 Agosto 2011, 16:24 #1
sempre più apparenza e sempre meno sostanza: ricorda qualcuno?

una distribuzione che mi è crashata in pochi minuti di uso in tutte le sue versioni e provata su 2 macchine, bug e delay assurdi, per avere dei driver aggiornati devi affidarti a dei ppa di terzi che rilasciano la roba quando gli pare, un sistema operativo pessimo a dire poco.

L'ultima release con Unity poi è caduta nell'ultimo punto a favore rimasto in piedi nella passata versione ovvero Gnome 2.

Sarà pure la distribuzione GNU/linux più usata, ma è fatta veramente con i piedi, mettete 1 rilascio ogni 2 anni e corregete qualche bug e ottimizzate questo rottame software.
dm6922 Agosto 2011, 17:12 #2
.... la fine delle vacanze fa' brutti scherzi ....

Io uso Ubunto 11.04 da 2 mesi - classic view - e tutti sti' problemi non li ho proprio visti
Vellerofonte22 Agosto 2011, 18:18 #3
Originariamente inviato da: dm69
.... la fine delle vacanze fa' brutti scherzi ....

Io uso Ubunto 11.04 da 2 mesi - classic view - e tutti sti' problemi non li ho proprio visti


Dipende dalle configurazioni, ma se fai un giro su ubuntu.it vedrai quanti problemi gravi ancora si verificano dopo mesi dal rilascio....inacettabile...

La 10.10 resta a mio parere un gioiello ineguagliabile, avvio in 30 secondi (dalla pressione del pulsante sul case) e stabile come una roccia, degna derivata di debian....il passaggio a Unity ha sancito il mio passaggio a Mint gnome e Chakra KDE, se anche mint virerà verso soluzioni ad oggi per me senza senso quali Gnome 3 passerò alla versione XFCE.

Le iconcine sbarluccicose servono a fare gli sboroni, la maggioranza degli utenti soprattutto linux cercano stabilità, leggerezza (solitamente non sono interessati a giocare quindi neanche a PC superpompati e superovercloccati), coerenza dell'ambiente di lavoro e rispetto dei dettami dell'open source.
Barra22 Agosto 2011, 18:21 #4
Non diciamo cavolate, i problemi possono esserci con alcuni hardware (ad esempio i chip SIS) ma sono problemi comuni a tutte le altre distro (ho dovuto installare linux su 3 portatili asus k50j, è stato un'inferno ma l'unica distro che funziona decentemente è proprio ubuntu!).

Unity poi non è un progetto completo ma è già discretamente usabile, basta avere voglia di provarlo realmente.....

Con Oneric le modifiche saranno tantissime, a partire dal passaggio a gnome3 (senza gnome-shell naturalmente E PER FORTUNA....), il nuovo sistem indicator, unico (l'engine GTK sviluppato da Andrea Cimitan) e i light-theme basati su di esso, il nuovo software center (basato su webkit e gtk3) e molto altro ancora.
Sto testando quotidianamente le novità e sono certo che per Oneric Unity sarà maturo abbastanza da soddisfare tutti (di contro però molta roba di gnome3 non lo è, come il pannello di controllo)

P.s. "la maggior parte degli utenti linux" è comunque un numero di persone non sufficiente per permettere a un'azienda come Canonical di campare. Unity è un progetto nato per cercare di portare nuovi utenti e aziende.
gargamella22 Agosto 2011, 18:28 #5
Qualcuno dovrebbe rammentare al sor Mark che non verrà usato né su tablet né su un telefonino.
Vellerofonte22 Agosto 2011, 18:43 #6
Originariamente inviato da: Barra
P.s. "la maggior parte degli utenti linux" è comunque un numero di persone non sufficiente per permettere a un'azienda come Canonical di campare. Unity è un progetto nato per cercare di portare nuovi utenti e aziende.


Perfetto, la bellezza di linux è la possibilità di scegliere, molti utenti (tra cui un certo Linus Torvalds) stanno facendo la loro scelta, che non è Unity e tantomeno Gnome 3....

naturalmente ognuno si dirige nella direzione che più si confà al proprio metodo di lavoro, nulla di male.

Spero vivamente di tornare ad Ubuntu in futuro, mi ero affezionato molto alla distro.
Bromden22 Agosto 2011, 19:26 #7
I cambiamenti che stanno avvenendo sul desktop environment di gnome (senza contare il fork della dashboard qual'è unity per ubuntu) mi ricordano le tribolazioni del passaggio di kde dal ramo 3.x a quello 4.x attuale. Ci son voluti più di due anni per riscrivere totalmente il codice con le relative applicazioni, risoluzioni di bug ed evoluzione completa dell'interfaccia; oggi infatti il nuovo kde è completamente maturo e definitivamente moderno, anche se non a tutti piace (come al sottoscritto, ad esempio). Con gnome siamo in piena transizione, e prima della fine dell'anno prossimo, secondo me, il DE non sarà pienamente maturo. Nonostante questo, lo uso normalmente, tutti i giorni (anche al lavoro), su tre pc differenti, di cui uno recentissimo autoassemblato, e funziona tutto senza il minimo problema. Immagino che qualcuno, con particolari componenti hardware, possa riscontrare qualche problema, come sempre succede, e la soluzione quasi sempre si trova. Nel complesso però il sistema è grandioso, e chi spara sentenze affrettate e superficiali non merita il minimo credito. IMHO.
Acid Queen22 Agosto 2011, 19:44 #8
"proporre i contenuti e gli elementi del sistema in un modo differente"...la domanda è: perchè?
Fra gnome 3 e unity non so qual è più inutile. Tutta questa voglia di rivoluzionare il desktop è controproducente. A Canonical basterebbe proporre una skin degna di questo nome, e un font decente, invece c'è ancora quell'orribile arancione grillo-parlante, barre alte come palazzi e un font di sistema ridicolo.
Vellerofonte22 Agosto 2011, 19:46 #9
Originariamente inviato da: Bromden
I cambiamenti che stanno avvenendo sul desktop environment di gnome (senza contare il fork della dashboard qual'è unity per ubuntu) mi ricordano le tribolazioni del passaggio di kde dal ramo 3.x a quello 4.x attuale. Ci son voluti più di due anni per riscrivere totalmente il codice con le relative applicazioni, risoluzioni di bug ed evoluzione completa dell'interfaccia; oggi infatti il nuovo kde è completamente maturo e definitivamente moderno, anche se non a tutti piace (come al sottoscritto, ad esempio). Con gnome siamo in piena transizione, e prima della fine dell'anno prossimo, secondo me, il DE non sarà pienamente maturo. Nonostante questo, lo uso normalmente, tutti i giorni (anche al lavoro), su tre pc differenti, di cui uno recentissimo autoassemblato, e funziona tutto senza il minimo problema. Immagino che qualcuno, con particolari componenti hardware, possa riscontrare qualche problema, come sempre succede, e la soluzione quasi sempre si trova. Nel complesso però il sistema è grandioso, e chi spara sentenze affrettate e superficiali non merita il minimo credito. IMHO.


La cosa che mi lascia perplesso in realtà è la direzione che sembra voler intraprendere gnome, con incremento delle risorse richieste e riorganizzazione dello spazio di lavoro a tratti discutibile (ma in evoluzione naturalmente), sono sempre stato gnomista convinto ma Chakra mi ha fatto letteralmente riscoprire KDE che mi spiace dirlo non si riflette affatto in kubuntu...

Kde dimostra aggiornamento dopo aggiornamento di andare verso l'uso ottimizzato delle risorse, con effetti attivi sono a 250 MB di ram occupata, l'ho appena installata su un notebook e settata a dovere si mangia 150mb di ram all'avvio occupando il processore per 5%.......per tali ragioni oltre al fastidio di utilizzare un'interfaccia diretta verso l'abbandono da tutte le maggiori distro (gnome 2) ho abbandonato Ubuntu, naturalmente spero non sia per sempre, sul disco fisso c'è sempre spazio per un'altra distro
Salvatopo22 Agosto 2011, 19:48 #10
Uso ubuntu dalla 5 anni e tutt'ora scrivo dalla 10.04 LTS, ma sul portatile avevo aggiornato alla 11.04... che delusione, lo dico quasi con le lacrime agli occhi, da convinto fan di Ubuntu.
Sono passato a Mint.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^